27 giugno 2007

Di Qua...Come Nuvole Nere

Oggi nella Striscia di Gaza sono morte 14 persone e molti feriti a causa dell'ennesimo attacco israeliano. Il mondo continua a restare in silenzio, ma ogni giorno che passa diventa più assordante.



Di Qua...Come Nuvole Nere



Di qua, come nuvole nere, si diressero verso est,
calpestando fiori, bimbi, grano e perle di rugiada.
Cosi', sulla sabbia e senza funerale, cadde un martire:
con una fucilata in testa e un grido di minaccia e di odio,
l'assassino aggiunse, con la mitragliatrice, un'altra cifra
e, come una volpe, procedette, cercando altre cifre,
mentre, a poca distanza, pianse un bambino neonato
quando gli passarono sul visetto bruno
le catene di ferro di un carro armato.
Non dirmi: "Abbiamo vinto"!
Questa vittoria e' peggio di una sconfitta.
Noi non guardiamo la superficie, ma piuttosto la profondità del delitto.
Non dirmi: "Abbiamo vinto"!
Questa vostra bravura la conosciamo gia'
E conosciamo bene il prestigiatore:
il padrone che vi diede il segno di procedere...
Che cosa avete nascosto per l'indomani?
Voi che mi avete sparso di sangue,
che mi avete rubato la luce degli occhi
e che mi avete crocifisso la penna:
voi che avete violentato il diritto di un popolo innocente,
che avete aperto altre nuove piaghe nelle mie
e pugnalato la clemenza!...
Che cosa avete nascosto per l'indomani?
E' da vent'anni che, in un mare di lacrime e di sangue,
vivete un sogno d'estate, grazie all'appoggio altrui!...
Voi innalzate i castelli vostri per oggi stesso
E noi innalzeremo i nostri per l'avvenire.
La pazienza nostra e' tanto piu' illimitata
Di questa distanza aperta in quest'immenso spazio.
Ditemi, chi e' la madre che vi lascio' in eredita' il canale di Suez,
le rive del Giordano, il Sinai e quelle montagne di Golan?
Chi ruba un diritto altrui con la forza delle armi
Come potra' difendersi, quando, un giorno,
il bilancio delle cose si sara' sconvolto?
Io so che la terra e' gravida e gravidi sono pure gli anni,
che la giustizia non muore,
e gli aggressori non possono assassinarla,
e che, sulla terra, gli occupatori non sono mai durati tanto.
Per la millesima volta ve lo diciamo:
noi non divoriamo la carne altrui,
non ammazziamo bambini ne' uomini innocenti,
non rubiamo case, ne' prati,
non spengiamo il lume degli occhi altrui,
non rubiamo monumenti, e non rompiamo penne,
ne' incendiamo libri.
Per la millesima volta lo diciamo a voi,
che vi chiudete gli orecchi con cotone e con fango:
un grano di questa santa e libera terra non lo perderemo,
ve lo giuriamo:
non ci inchineremo davanti ai ferri ed al fuoco.
Se questa volta siamo tornati indietro,
e' come quando inciampa un cavallo:
il passo che abbiamo fatto indietro
e' solo per aiutarci a fare altri dieci passi avanti.

TEWFIQ ZEYYAD

Poesia tratta dal sito : http://www.arabcomint.com

Il compromesso

Ogni giorno che passa l'uomo è obbligato a prendere decisioni, a intraprendere la strada che più si addice al suo carattere e alle sue prerogative. Siamo in continua crisi, dobbiamo scegliere cosa indossare, cosa mangiare, cosa dire, cosa fare e cosa dimostrare. Spesso questo ci rende frustrati, innesca meccanismi perversi che ci vogliono schiavi di situazioni dalle quali vorremmo scappare, ci rende succubi di meccanismi sociali che non condividiamo, ma purtroppo dobbiamo assecondare. Queste dinamiche della vita a volte scendono a compromessi, semplici e banali come la scelta di prendere un caffè o una spremuta al bar, più complessi come le scelte che modificano la nostra vita. A volte queste scelte vengono influenzate dalla famiglia, dalla società, spesso anche dalla televisione. Ci troviamo con mille dubbi su cosa fare e cosa sia più giusto decidere, in totale confusione mentale, una confusione che spesso conduce a confonderci le idee, un colpo al cerchio e uno alla botte. Cerchiamo di camminare su un sentiero comodo e senza ostacoli, magari chiudendo gli occhi a quello che ci circonda, facendo del compromesso la nostra ragione di vita. Con questo non voglio dire che il compromesso sia del tutto sbagliato, ognuno è costretto a dover scegliere e giudicare, quello che mi piacerebbe succedesse, è però non ricadere nell'attitudine tipica degli ignavi. Lasciarsi trascinare dalla corrente, schivando abilmente problemi altrui, questioni sociali importanti, solo perché non ci sentiamo all'altezza e spesso perché non ne abbiamo la minima intenzione.

Ci resta così solo il tempo per galleggiare sul mare del sentito dire, della banalità, dell'atteggiamento tipico di chi non ha percezione della realtà. Ci rintaniamo in buie case inquinate per ionizzare il nostro cervello davanti alla scatola magica, l'unica che ci renda davvero realizzati per l'intera serata. Seduti sulla poltrona riusciamo a spegnere le nostre domande, cediamo al compromesso che tanto c'è poco da fare, che tanto il mondo fa schifo, c'è la fame, c'è la guerra, c'è ogni forma di male, noi nel nostro alzare le spalle diventiamo complici di questo atteggiamento, che vuole l'uomo macchina, privo di pensiero e privo di ambizioni a una vita migliore, schiavo delle scelte che non è in grado di fare, perché inconsapevole della sua forza interiore.

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

26 giugno 2007

Le alghe

Questo piccolo articolo nasce dall'esigenza di trovare alternative naturali alla lotta contro gli inquinanti atmosferici e alimentari che ogni giorno siamo costretti ad ingerire contro la nostra volontà. Tuttavia non parte da un punto di vista scientifico ne medico, non intende quindi sostituire nessun consulto medico e terapeutico.


L'inquinamento deve in qualche modo essere tamponato e limitato secondo alcuni accorgimenti, che possono aiutare ognuno a trovare un buon equilibrio psicofisico. È mia convinzione che tutto quello di cui l'uomo ha bisogno (oltre ad un cervello in grado di formulare idee proprie) è presente nella natura, unica fonte di vita per noi esseri viventi. Applicare i principi naturali nella vita moderna rende l'uomo più umile e consapevole di ciò che rappresenta nel mondo e qual'è lo scopo della sua intera esistenza.

Le alghe sono delle piante acquatiche molto utili alla corretta alimentazione umana. Utilizzate nella cottura di altri cibi o come integratore alimentare, forniscono preziosi elementi in grado di svolgere le fondamentali funzioni biologiche. Sono ricche di sali minerali, di calcio, riducono il colesterolo, puliscono il sangue e le arterie, migliorano la circolazione sanguigna. Agiscono sul sistema immunitario e donano flessibilità all'intestino. Questa loro caratteristica rende le alghe un vero e proprio super alimento. Come ogni buona regola alimentare vanno introdotte nella dieta gradualmente ed è preferibile non superare l'assunzione di una quantità superiore al cinque percento dell'intero pasto. Questo per non incorrere in problemi intestinali per le troppe fibre ingerite. La proporzione tra sodio e potassio presente nelle alghe, che serve per mantenere l’organismo in equilibrio, è molto simile a quella del sangue. Questo rapporto è fondamentale per mantenere l’equilibrio acido-basico. Un'altra caratteristica importante delle alghe, è che nonostante la massiccia presenza di inquinanti nel mare, non vengono attaccate da tali sostanze come avviene per la fauna marina, addirittura non riescono a crescere dove l’inquinamento supera un certo livello. Hanno un forte potere alcalinizzante sul sangue, controbilanciando gli effetti acidificanti della dieta moderna. Inoltre hanno un’alta digeribilità, un basso tenore calorico, contengono fattori antibiotici, antitossici, ipotonici, anti colesterolo, antireumatici, anti-infiammatori e sostanze fluidificanti e depurative del sangue, senza contare la loro azione marcata contro lo stress.

Esistono vari tipi di alghe, ognuna con la sua prerogativa e funzione alimentare.
Le più comuni sono:

Kombu (Kelp)
Nori

Wakame

Hijiki

Dulse

Arame


Sono fondamentali per la chelazione dei metalli pesanti. Viviamo in un mondo inquinato e costantemente alterato e sofisticato. I metalli pesanti sotto forma di inquinamento ambientale e alimentare, sono alla base della nostra dieta moderna. Involontariamente ingeriamo grandi quantità di sostanze dannose al nostro organismo, con scarse possibilità di un adeguato smaltimento, in mancanza di diete alcaninizzanti e incentrate su cibi crudi, possibilmente biologici.

Le velenose scie chimiche ogni giorno cospargono milioni di particelle di metalli pesanti e altri patogeni nocivi al nostro corpo. Questa criminale operazione contro ogni essere vivente contribuisce ad innalzare i livelli di metalli pesanti nell'organismo, con conseguenti sviluppi di malattie e problemi respiratori, problemi all'apparato neurovegetativo o peggio ancora all'insorgere di malattie autoimmuni.

Non potendo vivere sotto una campana di vetro, possiamo tuttavia cercare di limitare i danni mantenendo una sana e corretta alimentazione. Possiamo in qualche modo combattere coloro che ci avvelenano facendo la nostra parte e prendendoci cura del nostro corpo in maniera più naturale.


Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

25 giugno 2007

Le case tornano alle banche

Leggo un articolo sul sito dell'ANSA e mi viene da piangere...


Molto spesso su questo blog mi sono soffermato sulla costante e impietosa politica economica governativa. Una politica incentrata sull'indebolimento delle famiglie e delle ormai vuote casse statali a favore delle banche e della comunità europea. Molti pensano che l'euro abbia salvato l'Italia dal decadimento economico, altri come me hanno visto questo passo come l'inizio di una politica europea incentrata sulla creazione di un governo europeo di poteri forti, gestito fondamentalmente della banche. Banche che continuano le grandi fusioni, continuano ad arricchire i propri azionisti col signoraggio, l'anatocismo bancario e quanto di più subdolo è in loro potere per rovinare le vite di onesti lavoratori. Molte persone hanno comprato casa e acceso un mutuo per raggiungere il sogno di una vita. L'illusione di poter finalmente avere un tetto proprio, incoraggiati da politici senza scrupoli, è stato e continua ad essere un sogno comune. Ci avevano promesso mutui agevolati, variabili, mobili, senza penali per l'estinzione, senza ulteriori tasse a carico del cittadino. Questo ottimismo ha spinto molte famiglie a fare il grande passo. Oggi con il lento ma costante aumento del costo del denaro, le famiglie non sono in grado di rispettare gli impegni presi con le banche. Lo scenario è catastrofico se pensiamo alla probabile crisi economica in cui ci stiamo imbattendo, una crisi così profonda da essere ricordata sui libri di storia, una crisi che farà crollare il dollaro e tutto quello ad esso connesso, cioè l'intero sistema mondiale.

Le famiglie si troveranno ad essere sfrattate da quelle case che hanno sempre sognato, le banche si riapproprieranno di tutti gli immobili, le persone rimarranno senza casa, senza soldi e forse senza lavoro. Questo a mio modo di vedere è molto vicino alla realtà, una realtà che vuole la popolazione mondiale offesa della propria dignità. Privata dei beni materiali primari e uccisa con subdoli veleni cosparsi nei cieli e conditi in piatti sempre più alterati. Spesso vengo accusato di essere un pazzo visionario, questo aggettivo mi fa sorridere, a volte mi piace, ma purtroppo spesso queste strampalate teorie diventano realtà, a quel punto rimane una magra consolazione, quella di poter affermare: “Ma io l'avevo detto”. Preferirei sbagliarmi ogni giorno...

Senza parole


Video segnalato sul Blog PalestinaLibera!

Outlandish, Look Into My Eyes

Look into my eyes
Tell me what you see
You don't see a damn thing
'cause you can't relate to me
You're blinded by our differences
My life makes no sense to you
I'm the persecuted one
You're the red, white and blue

Each day you wake in tranquility
No fears to cross your eyes
Each day I wake in gratitude
Thanking God He let me rise
You worry about your education
And the bills you have to pay
I worry about my vulnerable life
And if I'll survive another day
Your biggest fear is getting a ticket
As you cruise your Cadillac
My fear is that the tank that has just left
Will turn around and come back

Yet, do you know the truth of where your money goes?
Do you let the media deceive your mind?
Is this a truth nobody, nobody, nobody knows?
Has our world gone all blind?

Yet, do you know the truth of where your money goes?
Do you let the media deceive your mind?
Is this a truth nobody, nobody, nobody knows?
Someone tell me ...

Ooohh, let's not cry tonight
I promise you one day it's through
Ohh my brothers, Ohh my sisters
Ooohh, shine a light for every soul that ain't with us no more
Ohh my brothers, Ohh my sisters

See I've known terror for quite some time
57 years so cruel
Terror breathes the air I breathe
It's the checkpoint on my way to school
Terror is the robbery of my land
And the torture of my mother
The imprisonment of my innocent father
The bullet in my baby brother
The bulldozers and the tanks
The gases and the guns
The bombs that fall outside my door
All due to your funds
You blame me for defending myself
Against the ways of my enemies
I'm terrorized in my own land (what)
And I'm the terrorist?

Yet, do you know the truth of where your money goes?
Do you let the media deceive your mind?
Is this a truth nobody, nobody, nobody knows?
Has our world gone all blind?

Yet, do you know the truth of where your money goes?
Do you let the media deceive your mind?
Is this a truth nobody, nobody, nobody knows?
Someone tell me ...

Ooohh, let's not cry tonight, I promise you one day it's through
Ohh my brothers, Ohh my sisters,
Ooohh, shine a light for every soul that ain't with us no more
Ohh my brothers, Ohh my sisters,

American , do you realize that the taxes that you pay
Feed the forces that traumatize my every living day
So if I won't be here tomorrow
It's written in my fate
May the future bring a brighter day
The end of our wait

(pause)

Ooohh, let's not cry tonight, I promise you one day it's through
Ohh my brothers, Ohh my sisters,
Ooohh, shine a light for every soul that ain't with us no more
Ohh my brothers, Ohh my sisters,

[with kids]
Ohh let's not cry tonight I promise you one day is through
Ohh my brothers! Ohh my sisters!
Ooh shine a light for every soul that ain't with us no more
Ohh my brothers! Ohh my sisters!

22 giugno 2007

Le scie chimiche contengono sostanze tossiche (articolo di G. Szymanski tradotto da Zret)

Risultati di laboratorio mostrano che le scie chimiche contengono sostanze tossiche irrorate in tutto il mondo dal Vaticano legato al Nuovo ordine mondiale

Stando a quanto appurato dai ricercatori, il vostro governo è responsabile: voi state respirando sei (6) batteri, incluso quello dell’antrace e quello della polmonite, nove composti chimici tra cui l’acelticoline cloride e ventisei metalli compresi arsenico, oro, piombo, mercurio, argento, uranio e zinco.

I cieli sopra Boulder (Colorado) non sono diversi da quelli della maggior parte delle altre parti del mondo, tramati da reticoli di scie chimiche che rapidamente si trasformano in nuvole artificiali da cui ricadono sostanze tossiche. Alle pendici delle magnifiche Montagne rocciose quasi ogni giorno si possono vedere degli aeroplani bianchi che irrorano sostanze tossiche, come segno di un programma ideato nell’ambito del Nuovo ordine mondiale volto alla riduzione della popolazione.

Tuttavia la cosa triste è che la maggior parte delle persone non ha sentore che i Gesuiti, legati al Nuovo ordine mondiale, hanno intenzione di ridurre la popolazione del pianeta di due terzi, essendo le chemtrails solo una delle sinistre trame per distruggere le nazioni.

Infatti, quando la gente guarda in alto, la maggior parte pensa che quelle bianche strisce siano scarichi degli aerei (e scie di condensazione, n.d.t.). E’ una spiegazione idiota per il popolo statunitense che ha subìto il lavaggio del cervello e che nutre ancora troppa fiducia nel suo governo del Male, ormai fuori controllo.

In un messaggio mandato al sito Arctic Beacon, ecco che cosa un lettore con preparazione scientifica, riporta di aver trovato.

“Ora state respirando etilene dibromide, nanoparticelle di alluminio e bario, fibre polimeriche contenenti materiali bioattivi non identificati. Le persone non sono state avvisate e consultate, ma sono certamente vulnerabili a queste operazioni.

Sono stati individuati, in campioni d’aria, componenti biologici tra i quali muffe modificate geneticamente, globuli di sangue essiccato e ceppi anomali di batteri.

Benvenuti nel "nuovo mondo" dei cieli di bario tossico, del controllo meteorologico, del controllo mentale attraverso l’uso delle scie chimiche associate alle frequenze elettromagnetiche generate da H.A.A.R.P. La nostra salute è sotto attacco, come evidenziato dal numero dei casi, cresciuto in modo esponenziale, di tumori del polmone, di asma e di patologie dell’apparato respiratorio.

L’ambiente ed il clima sono sotto un attacco che si traduce in lampi anomali, in bizzarrie meteorologiche, nel 20 per cento di luce solare in meno che raggiunge la superficie terrestre, nell’allarmante e quasi totale collasso di alcuni ecosistemi marini della costa occidentale (del Nord America, n.d.t.) e nella creazione dei più potenti uragani che si ricordino. I nostri cieli sono offuscati sempre più da nuvole artificiali contenenti bario, alluminio, etilene dibromide. Sia nell’atmosfera sia negli oceani questo particolato è una minaccia per la salute di ogni essere vivente. La mia salute e quella dei miei familiari è già stata drasticamente compromessa. Esiste una censura totale per opera dei media main-stream sicché l’unico modo per svegliare il mondo è dire la verità”.


Leggi qui l'articolo in inglese.

Fonte: Scie chimiche (Chemtrails)

Live Earth 7.7.07

Il 7 Luglio si terrà un mega concerto evento in varie parti del mondo per sostenere una campagna a favore della risoluzione del problema del surriscaldamento globale. In tempi non sospetti alcuni scienziati indipendenti scrivevano ottimi articoli e mettevano in guardia le persone di un eventuale surriscaldamento planetario e dell’intero sistema solare. Ovviamente nessuno prestò attenzione a questi allarmi, tutti gli “scemenziati” erano impegnati a disquisire sulle teorie di Darwin e a screditare tutto quello che metteva in crisi gli attuali dogmi scientifici. Oggi invece, il global warming sta assumendo un vero impatto mondiale, tutti si preoccupano delle conseguenze e dei possibili rimedi. Il concerto sarà un evento imponente, sponsorizzato e finanziato dalle più grandi multinazionali, le stesse corporazioni che sfruttano le risorse del pianeta e contribuiscono a surriscaldare il pianeta. Nonostante questi cambiamenti climatici siano imputabili a un intera evoluzione del sistema solare, poco a che vedere con qualche scarico d’auto di troppo, resta il fatto che stiamo inquinando la nostra povera casa e ancor peggio la stiamo rendendo inagibile alle future generazioni.

Pian piano il tetto ci crollerà sulla testa, a quel punto solo alcuni eletti riusciranno a schivare le tegole e alzarsi in piedi, il resto soccomberanno sotto le macerie di un mondo compromesso. Non mi sono mai piaciuti i grandi eventi, le pubblicità e le grandi sponsorizzazioni; il semplice fatto di avere una tale rilevanza mi conduce a pensare male, a credere che in tutto questo ci sia un secondo fine, che questi specchietti per le allodole servano solo per allontanare le coscienze dal vero problema. Gli stessi big della musica mondiale, si impegnano alla sensibilizzazione dei problemi mondiali, chiedendo ai governi di mantenere le promesse. Il giorno in cui qualche politico esaudirà le richieste di un cantante allora saremo veramente alla frutta.

Questi strani personaggi, imbottiti di alcol e droghe varie, abitanti delle molteplici dimore sparse per il mondo, si prendono lo scettro dei paladini della giustizia e mettono la faccia per puri e semplici ritorni di immagine. Forse la mia tendenza a vedere il marcio nelle cose mi spinge a non aver più fiducia di nulla, ma sinceramente vedere la forza spropositata utilizzata per l’evento, mi sembra confermare il paradosso della nuova frontiera dell’informazione. Politici burattini delle banche, cantanti che fanno i politici, comici che fanno gli informatori, mi chiedo se lo scambio di ruoli non sia una moda per esasperare la richiesta di verità e confondere ancor di più i succubi spettatori. Magari alla fine del concerto qualcuno dirà che gli aerei chimici stanno lavorando per il nostro bene, i metalli pesanti serviranno a schermare il sole e abbassare la temperatura di due gradi. In seguito arriveranno tanti asini volanti con le loro belle tutine argentate che rifletteranno i raggi solari e regaleranno creme abbronzanti al pubblico impazzito.

Qualcuno potrebbe pensare che questi eventi sono importanti per la sensibilizzazione, altri saranno felici di trascorrere un giorno di musica, per lo più per una buona causa. Io invece penso che sia ridicolo, penso che le persone dovrebbero conoscere meglio la realtà dei fatti, e che i cantanti strafatti dovrebbero rimanere nelle loro piscine a bere cocktail senza insegnarci come vivere la nostra vita. Il dito dell’accusatore è molto di moda, tutti cercano la colpa e il capro espiatorio, nessuno compie un esame di coscienza, davanti a uno specchio, nella solitudine di un monolocale di pochi metri quadri. Tutto questo mi fa sorridere, in fin dei conti sarà una bellissima giornata utile all’umanità. Poi tutto tornerà come prima, la piscina e le trenta auto sportive (che inquinano), i cocktail (utilissimi a trascorrere il tempo), le case, gli aerei privati (che inquinano), che noia che barba …

Ps. Ma per eventi che interessano la modificazione del clima si intendono anche le "scie di condensazione"? Perchè sul sito dell'evento non ho visto nessun tipo di informazione riguardante lo strano fenomeno, ne tantomeno la trattazione scientifica relativa alle sostanze inquinanti presenti nell'aria.

21 giugno 2007

L’Italia, uno Stato Canaglia

Da qualche giorno L’Italia sta sperimentando le follie delle trivellazioni. A scuola non ricordo di aver mai sentito parlare dei ricchi giacimenti italiani, ma probabilmente ero distratto nelle mie elucubrazioni mentali. La regione Toscana ha autorizzato la Heritage Petroleum a compiere rilevazioni e analisi sul territorio al fine di trovare le condizioni ideali per un’eventuale trivellazione. Dopo Val di Noto e le conseguenti ribellioni cittadine contro le trivellazioni, i ricercatori della società di Monaco cercheranno tracce di metano e idrocarburi, difficilmente troveranno il tanto ricercato oro nero, tuttavia questa notizia desta qualche preoccupazione. La zona del Chianti e della provincia di Siena è una delle più belle di tutta la penisola, queste operazioni infatti sarebbero svolte senza tener conto dell’impatto ambientale, ne dell’eventuale distruzione del paesaggio, in parte considerato patrimonio del’umanità dall’Unesco. Cercando di essere realisti, non credo nessuno riuscirà a fare nemmeno un buco con un trapano da muro su quei terreni, resta però allarmante la politica della Regione Toscana e la continua ricerca di combustibili che inquinano e sfruttano le risorse del pianeta. Immagino un’Italia ricca di gas e di petrolio, ricca di risorse naturali da sfruttare. A quel punto gli Stati Uniti potrebbero considerarci uno Stato canaglia e ri-portare un po’ di democrazia anche qui da noi. Dimenticavo … siamo già una colonia!

Nella testa del panda

Ogni tanto mi soffermo a pensare al perché delle cose e alle dinamiche della vita. Oggi pensavo al panda. Questo animale simpatico, emblema della tranquillità e della bontà, grande come un orso ma tenero come un agnello, un animale che comunica un senso di infinita tenerezza. Pensavo al numero degli esemplari presenti al mondo, alla loro prossima estinzione, al fatto che gli stessi panda pare abbiano perso l’istinto della procreazione, come se loro prima di noi, ci stessero comunicando che stiamo per giungere al capolinea. Mi sono immaginato un panda che mi dicesse: Ciao, il mondo è talmente marcio che non c’è più nemmeno speranza per il futuro, tanto vale rimanere casti e puri e attendere l’estinzione. Ho pensato che se un animale così carino e docile volesse farla finita con la sua specie, qualche piccolo problema doveva pur esserci. Possibile che l’istinto animale, il primordiale istinto di riproduzione è scomparso anche negli animali? Per un momento ho pensato che questo potesse essere un forte segnale di allarme. Mi piacerebbe chiedere al panda perché non ha più voglia di accoppiarsi e come si possa uscire da questa situazione. Purtroppo però, il panda non utilizza il mio stesso linguaggio e noi uomini sembriamo incapaci di osservare ciò che madre natura ci invia come forti avvertimenti. Considerando l’alienazione umana, forse fra qualche anno a anche l’uomo nanotecnologico sarà rinchiuso in gabbie, stanco anche di fare l’amore, con un bel ramo di bambù infilato nel …

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

20 giugno 2007

Una strana notte

Scrivo questo post abbastanza inusuale per il blog. Questa notte è stata particolare, la serata è cominciata tranquillamente, una discreta cena e poi un salto a festeggiare il compleanno di un amico. Tra risate e chiacchiere sono tornato a casa all’una di notte. Sarà stato il tiramisù, sarà stata la giornata e la mente in movimento, ma non sono riuscito a chiudere occhio tutta la notte. Esausto di guardare il soffitto della camera da letto ho deciso di alzarmi alle cinque in punto, consapevole che ormai non avrei potuto mai più prendere sonno. Sinceramente ero abbastanza incavolato, stanco e con gli occhi mezzi chiusi. Nonostante questo ho cercato di dare una pennellata di ottimismo alla giornata. Mi sono vestito in fretta e sono salito in macchina. L’idea era quella di andare al mare e starmene un po’ in pace. Mentre guidavo ho cominciato ad apprezzare i colori e i suoni tipici della primissima mattina. Il sole timidamente si affacciava dietro la montagna. Le edicole e i bar erano in fermento. Arrivato al mare ho cercato un posto che potesse avere una buon panorama. Respirando quell’aria pulita e fresca ho cominciato ad apprezzare questi momenti che difficilmente riesco a concedermi. Alla mia sinistra c’era il promontorio del Circeo, il gigante con le braccia incrociate dietro la testa che si godeva il primo sole della mattina. Davanti a me il mare sembrava dipinto con colori ad olio, calmo e silenzioso. Qua e la pescatori assorti nel silenzio e nel rito intimo della pesca. Alzando gli occhi il cielo era imbavagliato da una coltre grigiastra, in più punti lacerato e ferito da solchi velenosi, sembrava quasi che piangesse. Ho cercato di far parte di questo angolo di pace prima dell’inizio del caos di ogni giorno. Per due ore sono stato immerso nei pensieri, osservando come potrebbe essere la vita senza lavoro, senza tecnologia, senza scie, senza rumori molesti. Poi lentamente ho ripreso l’auto e sono andato a lavoro, mentre guidavo avevo uno strano sorriso, ero quasi inebetito, felice di aver iniziato la giornata in questo modo. Anche se non ho dormito nemmeno un minuto oggi mi sento felice, nonostante tutto ho vissuto una nuova esperienza.

19 giugno 2007

THE MEATRIX


Molti conosceranno (forse) già questa storia.. ma è inderogabile riproporla in tempi consoni.

Su uno sfondo di lettere luminescenti ‘alla Matrix,’ la videata iniziale ci presenta la domanda

"Cos'è il Meatrix?"

[NdT: Meatrix è un gioco di parole che utilizza il termine inglese "meat," carne, parodiando la famosa serie di film The Matrix]

Ci appare dinnanzi una tipica fattoria a conduzione familiare, con dei maiali delle galline e qualche mucca. Un contadino passa di lì e versa del cibo per il maiale nella mangiatoia.

CONTADINO
Eccoci qua, Leo.. (Leo il maiale grugnisce allegramente e inizia a mangiare).

MOOPHEUS
Psst, Leo! (Leo alza lo sguardo e scorge la figura di una mucca accostata alla stalla, con gli occhiali scuri e un lungo impermeabile nero).

LEO
Chi sei? Come fai a sapere come mi chiamo?

MOOPHEUS
Sono Moopheus, e so molte cose che ti riguardano. Hai mai sentito parlare del Meatrix ?

LEO
Il Meatrix?

MOOPHEUS
Vuoi sapere cos'è?

LEO
Va bene.

MOOPHEUS
La Meatrix ci circonda, Leo. È la storiella che ci raccontiamo per spiegare da dove vengono carne e prodotti animali. Questa piccola fattoria è pura fantasia, Leo. Prendi la pillola blu e rimani nella fantasia. Prendi la pillola rossa e ti mostrerò la verità.Leo sceglie la pillola rossa. All’improvviso tutto intorno cambia e si ritrovano entrambi in una lugubre porcilaia di tipo industriale, con le scrofe rinchiuse a perdita d’occhio in gabbie-incubatrici . Anche Leo si ritrova in gabbia.

MOOPHEUS
Benvenuto alla realtà.

LEO
Cavoli! Ma cos’è questo posto orribile?

MOOPHEUS
E’ una fattoria industriale, Leo. È da posti come questo che viene la gran parte delle uova, del latte e della carne che consumiamo.

LEO
Ma com’è che è successo?

MOOPHEUS
Ora ti mostro.Vieni.(Moopheus accompagna Leo ad una piccola fattoria, diventano due silhouette in primo piano)Verso la metà del XX secolo, grosse società agro-alimentari iniziano ingordamente a modificare l’agricoltura tradizionale per massimizzare i profitti, con grave pregiudizio sia per gli animali che per gli uomini. E’ nata l’agricoltura industriale.Un minaccioso robot appare all’orizzonte e avanza . Il cielo si fa scuro. Ora osserviamo la scena filtrata in rosso come dal monitor del robot; compaiono un mirino elettronico e una scritta che incoraggia a‘massimizzare i profitti.’ La fattoria viene colpita. Siamo testimoni della trasformazione della fattoria a gestione familiare in fattoria industriale. Sullo schermo in basso appare la prima di una serie di ‘etichette,’ “maltrattamenti sugli animali.”Gli animali vengono ammassati il più vicino possible gli uni agli altri. La maggior parte non vede mai la luce del sole, né ha accesso all’aria fresca, o un contatto naturale col terreno. Molti non hanno nemmeno lo spazio per girarsi.Queste crudeli condizioni creano liti e malattie tra gli animali. Per questo la macchina industriale inizia a mutilare sistematicamente gli animali con pratiche come il ‘debeccaggio’ delle galline, e prende piede la pratica di aggiungere un flusso costante di antibiotici al mangime, semplicemente per mantenere in vita i poveri animali.L’utilizzo eccessivo di antibiotici genera ceppi di bacilli super resistenti e portatori di malattie. Ci avviciniamo ogni giorno di più a un’epidemia senza ritorno.

( in basso sullo schermo appare la scritta “Germi patogeni resistenti agli antibiotici”)

LEO
Ammazza! Cos’è questa puzza?

MOOPHEUS
(Con voce smorzata) 6 milioni di chili di escrementi vanno ad inquinare l’aria e le falde acquifere. Ecco perché spesso le comunità vicino ad allevamenti industriali hanno un’alta incidenza di malattie da acqua o aria inquinate.

(Il logo “Inquinamento massiccio” appare in basso sullo schermo)

LEO
Che puzza di mmm…

MOOPHEUS
Shhh... E non è tutto. Le grosse società agro-alimentari distruggono intere comunità e maltrattano il personale da decenni. Dal 1950 sono scomparse in America più di 2 milioni di micro-suinicolture. Di questo passo, presto non esisteranno più fattorie indipendenti a livello familiare .(Vediamo un panorama con il robot che schiaccia fattorie dipinte di rosso, “defecandoci” sopra dei capannoni grigi. Il cielo si fa sempre più cupo. (Il logo “Comunità distrutte” appare in basso sullo schermo). Ecco la Meatrix, Leo. Le Bugie che ci raccontiamo per spiegare da dove viene il nostro cibo.Ma non è troppo tardi. C’è una resistenza. (Si uniscono a Moopheus un altro maiale e una gallina. Tutti hanno occhiali scuri e soprabiti neri)

LEO
Puoi contare su di me. (Infuriato, Leo salta via dalla gabbia e si libra nell’aria in un’azione alla Matrix) Come li fermiamo, Moopheus?

MOOPHEUS
(Rivolgendosi direttamente allo spettatore) Noi spargiamo la voce ma sei tu, il consumatore, ad avere il vero potere. Non foraggiare l’agricoltura industriale. C’è un’infinità di scelte possibili. (Tende lo zoccolo in avanti offrendo una grossa pillola rossa)

Clicca qui e ti mostrerò cosa puoi fare per sfuggire alla Meatrix.

Per chi volesse vedere il filmato:
http://www.themeatrix.com
B O J S

La nebbia

Da qualche giorno assisto a fenomeni del tutto nuovi nei cieli. Giornate solcate da innumerevoli voli chimici che seminano morte senza sosta. Tempo fa si potevano riconoscere le scie e intravedere i tracciati molto ben delineati, si poteva capire l’inizio e la fine della linea della morte. Oggi sta diventando impossibile, credo molto peggiore. Le scie sono diverse, si nascondono dietro piccole nuvole e creano una rete fitta di nebbia, qualcosa che da l’impressione di essere oppressi al solo guardare. Sembra che ci stiano infilando un sacco di iuta in testa e pian piano cominciano a torturarci. Camminando per strada si sente la pesantezza di un’aria viziata, cammino come quelle formiche a cui è stato spruzzato l’insetticida, senza senso, senza meta, con l’angoscia e il respiro corto. Il cielo ha perso il colore celeste, tutto è grigio, tutto muore e si spegne a 36 gradi all’ombra. Ci stanno uccidendo come mosche, ci infilano il cappio al collo lentamente, senza accorgercene siamo prossimi all’avvelenamento totale, anche l’aria, unico bene ancora gratuito sembra essere un lusso. Una sana passeggiata su un prato o al mare, oggi è peggio che una gita al centro commerciale. La nebbia sta uccidendo i cieli e le menti, tutti sembrano imbambolati, come se questi veleni siano penetrati nel cervello ed abbiano corrotto le menti creando dei veri e propri automi, privi di senso e di critica. La nebbia più pericolosa è proprio questa, la nebbia che alberga nella mente del popolo che non si ribella.


Giovanni Pascoli - Nebbia

Nascondi le cose lontane,
tu nebbia impalpabile e scialba,
tu fumo che ancora rampolli,
su l'alba,
da' lampi notturni e da' crolli,
d'aeree frane!

Nascondi le cose lontane,
nascondimi quello ch'è morto!
Ch'io veda soltanto la siepe
dell'orto,
la mura ch'ha piene le crepe
di valerïane.

Nascondi le cose lontane:
le cose son ebbre di pianto!
Ch'io veda i due peschi, i due meli,
soltanto,
che danno i soavi lor mieli
pel nero mio pane.

Nascondi le cose lontane
Che vogliono ch'ami e che vada!
Ch'io veda là solo quel bianco
di strada,
che un giorno ho da fare tra stanco
don don di campane...

Nascondi le cose lontane,
nascondile, involale al volo
del cuore! Ch'io veda il cipresso
là, solo,
qui, quest'orto, cui presso
sonnecchia il mio cane.

14 giugno 2007

La strategia Israelo-Statunitense

Mentre a Gaza continua ad infuriare la guerra civile, con decine di morti in pochi giorni, è difficile cercare di compiere un’analisi reale della situazione che si sta delineando. Quando Hamas entrò come parte attiva nella gestione politica palestinese, una serie di opinioni contrarie si levarono da ogni parte del mondo “democratico”. Una fazione così fondamentalista, che non rispetta la dialettica e dialoga con armi e granate, non era di certo ben vista dagli osservatori internazionali. Nonostante questo tutti erano consapevoli che questa occasione era una ghiotta opportunità per lasciare la Palestina in mano a due gruppi che si sarebbero indeboliti uno con l’altro, fino ad arrivare a quello che oggi possiamo vedere con i nostri occhi. Gli Stati Uniti e Israele hanno consentito di buon grado lo sviluppo della situazione, perché in fin dei conti era molto conveniente e avrebbe indebolito una nazione ormai distrutta, senza peraltro dover intervenire in prima persona. Israele ha continuato a reprimere e uccidere ogni dissidente, ha intensificato le rappresaglie a Gaza e negli altri territori per creare una vera e propria gabbia dalla quale è impossibile fuggire. Oggi la Palestina si trova a dover piangere i morti che i suoi figli procurano ad altri figli e a schivare le bombe che continuano a piovere da Israele. Lo scenario futuro possibile è molto incerto. Mentre questo accade, la comunità internazionale sembra incapace di esprimere una politica che ponga fine a questo scempio, molti non tengono in considerazione nemmeno che la situazione è così grave. In Italia i giornali ignorano o quasi questo nuovo conflitto, spendono invece molte parole di sdegno per la vicenda legata alla concessione di un permesso di lavoro per Priebke. Ammesso che l’ONU, in tempi non così brevi, riesca a esprimere una risoluzione per la Palestina, Israele e gli Stati Uniti avrebbero vinto la loro subdola guerra invisibile. Una guerra basata sulla contrapposizione delle fazioni palestinesi e una forte repressione verso uomini e risorse. Si troverebbero uno Stato controllato da un esercito para-americano e con una astuta manovra avrebbero il controllo della zona con più alto numero di conflitti del mondo. Staremo a vedere l’evolversi degli eventi, spero solo che i poveri innocenti palestinesi possano trovare finalmente una pace duratura.

Inferno a Gaza

12 giugno 2007

"Una follia tutta italiana"

Con buona probabilità nei prossimi giorni il governo preparerà un disegno di legge per mettere fine alla barbarie delle intercettazioni. Questo è quello che pensa il ministro Amato e tutti gli schieramenti politici del palazzo del potere. Il ministro ha dichiarato che queste intercettazioni sono "Una follia tutta italiana". Una follia che mette in piazza notizie su accordi e giochetti politici per favorire i furbetti che gestiscono l’economia italiana. I problema non è tanto legato alle intercettazioni, per la classe politica il problema è che in questo modo si mettono in piazza tutte le losche trame politiche bipartisan. Questo polverone ha lo scopo di accelerare il processo legislativo per colmare un vuoto che ormai è troppo evidente, c’è bisogno di insabbiare, nascondere e salvaguardare tutte le pratiche politiche atte a indebolire il popolo, in favore delle oligarchie economiche. Del resto in Italia e nel mondo comandano poche persone che tirano i fili dei burattini, tutto è vagliato ed eseguito secondo un piano prestabilito. La falsa moralità legata alla privacy è un subdolo pretesto per sviare gli italiani dallo scopo finale della messa in scena. Prima o poi, quando saremo barricati nella nostra casa con le telecamere che controllano la nostra vita privata, la nostra ora d’aria, il nostro conto in banca, le nostre abitudini, forse penseremo a quando ancora avevamo la forza di ribellarsi, ma per pigrizia e superficialità non abbiamo fatto nulla.

Approfondimento: La realtà supera la fantasia

Il macello palestinese

Continua l’accerchiamento israeliano nella striscia di Gaza, proliferano le lotte intestine fra le fazioni politiche palestinesi, che stanno destabilizzando profondamente e in modo definitivo una zona martoriata da anni. La comunità internazionale non alza un dito per fermare lo scempio, tutti si preoccupano solo di garantire i diritti e gli interessi dei sionisti. Gli Stati Uniti del resto hanno architettato tutto questo scenario per mettere contro anche i poveri fratelli palestinesi fra di loro. Questo scempio deve essere fermato, i responsabili devono essere processati per crimini contro l’umanità e ognuno dei mandanti delle quotidiane stragi, messo alla sbarra e condannato in maniera esemplare. Ci indigniamo ogni anno per la giornata della memoria e dell’olocausto ebreo, senza renderci conto che oggi i veri nazisti sono i militari con la stella di David sul braccio. Continuano a morire bambini innocenti, studenti dissidenti e tutti coloro che si oppongono al regime dittatoriale israeliano. Mi chiedo come un palestinese, privato della propria terra dai trattati internazionali seguenti alla seconda guerra mondiale, possa riconoscere lo Stato d’Israele, uno stato che stupra e uccide ogni essere umano che non sia ebreo.

Approfondimento

Aderisci anche tu all'iniziativa E POLIS per bloccare il Boy love day

Il 23 giugno si celebrerà il "Boy love day", la giornata dei pedofili.

Un'iniziativa internazionale promossa da diverse associazioni che dialogano attraverso siti internet con lo scopo di diffondere la "cultura della pedofilia" e solidarizzare con i violentatori di bambini in carcere. Nei siti, oltre agli appelli per "accendere una candela azzurra", compaiono foto di minori semi-nudi e chiari inviti al sesso libero tra adulti e adolescenti. Di fronte ad un tale scempio, ci appelliamo all'Unione Europea, all'Unicef e a tutte le istituzioni affinchè il "Boy love day" non si celebri e affinchè vengano oscurati tutti i siti Internet dove si sta propagando questa iniziativa.

Occorre reagire con forza e sostenere questa battaglia di civiltà per la tutela dei nostri figli e dei bambini di tutto il mondo dall'orrore degli abusi e delle violenze.

Link alla petizione

11 giugno 2007

Sipri: Italia ottava per spesa militare, settima per export di armi

La costituzione italiana cita:

L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.

Peccato che ormai è solo carta da c...

Fonte: http://unimondo.oneworld.net


Con un incremento del 3,5% rispetto all'anno precedente le spese militari nel mondo nel 2006 hanno raggiunto i 1204 miliardi di dollari in valori correnti e 1158 miliardi di dollari ai valori costanti del 2005. Unimondo rende noto in anteprima in Italia i primi dati del Rapporto Sipri 2007, l'autorevole Istituto di ricarca della pace di Stoccolma che oggi segnala come la spesa militare sia aumentata nel corso di 10 anni del 37% e registri un incremento pro-capite dal 2005 passando dai 173 dollari ai 184 del 2006.

Al primo posto permangono gli Stati Uniti che, per le operazioni militari in Afghanistan e Iraq hanno visto una crescita del budget militare che - ai valori costanti del 2005 - raggiunge i 538,7 miliardi di dollari e ricopre il 46% dell'intera spesa militare mondiale. Un incremento che a partire dal 2001 ha contribuito al deterioramento dell'economia americana" - segnala il Sipri. Al seguito, come ormai da diversi anni, Gran Bretagna (59,2 miliardi di dollari), Francia (53,1 miliardi), Cina (49,5 miliardi), Giappone (43,7 miliardi), Germania (37 miliardi).

L'Italia, con 29,9 miliardi di dollari, scende all'ottavo posto scavalcata dalla Russia (34,7 miliardi), ma con una spesa militare pro-capite di 514 dollari supera per il terzo anno consecutivo quella della Germania (447 dollari pro-capite), mantenendo in questa graduatoria il settimo posto. In generale, le spese militari segnano un incremento negli Stati Uniti, in Russia (del 12%) e in Cina, mentre sono diminuite nell'Europa occidentale e nell'America centrale.

Per quanti riguarda, invece, il commercio internazionale di armamenti convenzionali una nostra analisi sui dati del SIPRI mostra che sono i paesi dell'Unione europea i principali esportatori di armi il cui valore - tra trasferimenti interni tra i vari paesi dell'Ue e esportazioni extra-Ue - raggiungono nel 2006 la cifra record di 10,3 miliardi di dollari ricoprendo nell'insieme il 38,4% di tutti i trasferimenti mondiali. Se si considerano invece le sole esportazioni extra-europee, l'Unione europea raggiunge il 20% di tutto il commercio mondiale - segnala il Sipri.

Considerando i singoli paesi, gli Stati Uniti con 7,9 miliardi di dollari nel 2006 tornano ad essere il principale esportatore mondiale per il secondo anno consecutivo. Segue la Russia con 6,6 miardi di dollari e quindi la Germania - che con 3,8 miliardi di dollari raddoppia l'export di armamenti rispetto al 2005. Quindi la Francia (1,5 miliardi in calo rispetto ai 2 miliardi del 2005), l'Olanda che incrementa notevolmente le esportazioni raggiungendo nel 2006 la cifra di 1,5 miliardi di dollari); la Gran Bretagna che sale a più di 1 miliardo di dollari.

L'Italia scende al settimo posto, ma con 860 milioni di dollari di esportazioni militari segna un record ventennale: era dal 1985 infatti che l'Italia non superava gli 800 milioni di dollari di esportazioni di armamenti. Dati quelli del Sipri, che confermano appieno la forte ripresa dell'esportazioni militare italiana già segnalata dalle recenti Relazioni della Presidenza del Consiglio sull'export di armi.

09 giugno 2007

L'ARPA Piemonte "ammette" l'esistenza delle scie chimiche!

L'ARPA Piemonte, interpellata da un cittadino in merito alla precipitazione di una sostanza giallastra rinvenuta sulle auto ed in merito alla questione delle scie rilasciate da aerei privi di contrassegni, ammette, in un documento di risposta, l'esistenza del problema con le seguenti parole...

Il Dott. *** mi ha inoltrato la richiesta di informazioni da lei pervenuta relativamente al fenomeno del 25 maggio di precipitazioni che hanno lasciato le automobili ricoperte di polvere gialla.

In effetti, l'analisi di un campione probabilmente avrebbe permesso di risolvere il dubbio sulla natura e composizione di tale polvere, tuttavia l'attività analitica dell'ARPA è strutturata su analisi di routine con metodiche standardizzate previste dai compiti istituzionali dell'ARPA.

Non abbiamo avuto altre segnalazioni di percezione di presenza di zolfo (come lei indica per l'odore) durante il fenomeno da lei segnalato e rimaniamo convinti che probabilmente si trattasse di polline. Per cui concordo nel poter considerare "la questione zolfo chiusa". Presso il Dipartimento ARPA di Torino mi occupo del monitoraggio della Qualità dell'aria ed il controllo è focalizzato sui parametri previsti dalla normativa vigente, i cui dati possono essere consultati e scaricati presso il seguente indirizzo...

http://www.sistemapiemonte.it/ambiente/srqa/

I dati vengono aggiornati quotidianamente per i campionatori automatici, e appena disponibili quelli relativi alle polveri.

Mentre nel link seguente vi è un resoconto aggiornato annualmente della Qualità dell'aria a Torino e Provincia

http://www.provincia.torino.it/ambiente/inquinamento/eventi/sguardo

Le segnalo, comunque, che oltre ad i parametri previsti dalla normativa che potrà trovare nei siti indicati, da quest'anno è iniziata la determinazione di solfati, nitrati, cloruri e ammonio su particolato PM10 e su deposizioni umide, quindi avremo informazioni anche su questi composti che ci permetteranno di valutare l'entità dei composti dello zolfo presenti nell'aria.

Per quanto riguarda il fenomeno delle "scie chimiche" conosciamo il problema, tuttavia l'ARPA è un organo tecnico che misura e fornisce i dati ambientali, ma non è deputato a prendere decisioni di tipo politico o strategico.

Colgo l'occasione per porgerle distinti saluti.
Dott.ssa***
ARPA - SC06 Dipartimento Provinciale della Provincia di Torino
SS 06.02 - Attività Istituzionali di Produzione - Qualità dell'Aria

Si tratta di un'ammissione obliqua ed un po' ambigua, ma è pur sempre una dichiarazione in cui l'ARPA riconosce che sostanze chimiche sono irrorate nell'atmosfera, pur nascondendosi poi dietro il dito della non competenza ad agire.

Dopo che la dichiarazione dell'ARPA viene diffusa sulla Rete, un responsabile dell'Agenzia, su pressioni di un disinformatore ben informato e che opera in azioni di censura, in collaborazione con altri agenti, fa dietro front, smentendo le precedenti asserzioni della sua collega nel modo seguente, con la classica foglia di fico:

In riferimento alla risposta fornita alla richiesta pervenuta all'URP in data 26 maggio 2007 relativamente ad un fenomeno di "inquinamento da zolfo" nella città di Torino, si segnala una fuorviante interpretazione di una frase riportata nella risposta, in quanto con il termine “scie chimiche” ci si riferiva ai normali gas derivanti dalla combustione dei normali propellenti degli aerei civili che naturalmente sono composti "chimici" (ossidi di azoto, ossidi di zolfo, idrocarburi...) e che in effetti a seconda della temperatura degli stessi e dell'atmosfera e della velocità, possono condensarsi nell'atmosfera, determinando delle scie bianche visibili, ma non ci si riferiva a ipotesi di natura diversa di cui non siamo a conoscenza. Si richiede pertanto di rendere pubblica tale precisazione sul forum.

Si richiede inoltre di richiedere al forum di cancellare le indicazioni del nome cognome e indirizzo mail del funzionario ARPA riportato sul forum, in quanto viola quanto previsto dal decreto sulla tutela della privacy che era riportato in calce alla mail di risposta e che si riporta di seguito. Pertanto si DIFFIDA chiunque dal continuare a diffondere tali dati personali (nome cognome e indirizzo mail)

Il Direttore del Dipartimento Arpa di Torino
Dott. ***

Troppo tardi! Ormai il vaso di Pandora è stato scoperchiato: per l'ennesima volta un ente ufficiale è costretto a riconoscere, sebbene in modo indiretto, che si sta perpetrando, nella totale impunità degli avvelenatori e nell'indifferenza o collusione delle istituzioni, un genocidio. I contribuenti sono tartassati per mantenere con lauti stipendi, questa legione di parassiti, di codardi che violano la Costituzione e le leggi della repubblica, mentre la magistratura, le forze dell’”ordine”, i ministeri teoricamente preposti alla tutela della salute ed alla protezione dell’ambiente, continuano, con il loro silenzio e la loro inettitudine, a rendersi complici di imperdonabili scelleratezze per le quali un giorno dovranno pagare lo scotto. Si noti come la dottoressa della prima missiva parli di "questioni politiche e strategiche". Ora... si parla di "questioni politiche e strategiche" relativamente ad innocue scie di condensa? Bugiardi! Ormai la frittata l'avete fatta!


Fonte: Scie chimiche (Chemtrails)

08 giugno 2007

Gianni e Pinotto

Vignetta

Prodi: George guarda, cos'è quello?

Bush: Caro Romano, sono solo scie di condensazione create dall' Air Force One. Non devi preoccuparti...

Prodi: Meno male, altrimenti rischiavo l'ennesima crisi di governo...




07 giugno 2007

La semina degli armamenti

Finalmente un colloquio costruttivo, i due presidenti si sono scambiati parole di distensione dopo le critiche dei giorni scorsi. Sembra abbiano trovato un accordo sullo scudo spaziale e un sostanziale compromesso il materia di clima mondiale. Queste stupende parole hanno un significato ben preciso. Gli USA continueranno a piantare basi militari, ampliare le esistenti e potenziare le installazioni missilistiche in tutta Europa, la Russia continuerà la ormai nuova politica di ri-armamento, la più grande dalla guerra fredda e noi poveri imbecilli staremo a guardare le bombe che ci pioveranno in testa, quando sarà giunto il momento di sganciarle. Si continua a parlare di misure preventive, di sicurezza nazionale e prevenzione verso attacchi terroristici, ma nel modo più sbagliato possibile. Aumentare le strutture di difesa significa aumentare il rischio di attacchi ed un eventuale scenario di guerra mondiale. Del resto le corporazioni produttrici di armi dovranno pur pagare gli stipendi ai propri dipendenti, non sembra giusto lasciare senza stipendio un povero operaio, che diligentemente costruisce testate nucleari e mine antiuomo, appositamente assemblate per distruggere le vite di centinaia di bambini. Aumentano le spese militari italiane e di tutti i Paesi NATO. Pur non essendo uno storico, ne un analista internazionale, tutto questo mi sembra chiaro e limpido. Possibile che le persone non se ne rendano conto? Possibile che ci si preoccupa se i nostri figli escano con persone poco raccomandabili, si facciano una canna, oppure prendano un brutto voto a scuola e non ci preoccupiamo di quello che ogni giorno respirano, quello che mangiano e quello che la nostra cultura materialistica gli inculca nei cervelli sempre più lobotomizzati? Possibile che non si parli di null’altro che cavolate da prima pagina, come la farsa del voto di ieri al Senato? Forse è possibile, anzi è la realtà. Siamo coperti da nuvole chimiche che annebbiano i nostri sensi, temiamo il diverso e ci chiudiamo in tribù sempre più classiste e distaccate dalla realtà, facciamo di tutto per apparire e nulla per essere migliori. Quando la semina degli armamenti avrà fine, qualcuno accenderà la miccia (magari qualcuno con un bel velo sul volto), il resto sarà solo distruzione e morte.

06 giugno 2007

La distruzione delle famiglie

Oggi la BCE ha effettuato una correzione al rialzo dei tassi d’interesse al 4%. Questo aumento inciderà pesantemente su tutte le famiglie italiane, le rate di ogni forma di investimento saranno soggette a questo rialzo, i mutui incentivati da una precedente politica illusoria, arriveranno a pesare molto sulle famiglie italiane. L’ottimismo del governo in materia economica si infrange contro il muro della realtà, una realtà che vuole i cittadini privati di ogni dignità, schiavi delle banche e sudditi della politica economica europea. Questo clima di ottimismo che sembra circolare fra i ministri inetti del governo, fra scandali e abusi di potere, rende perfettamente l’idea di come la classe dirigente prenda per i fondelli le indebitate famiglie italiane. Persone che dopo anni hanno deciso di acquistare una casa e accendere un mutuo, oggi si ritrovano a pagare le conseguenze di questa scelta, con la spada di Damocle del crollo economico. Lo scenario possibile porterà gli italiani a non poter più sostenere le rate del mutuo, le case torneranno alla banche e l’Italia si troverà nelle condizioni dell’Argentina di qualche anno fa. Aspettiamo la grande depressione, sperando che la dignità, unica cosa che ci rimane, non venga barattata dal governo italiano. Forse è tempo di investire i propri soldi in oro e tornare al baratto come unica forma di commercio equo. Quando il sistema sarà esploso, forse le persone scenderanno in piazza e incendieranno le città e i palazzi del potere, ma sarà troppo tardi.

05 giugno 2007

Porte aperte al peggior terrorista

Roma si appresta a ricevere per l’ennesima volta il più grande terrorista di tutti i tempi. George W. Bush, arriverà nella capitale per i consueti inutili incontri italiani e per bacchettare il governo a seguire l’agenda del Nuovo Ordine Mondiale. Il prefetto di Roma ha reso note le misure di sicurezza da mettere in atto nella capitale. In un Paese democratico la visita di un capo di Stato estero, dovrebbe suscitare attenzione e rispetto, in questo caso invece, si temono cortei anti-americani e una città militarizzata. Se questo pessimo presidente fosse il vero esportatore di democrazia, nessuno si sognerebbe di manifestare il proprio dissenso in cortei antiamericani. Invece le persone cominciano a rendersi conto della fallimentare politica statunitense e del ruolo di burattino dell’Italia. Se consideriamo le vittime civili e militari causate dalle guerre statunitensi nel corso degli anni, si dovrebbe ricordare ogni singolo innocente con manifestazioni pubbliche ogni giorno. La politica americana inoltre contribuisce a costruire scenari disastrosi per il futuro. Le vittime di oggi, potrebbero essere solo le prime di una lunga serie di distruzione, che ancora una volta colpirà Paesi mediorientali e indebolirà la situazione geopolitica mondiale. Il gioco al massacro porterà all’esasperazione dei rapporti fra grandi superpotenze, che verranno ai ferri corti in seguito alle scarse risorse petrolifere e all’imminente crollo economico. Lo scenario non promette nulla di buono. Spero tanto che Roma faccia sentire la voce di protesta contro un uomo che dovrebbe essere nel braccio della morte al posto di altri connazionali, per crimini contro l’umanità.

Micoplasma: l'agente patogeno di collegamento nelle affezioni neurosistemiche (articolo del Dottor Donald W.Scott - seconda parte)

Fonte: http://sciechimiche-zret.blogspot.com

Come agisce il micoplasma

Il micoplasma agisce penetrando nelle singole cellule dell'organismo, secondo la predisposizione genetica di ciascuno. Se l'agente patogeno distrugge determinate cellule del cervello, si possono contrarre malattie neurologiche, mentre se aggredisce le cellule dell'intestino inferiore, si può contrarre la colite di Crohn. Il micoplasma, una volta penetrato nella cellula, a volte vi può restare latente per dieci, venti o trent'anni; può tuttavia essere innescato nel caso si verifichi un trauma, quale un incidente o una vaccinazione che non determina una reazione immunitaria. (...)

La creazione del micoplasma

Molti medici non sono a conoscenza di questo micoplasma, poiché esso fu sviluppato dai settori militari statunitensi nell'ambito della sperimentazione relativa alla guerra biologica. L'agente in questione fu brevettato dall'esercito degli Stati Uniti e dal Dottor Shyh Ching Lo. Nel 1942 i governi di Stati Uniti, Canada e Gran Bretagna stipularono un accordo segreto allo scopo di creare due armi biologiche (una che rendesse inabili ed una che uccidesse) da usare contro la Germania ed il Giappone, paesi che stavano anch'essi elaborando armi batteriologiche. I governi di cui sopra si concentrarono principalmente sul batterio Brucella e cominciarono a trasformarlo in un'arma. Anche il Servizio “sanitario” pubblico negli U.S.A. seguì da vicino il programma, mentre i Centri di “controllo” delle malattie lavoravano a fianco dei militari per trasformare patogeni esistenti da tempo immemorabile in modo che diventassero più contagiosi ed efficaci. Lo Special virus cancer program, ideato dalla C.I.A., creò un agente patogeno contro il quale l'umanità non disponesse di immunità naturale (furono i prodromi della sindrome che, in seguito, fu denominata A.I.D.S.): questo programma fu camuffato da piano per la lotta contro il cancro. (...)

Brucella cristallina

Un documento di uno studio del Senato declassificato il 24 febbraio 1977, dimostra che George Merck, della ditta farmaceutica Merck Sharp & Dohme (che ora produce farmaci per curare malattie che un tempo essa stessa creò), nel 1946 riferì al Ministro della guerra che i suoi ricercatori erano riusciti, per la prima volta, ad isolare l'agente patogeno in forma cristallina: avevano prodotto una tossina batterica estratta dal batterio Brucella. Tale tossina poteva essere trasmessa da vettori come gli insetti, l'irrorazione aerea o la catena alimentare. La Brucella è un agente che non uccide, ma rende inabili le vittime. Tuttavia, secondo il dottor Donald Mac Arthur del Pentagono, presentatosi nel 1969 innanzi ad una commissione congressuale, gli scienziati avevano scoperto che, disponendo di micoplasma di notevole virulenza, (10 alla decima potenza) esso si sarebbe sviluppato in A.I.D.S. ed il paziente sarebbe deceduto, dato che l’agente era in grado di eludere le naturali difese umane. Nel caso di una virulenza di 10 all’ottava, la persona avrebbe manifestato la sindrome da affaticamento cronico o la fibromialgia; con virulenza di 10 alla settima, la vittima avrebbe subito un deperimento. (…)

Giacché l’agente patogeno cristallino si discioglie nel sangue, le comuni analisi del sangue e dei tessuti non ne rilevano la presenza. Il micoplasma cristallizza solo a 8.1 pH ed il sangue ha un pH di 7.4: il medico quindi penserà che i disturbi accusati sono frutto della vostra immaginazione.


Leggi qui la prima parte.

04 giugno 2007

Il Paese dei sordo ciechi

Sempre più spesso mi trovo in difficoltà a scrivere qualcosa che abbia un senso. Le notizie sempre uguali, i soliti teatrini sulla politica interna, le solite notizie psico-economiche, le solite banalità sul gossip e le tette di qualche decerebrata da tv. Mentre scorro le notizie mi salta agli occhi l’inchiesta del pubblico ministero di Potenza sulla massoneria italiana. Questa nota mi risveglia e mi fa tornare il sorriso, penso che forse qualcuno abbia acceso il cervello e tentato di capire come funzionano realmente le cose in Italia. Mentre si parla di scandali tra ministri e alti rappresentanti dello Stato, qualcuno insinua che la massoneria è ancora ben radicata e gestisce parte delle amministrazioni locali. Sorrido perché da anni si parla di poteri occulti, senza riuscire nemmeno a sfiorare le menti del popolo gregge. Mentre i più grandi massoni del NWO si accingono a distruggere il mondo, altri rappresentanti (in parte gli stessi) si riuniscono per la consueta riunione di metà anno con il burattinaio mondiale. Sembra di vivere un copione ormai ben delineato che scorre in schermi tv invisibili, un sottile filo subliminale che continua a scuotere le sorti del mondo a scapito degli imbambolati e controllati piccoli uomini sordo ciechi. L’agenda del NWO continua senza sosta, solita disinformazione sul riscaldamento globale, solite operazione di bonifica dei cieli e soliti dibattiti politici.

Nello stesso tempo in Palestina le persone continuano ad essere trucidate dalle forze sioniste. Lo scandalo internazionale che Israele continua a perpetrare è vergognoso e ogni giorno di silenzio ingrandisce il crimine contro l’umanità che si compie nella striscia di Gaza. Stasera andrò a dormire, spero di alzarmi domani mattina e realizzare che tutto questo è un semplice incubo.

03 giugno 2007

Qualcosa vi sta facendo ammalare! (articolo di June Stephansen, tradotto da Sonia ed adattato da Zret)

Fonte: http://sciechimiche-zret.blogspot.com

Anche per questo breve, ma importante articolo, ringrazio il gentilissimo Dottor Gianni Ginatta. Spero che tale testo abbia la più vasta diffusione. Si precisa che i suggerimenti di questa ricerca non sostituiscono in alcun modo e per nessun motivo i rimedi, le terapie e le indicazioni del proprio medico.

Qualcosa vi sta facendo ammalare: i dottori non comprendono che cosa avete. Qualcuno ha attacchi di emicrania, fitte al nervo trigemino, dolori alle giunture, crisi depressive. Questi, per lo più, sono i sintomi della fibromialgia e della sindrome da affaticamento cronico.

La maggior parte di questi sintomi è dovuta ai micoplasmi rilasciati nell'aria con appositi aerei. Questi micoplasmi sono attivati nell'organismo umano da additivi, da dolcificanti artificiali, da conservanti contenuti nel cibo inscatolato e surgelato. Evitate perciò dolciumi, patatine, merendine confezionate e privilegiate, se possibile, alimenti naturali, biologici.

La principale causa della fibromialgia è da ricercare nella criminale irrorazione chimica decisa e voluta da quasi tutti i governi del mondo: di solito questa patologia insorge quando vengono somministrate la vitamina B2 o B12 che "svegliano" il patogeno latente. La maggioranza delle persone, infatti, ha nel suo organismo da due ad otto micoplasmi quiescenti che rimangono appunto inattivi, se non sono "destati" dall'assunzione di elementi di sintesi. Negli animali le patologie correlate ai micoplasmi insorgono di solito quando viene inoculato un vaccino.

Purtroppo anche alcuni tipi di tumore sono provocati dai micoplasmi diffusi con le chemtrails. Anche la terapia ormonale sostitutiva basata sulla somministrazione di estrogeno sintetico alle donne, nel periodo del climaterio, come pure l'estrogeno della pillola anticoncezionale possono essere responsabili di neoplasie al seno, del cancro uterino e del tumore delle ovaie. L'ormone sintetico è l'elemento scatenante per il patogeno.

Occorre quindi migliorare la dieta ed evitare di assumere farmaci più dannosi alla salute che inutili. Infine è fondamentale evitare l'esposizione alle sostanze chimiche e biologiche rilasciate nell'atmosfera durante le operazioni di aerosol.

Articolo correlato: Bojs, Alimenti non alimentari, 2007

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie. Clicca su OK

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

02 giugno 2007

ONDE & MICROONDE

LINEE ELETTRICHE

..la gente che vive sotto campi magnetici molto elevati è per il 40% più portata al suicidio e individui sottoposti a campi di basso livello .. mostrano una rapida crescita del siero triglicerico (un allarme evidente di problemi cardiaci). Negli USA e in Svezia, gli studi hanno evidenziato come sia i bambini che gli adulti che vivono nei pressi delle linee elettriche, possano più facilmente ammalarsi di cancro. Studi epidemiologici in Gran Bretagna hanno anche mostrato come i dipendenti delle compagnie elettriche, abbiano il doppio di possibilità di contrarre la leucemia mieloide acuta.

ONDE ELETTROMAGNETICHE

In natura tutto è vibrazione e la materia appare, a prima vista inerte, specialmente a livello macroscopico, ma a livello ultramicroscopico è agitata, come un mare in tempesta. Oramai è risaputo che vi è un continuo scambio di energia, di radiazioni, di ioni, di onde elettromagnetiche, di frequenze, tra Cielo e Terra. La Natura e l'Uomo vivono in mezzo a questo complesso interscambio, le nostre cellule cioè sono in stretto contatto con tali campi di forze. L'inquinamento elettromagnetico ha ultimamente saturato l'ecosistema terrestre di radiazioni o campi elettromagnetici di varie frequenze. E' un inquinamento invisibile ma anche per questo più pericoloso ..

Pericoli nascosti nelle case:

1) Moquette: si possono produrre elevati campi magnetici camminando su di essa, per effetto dell'attrito. Si può caricare fino ad un valore di 5000 volt. producendo un forte campo elettrico all'interno della stanza.
2) Bocchette aria condizionata: sono fortemente produttrici di cariche elettriche positive, perché l'aria, passando attraverso i fili si carica di tale polarità.
3) Il televisore: è costituito da un grosso tubo catodico che, letteralmente spara gli elettroni sullo schermo, questi oltrepassano e si diffondono nella stanza.
4) Motori: per esempio di frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie irradiano una considerevole energia elettromagnetica nell'ambiente.
5)Materiali sintetici: si caricano elettrostaticamente per strofinio. Esempio ne è l'uso indiscriminato dei collant giorno e notte.


DANNI PROVOCATI DALLE ONDE ELETTROMAGNETICHE

Effetto termico, ossia il riscaldamento del corpo o di sue parti esposte alle radiazioni. Questo riscaldamento avviene internamente al corpo e non viene percepito dagli organi sensoriali, per l’organismo non è così possibile attivare meccanismi di compensazione. Gli organi con scarsa circolazione sanguigna (che favoriscono la dispersione del calore prodotto) e bassa conducibilità termica (fattore negativo ai fini di una efficace dispersione del calore) sono i più colpiti (testicoli, cornea, ecc.) insieme alla ghiandola pineale, minuscola ghiandola a forma di pigna (da cui il nome) che secerne melatonina un ormone che regola, oltre l’umore, il sistema endocrino e riproduttivo.

Il prof. Ross Adey, biofisico, che fa ricerca sui campi elettromagnetici sin dalla fine degli anni ’50 ha identificato nelle membrane cellulari la parte dei tessuti che per prima subisce le interazioni con i campi elettromagnetici (CEM) a bassa frequenza e i campi modulati a radiofrequenza/micronde che sono possibili fattori di rischio per leucemie, linfomi, tumori al seno, melanomi epiteliali, tumori al cervello per esposizioni prolungate a campi magnetici con intensità superiori a 0,2 microTesla. Bambini a lungo esposti a valori di CEM 50-60 Hz superiori a 0,2 microTesla - come quelli prodotti dagli elettrodotti ad alta tensione - hanno una probabilità doppia di sviluppare una leucemia.

Infatti sono state riscontrate:

* variazioni della permeabilità cellulare
* variazione del metabolismo
* variazioni delle funzioni ghiandolari, del sistema immunitario, del sistema nervoso
centrale e del comportamento.
* possibili lesioni cerebrali
* influenza sulla crescita cellulare
* malformazioni fetali
* ustioni interne
* cataratta
* morte per infarto.
* variazione del numero dei linfociti e granulociti (esperimenti su cellule)
* variazioni del livello di anticorpi e delle attività dei macrofagi (esperimenti su
animali)
* tachicardia
* dolore agli occhi
* vertigini
* depressione
* limitazione della capacità di apprendimento
* perdita di memoria
* caduta di capelli

Nei paesi dell’Est europeo studi hanno evidenziato anche:

* sterilità
* aumento aborti
* abbassamento della fertilità


FORNI A MICROONDE

In Unione Sovietica il suo uso è stato bandito fin dal lontano 1976 (anche se oggi sono in uso).

La cottura a microonde fu originariamente sviluppata da una ricerca di scienziati tedeschi affinchè permettesse la preparazione in tempi ridotti di un grande numero di pasti da fornire alle truppe. Dopo la guerra gli alleati scoprirono le documentazioni delle ricerche mediche eseguite su questi apparecchi e trasferite negli USA per ulteriori approfondimenti scientifici. I russi, che eseguirono una ricerca molto seria sugli effetti biologici, dichiararono questi apparecchi fuorilegge, al contempo avvisando la comunità internazionale dei rischi biologici e ambientali che possono derivare dall'uso di questi forni.

Le microonde sono una forma di energia elettromagnetica come quelle della luce o della radio. La moderna tecnologia le utilizza per trasmettere a grandi distanze messaggi telefonici, programmi televisivi, informazioni da e per i satelliti, ecc. L'energia delle onde cambia di polarità , dal positivo al negativo, per un dato numero di volte durante ogni ciclo. Ogni forno produce una radiazione della lunghezza d'onda di circa 2450 megahertz (MHz) che interagisce con le molecole dei cibi. Mentre nei forni tradizionali il calore passa dall'esterno verso l'interno dei cibi, in quelli a microonde avviene il processo opposto. Le microonde bombardano il cibo all'interno, a livello cellulare, facendo cambiare la polarità delle molecole ad una frequenza di circa 100 milioni di volte al secondo. Questo movimento provoca una frizione fra le cellule che provoca il calore che "riscalda" il cibo. Purtroppo questa forza violenta deforma e danneggia la struttura delle molecole. Non è più cibo, ne ha conservato solo la forma esteriore.

L'Università del Minnesota ha fatto pubblicare nel 1989 un avvertimento alle famiglie riguardo al riscaldamento del latte per i neonati. Il riscaldamento nei forni a microonde provoca la perdita di vitamine e nel caso del latte materno vengono distrutte alcune sue proprietà protettive: "uno degli aminoacidi, L-prolina, è stato trasformato nel suo d-isomero, di cui si conoscono le sue caratteristiche neurotossiche (nocive al sistema nervoso) e nefrotossiche (nocive ai reni)." (Lita Lee, da "Lancet" del 9 dic. 1989)

In quasi tutti i cibi testati sono stati trovati composti cancerogeni:
- nella carne riscaldata si formano d-nitrosodientanolamine, note per essere cancerogene.

Inoltre avviene anche una degradazione delle proteine
- latte e cereali trasformano alcuni dei loro aminoacidi in sostanze cancerogene
- anche esposizioni molto brevi di verdure crude, cotte o surgelate trasformano i loro
alcaloidi in cancerogeni
- lo scongelamento di frutta trasforma il contenuto di glucosidi e di galattosidi in
sostanze cancerogene
- formazione di radicali liberi cancerogeni in verdure, specialmente radici (barbabietole,
rape, ecc.)
- diminuzione del valore nutritivo dal 60 al 90% in tutti gli alimenti testati ..

È sorprendente constatare che fino ad ora siano stati eseguiti pochissimi studi scientifici sugli effetti delle microonde sui cibi, considerando la progressiva diffusione di questi apparecchi.

Le microonde provocano anche la formazione di nuovi composti chiamati "composti radiolitici", sconosciuti nel mondo naturale. Questi sono creati dalla decomposizione molecolare, o decadimento, un risultato delle radiazioni.

Anche rimanere per alcuni minuti accanto ad un forno a microonde può essere estremamente pericoloso. Sappiamo che le cellule "esplodono dentro al forno", provate a friggervi un uovo.

GERMANIA: DECINE DI TUMORI PER I RADAR

Quando le emissioni sono superiori a 0,4 microtesla, raddoppia il rischio di leucemia infantile [mentre] per le persone che vivono entro 2 chilometri dalle torri di emissione elettromagnetica aumenta il rischio di tumori del sangue e del sistema linfatico. Nei topi esposti la probabilità di ammalarsi di tumori era aumentata del 240 per cento.

..
BERLINO - Sessantanove malati di cancro, di cui 24 già morti, a causa di normalissimi radar militari. L’età media delle morti di cancro - si parla di leucemia, tumori cerebrali, cancro ai nodi linfatici, carcinomi polmonari - è di soli 40 anni.

Secondo lo studio citato dalla "Zdf", già alla fine degli anni Cinquanta la Bundeswehr era al corrente dei rischi per i soldati, ma non aveva mai preso alcuna misura di protezione. Ancora negli anni Novanta i valori massimi sono stati superati ad esempio nel sistema di difesa Patriot. L’ex sottoufficiale addetto ai radar Peter Rasch, oggi cinquantanovenne, che negli anni Sessanta si ammalò 39 volte in soli quattro anni, i medici non riuscirono mai a trovare le cause. Più tardi al sottoufficiale fu scoperto un tumore al polmone.. Ancora nel 1992 una misurazione aveva rivelato valori 15 volte superiori ai livelli di guardia.

Secondo ricerche condotte in Inghilterra da un team di medici sui cadaveri di persone che usavano molto il telefonino, è emerso che tutte avevano gran parte del lobo temporale più o meno tumefatto. In altre parole: cotto, lessato dalle microonde.

CONOSCERETE LA VERITA’ ED ESSA VI RENDERA’ LIBERI DA OGNI MANIPOLAZIONE MENTALE

B O J S

Info rielaborate da Dentro la Notizia