Ecopass(amontagna)

Il comune di Milano introdurrà un ticket per l’ingresso nella città, al fine di ridurre la concentrazione di polveri sottili e il complessivo inquinamento urbano. Vi dirò subito che non sono d’accordo a questo tipo di misure, perché alla fine dei conti, interesseranno quella parte di cittadini che non hanno la possibilità di pagare il ticket, ne di sostituire le auto colpevoli, perché spesso nemmeno riescono ad arrivare alla fine del mese. Paradossalmente la Milano bene, quella che può permettersi un bel SUV Euro4, sarà esentata da questa tassa, del resto le macchine nuove non inquinano per nulla (lasciamo perdere...). Mi sembra di assistere al solito paradosso italiano, quello del ridurre a tutti i costi il problema inquinamento, senza attuare delle vere e proprie politiche ambientali. Questi provvedimenti, oltre a diminuire in maniera del tutto irrilevante le polveri sottili, contribuiscono ad esasperare ancor di più la vita dei pendolari, dei lavoratori atipici e di tutti coloro che dell’auto non possono fare a meno. A questo punto i cittadini sono i soliti poveri sciocchi che pagano le meschine politiche governative. Ognuno di noi è vittima dell’inettitudine di classi politiche inadeguate, schiave del profitto e delle politiche del Governo Mondiale.

Certamente la sensibile riduzione dell’utilizzo dei veicoli è auspicabile in tutte le città, sarebbe bello poter ridurre il traffico delle metropoli e incrementare i servizi urbani (magari elettrici). Invece utilizziamo le solite politiche dello struzzo, ignorando totalmente i veri problemi che affliggono l’ambiente. Il nostro caro ministro dell’ambiente e tutte le autorità governative, ignorano lo scempio che ogni giorno possiamo ammirare nei cieli di tutta la penisola. Migliaia di particelle dannose alla salute vengono irrorate con aerei della morte, ogni giorno respiriamo metalli pesanti i quali vengono cosparsi nell’atmosfera, senza potersi esimere da questa tortura. L’ecopass mi sembra l’ennesima presa per i fondelli ad un popolo che lavora, vive e muore per pagare i debiti che altri introitano per mantenerci schiavi del sistema. Ovviamente nessuno può ribellarsi, nessuno può scegliere di non adeguarsi, siamo schiavi e nemmeno ce ne rendiamo conto.

17 commenti

serpentepiumato mod

Usano l'ambientalismo per i loro tornaconti e interessi...anch'io contrarissimo all'ecopass...è una buffonata, solo un'altro modo per spillare quattrini alla gente!
In quel punto centrallissimo di Milano se proprio si voleva fare un'intervento ambientalista, era meno ipocrita, ad esempio, proibire l'accesso alla vetture, per fini privati, in alcune ore del giorno...
aumentare la frequenza dei mezzi pubblici...era più credibile.
Invece ecco il solito modo per non risolvere il problema, insabbiare i sistemi veramente non inquinanti, e continuare a dar da mangiare ai petrolieri!
Non ci dimenticheremo neanche della Moratti, un giorno, quando faremo la conta dei disastri...

Reply

sono d'accordo,non risolvono nulla,solo speculazione.il governo toglie l'ICI,loro per far quadrare i conti mettono l'ecopass.e' una presa in giro.
La Moratti e i precedenti sindaci hanno distrutto Milano.

ciao freenfo

Reply
angela mod

Ciao Freenfo,per menti grette e primitive quali quelle italiane sia dei politici che dei cittadini,i primi specchio dei secondi,l'importante è il denaro.
pagando e facendo pagare si crede di sistemare tutto...anche i problemi ambientali.
Abbiamo tutti una mentalità mafiosa...ancor più chi ha il potere...di cui l'imperativo è:paga e fidati! e i cittadini gonzi,magari solo borbottando...pagano...pensano di non avere scelta...però chi può evade le tasse!
Popolo ineducato,disobbediente e nello stesso tempo sottomesso,senza dignità,senza capacità intellettuali,ma borioso.
a simile marmaglia non resta che far pagare...è l'unica cosa da fare.
Se in Francia e altrove in Europa, butti una carta per terra te la fanno immediatamente raccogliere,non esiste che si possa fare o che si faccia da parte dei cittadini...in Italia è normale far volare dal finestrino di tutto,abbandonare sacchetti d'immondizia lungo i bordi delle strade comunali e provinciali,lasciare gli stessi FUORI dal cassonetto anche se vuoto...siamo incivili...ma ci sentiamo tanto orgogliosi!di che non si riesce a capisce!
Il servizio raccolta immondizie qui da me costa tantissimo ma non corrisponde all'esigenza di ordine e pulizia,nessuno si ribella si continua a pagare e a....sporcare e quindi a inquinare!AMEN!
Buona giornata!
qui fa un freddo cane,giusto quest'anno che luce e gas sono alle stelle!bollette da pianto amaro.
un caro saluto
angela

Reply

Ciao Freenfo

condivido anche io a pieno la tesi di Ettore. La Moratti è stata la rovina di Milano

Buon anno e auguri per un sereno 2008

www.diegogarciablog.blogspot.com

Reply

@Serpentepiumato
L'Italia è il Paese dei balocchi, mai una riforma strutturale, solo toppe su toppe.

@Ettore
Con una mano danno con l'altra levano. Bel modo di impoverire i cittadini!

@Angela
Viviamo nella cultura del diritto dimenticando i nostri doveri.
Il diritto di essere sempre garantiti, ma nessun dovere verso la salvaguardia del nostro ambiente... purtroppo siamo italiani, guarda la solita situazione rifiuti a Napoli, veramente ingestibile. Anche qui si gela, ieri sera c'erano -3 gradi...
:(

@Andrew, la Moratti è solo la punta dell'iceberg, purtroppo sono tutti uguali, inetti schiavi del potere.

Ciao a tutti
Freenfo

Reply

Pagare pagare sempre pagare.
Spolpano la gente ogni santo giorno.Caro freenfo,mi chiedo:ma come cavolo fa la gente a non ribellarsi per tutte queste ingiustizie?.
Io sono arrivato ad una conclusione.Penso che la gente è ormai assuefatta dal non avere diritti.Non lotta più,siamo ormai un popolo che ha dimenticato cosa significa la parola"dignità".
Ci prostituiamo ogni giorno,al servizio di poche persone e neanche ce ne accorgiamo.Pensiamo che avere una TV al plasma,un telefonino o una bella macchina sia la più grande aspirazione di questo mondo,invece facciamo proprio il loro gioco.Da parte mia,da quando ho appreso dalla rete il significato di cosa è veramente giusto riguardo a tanti argomenti,sto cercando di cambiare un pochino.Devo dire che mi sento meglio,però che fatica farlo capire agli amici e ai conoscenti tutti.
In TV,sui giornali non fanno altro che ribadire la parola "CRESCITA",in tutti i campi,specie quello economico.Mentre l'unica parola che dovrebbero almeno far capire è "DECRESCITA".
Noi abbiamo il potere di far cambiare le cose,ma siamo in pochi a capire questo grande potere.
Un saluto a te..

Reply

Davide, comprendo a fondo il tuo stato d'animo. Come te anche io cerco di uscire da queste logiche di profitto. Purtroppo è difficile, perché la nostra società si basa su fondamenta non troppo edificanti. La dignità., l'uguaglianza e la libertà sono utopie. Preferiamo essere abbindolati e presi in giro dai luccichii del mondo moderno!

Ciao, un caro saluto...

Reply

Circa un anno fa, contattammo il comitato di cittadini milanesi contro il ticket d'ingresso, sugerendo di rifiutare l'introduzione di questo iniquo balzello, giustificando la loro opposizione con il riferimento all'operazione scie chimiche, principale causa dell'inquinamento e non solo. Non usarono questa leva di Archimede e questi sono i risultati.

Chi è cusa del suo mal pianga sé stesso.

Ottimo articolo.

Ciao

Reply

Zret, non conoscevo questa iniziativa. Alla fine ancora una volta hai avuto ragione! Peccato che a rimetterci siamo sempre noi poveri cittadini inermi...

Ciao e grazie mille.

Reply

Ciao carissimo, purtroppo molti cittadini dovranno sborsare altri soldi per lavorare e lavorare per sborsare soldi a queste sanguisughe. Sono molto indispettito.

Comunque è un eccellente articolo e domani lo pubblicheremo sul blog dedicato alle immonde Arpie.

Ciao e grazie a te!

Reply

Zret, allora grazie ancora, sei troppo buono! :D :D :D

Reply

Sono d'accordo, è l'ennesima pezza che tappa un forellino ignorando lo squarcio.
Dopo i parcheggi per residenti, quelli a pagamento, ora anche l'ecopass... ma non li hanno visti gli inceneritori ai bordi della città? A meno che anche le polveri sottili non possano essere multate se prive di ecopass, è solo l'ennesima gabella per incamerare soldi...

Reply

Erbaviola, grazie per il commento. La politica è sempre la stessa, spillare soldi per investire in inutili provvedimenti...

Ciao, :D

Reply

mica solo commento... il tuo post ha causato questo: http://www.erbaviola.com/2008/01/03/ecopass-la-comica-di-milano-e-la-realta-di-ottawa/

...doverosamente citato, ovviamente ;)

Buona giornata!

Reply

Erbaviola, un grandissimo grazie!

Ciao, :D

Reply

Se proprio si vuol far pagare una tassa d'ingresso in città è giusto che paghino TUTTE le auto e non solo le più vecchie, un esempio: un Suv Euro4 inquina quanto un'utilitaria Euro2 ma non paga...

Allargherei la zona dell'Ecopass, chiudendo invece totalmente il centro, circolazione libera solo per residenti e parcheggi gratis in corrispondenza delle stazioni FS/ATM a chi poi effettivamente utilizza i mezzi pubblici.

E' prioritario il potenziamento della mobilità pubblica!
La promessa è quella di reinvestire il ricavato dall'Ecopass proprio in questa direzione ma non sarebbe stato meglio indirizzare subito qui i 20.000.000,00 di Euro spesi per la sua realizzazione?

Reply

Ciao Dinamo, credo tu abbia ragione. Siamo un Paese che non sfrutta le poche risorse che ha e fa di tutto per peggiorare la condizione dei cittadini.

Ciao e grazie

Reply

Posta un commento