800 Enti pubblici ficcano il naso nelle nostre email e telefonate

Quasi 800 enti pubblici hanno assunto il potere di "ficcare il naso" sulle nostre chiamate telefoniche o la corrispondenza privata, è emerso ieri. Poteri di "Stato di sorveglianza" sono stati consegnati a responsabili carcerari, polizia, agenzie per l'ambiente, NHS Trust, vigili del fuoco, uffici postali e 474 consigli locali. Le autorità locali hanno effettuato 1700 richieste per l’accesso alla telefonia mobile e ad altre informazioni private negli ultimi nove mesi del 2006 – utilizzandole per catturare "criminali", come fly-tippers.

In media, ci sono 28000 richieste ogni mese di accesso ai dati personali, secondo il Commissario alle intercettazioni delle comunicazioni Sir Paul Kennedy. Le associazioni per la privacy affermano che questo sia un altro passo verso un "Grande Fratello" della società in un paese che ha già la più grande banca dati del DNA del mondo e un gran numero di telecamere a circuito chiuso. Phil Booth, della campagna NO2ID, ha detto: "Poteri che sono stati utilizzati per lo più per ragioni di emergenza, vengono ora utilizzati per perseguire sospetti fly-tippers. "Devi rivolgerti ad un tribunale per segnalare un terrorista di Al Qaeda, ma un addetto alle intercettazioni può controllare le chiamate con una semplice richiesta. Il potenziale di abuso è enorme."

Sir Paul ha la responsabilità per il controllo delle domande presentate da MI5, MI6, GCHQ, 52 le forze di polizia e il Serious Organised Crime Agency - che hanno il diritto di intercettare le chiamate telefoniche. Altri con poteri di intercettare sono HM Revenue and Customs, la Royal Military Police e la British Transport Police. Altri enti pubblici, che possono verificare se le chiamate possano contribuire ad arrestare un criminale includono i consigli e gli organismi, come il Serious Fraud Office, servizi di ambulanza e i vigili del fuoco.

Leggi tutto

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.