Impressioni a caldo

Non sono un critico politico, ne ho seguito la vicenda del V-Day a causa di impegni personali, tuttavia vedendo le persone che hanno partecipato all'evento, qualcosa di strano nell'aria ci deve essere. Partendo dal presupposto che non ho nulla in contrario all'operato di Grillo, anche se personalmente lo preferisco come comico e basta, non riesco a collocare questa iniziativa in opposizione alla politica moderna. Grillo ha raccolto il malcontento di una buona parte di cittadini che sono stanchi di essere sbeffeggiati da una classe politica inetta e inadatta. La stessa classe politica che stima Grillo per la sua schiettezza e onestà, la stessa classe che forse commissiona a peso d'oro le tante parole di Grillo. Pensavo a quante persone riesca a mobilitare un comico genovese e a come potrebbe veicolare questa grande massa di voti verso un partito nuovo e fresco come il partito democratico. Se tutto questo fosse una semplice messa in scena elettorale, dovrò fare i miei complimenti a Beppe, perché avrebbe davvero beffato tutti. Questo corretto accanimento contro i parlamentari corrotti e la loro immunità è una battaglia giusta, ma rimane una piccola esigenza in un mare di problemi concreti. Non ho mai visto Grillo scagliarsi contro il signoraggio, le scie chimiche, l'alimentazione a base di veleno, la politica clientelare e molte altre cose con altrettanta efficacia. Togliere dal parlamento i condannati non risolve il problema della classe politica, una classe ormai gestita interamente da poteri occulti, una serie di bambocci tirati da fili invisibili al soldo dei grandi interessi economici. I problemi italiani e del mondo in genere sono molti e molto diversi. Una platea di adepti come quella di oggi, a mio parere raccoglie solo la parte superficiale di tutte queste questioni. Crea un calderone di falsa democrazia. L'illusione che tutti possono scendere in piazza e gridare il loro dissenso, senza che le cose cambino veramente. Non sarei sorpreso se Grillo in futuro desse la personale preferenza di voto ala nuova classe politica democratica che sta nascendo sotto l'astro di Veltroni. Una vecchia frittata che non è buon per l'Italia, qualcosa senza capo ne coda. Tutte le firme raccolte oggi avrebbero educato migliaia di persone a problemi reali, se solo fossero stati elencati e trattati al posto di queste facezie da prima repubblica.

Vorrei ancora precisare di non avercela in nessun modo con Grillo, apprezzo la sua tenacia, anche se credo miri anche lui ai propri interessi, siano essi politici, economici o entrambi. Non sono certo che sia un massone, un rappresentante di una qualche entità segreta, tuttavia non riesco ad intravedere la purezza candida del suo operato. La stessa censura che opera sul Blog spesso mi lascia perplesso. Certo con milioni di visite al giorno diventa difficile gestire tutto, ma non è così bello avere milioni di persone da educare con articoli di vera informazione, invece che parlare di un mucchio di stronzate? Lascio a voi la risposta...

Mi piacerebbe vedere in piazza persone con annesso cerebro che blocchino le città e paralizzino i centri di potere fin quando qualcuno non si degni a spiegare il perché di questa ignobile vita terrena, fatta di veleni, usurpatori e arrampicatori sociali.

In ogni caso questo evento ha creato tanto clamore, da ricevere anche un post che ne parli interamente, forse sono stato conformato anche io...

Ps. La politica non è in grado di sistemare l'Italia, in quanto non rappresenta una forma democratica di gestione dello Stato. Fin quando esisterà un Nuovo Ordine Mondiale l'unica alternativa è astenersi dal voto, lasciar morire questo sistema e tentare di costruirne uno più consono all'uomo dal basso, in orizzontale, senza l'aiuto di nessuno, senza il bisogno di chiedere soldi a nessuno, basandosi solo su fiducia, onestà e Amore.

Pps. Ultimamente vedo simboli e occhi in ogni cosa, ma il logo del V-Day sarà fino in fondo libero da messaggi subliminali?