Niente multa per l'auto blu

Oggi il governo ha varato un nuovo decreto legge che inasprisce notevolmente le pene legate alle infrazioni del codice della strada. Su repubblica di possono leggere i primi stralci della legge, che considera il cittadino come il peggior criminale possibile. Multe salatissime e carcere per chi viene trovato positivo al test dell'alcool. Peccato che questa legge non venga applicata alle forze dell'ordine, che spesso abusano del proprio potere, o alle auto blu dei diplomatici o dei parlamentari, che sfrecciano a velocità siderali, per di più scortate da polizia pagata dalle nostre tasse. Schifosi usurpatori di soldi dello Stato, cowboy senza il senso del rispetto e del pudore, schifosissimi politici super pagati e super potenti. Questa è la logica italiana, la logica del più forte che prevarica il più debole.

Da mesi su questo blog e su altri che stimo e apprezzo, si parla di limitazione della libertà individuale e di politiche atte a distruggere la dignità umana. Ogni nuovo decreto, ogni nuova restrizione, spinge il cittadino ad avere paura, essere terrorizzato e impaurito fino alla morte. A volte assistiamo alla spettacolarizzazione degli incidenti stradali, ore e ore di speciali televisivi che trasformano questi tragici eventi, in varietà mediatici privi di senso di rispetto per le vittime. Cresce la paura, cresce l'insicurezza, cresce la repressione. Dobbiamo ribellarci, dobbiamo uscire da Matrix prima possibile, ribelliamoci ai nostri oppressori con il volto di candido agnello. Facciamolo ora!

Approfondimenti

Intematrix