14 settembre 2008

Metro

Calore asfissiante, vento caldo, all’improvviso silenzio, rumori di acciaio su rotaia, brulichio di persone che entrano ed escono. Sguardi che si incrociano, altri che si penetrano, molti che si schivano come per proteggersi. Un balzo avanti, uno indietro, un colpo, poi un altro. Sudore, lacrime, risa e gioia di bambini. Tutto in una corsa, pochi minuti per raggiungere una nuova meta, in silenzio, in solitudine, ognuno perso nei propri pensieri. A volte la vita sembra una corsa in metro.

13 commenti:

  1. non l'avevo mai vista con quest'ottica..molto interessante

    RispondiElimina
  2. Ciao Ale,
    una piccola riflessione che mi è venuta in mente... un'analogia che trovo in questo momento della mia vita.

    Un caro saluto!

    RispondiElimina
  3. Direi che la descrizione è perfetta. Il paragone personale.

    RispondiElimina
  4. Anonimo11:51

    ....aspettando il treno due giorni fa. Sul binario accanto entra l'Eurostar per la Svizzera. Si ferma. Si aprono le porte. Gente scende con borse - con valige. Scendono altre persone con il pacchetto di sigarette in mano. Di carozza in carozza - come un popolo unito - accendo le loro sigarette.E ispirano nei loro polmoni velocemente - tirano forte e rapido. Buttano meta sigarette sui binari.(non sanno che Firenze minaccia multe..).Salgono. Le porte si chuidono. Il treno parte.
    Sono stortita dopo questa performance.
    Tempo fa' fumavo anch'io.....
    Ogni istante della nostra vità ci illustra!Cogliere attimo - l'attimo fuggente.
    Ciao Maria

    RispondiElimina
  5. Cara Maria, carpe diem!

    Ciao Tommi, ovviamente è personale... diciamo una fotografia di quell'istante.

    Ciao!

    RispondiElimina
  6. Anonimo15:23

    ...che vuol'dire?

    Maria

    RispondiElimina
  7. Cogli l'attimo!

    Ciao

    RispondiElimina
  8. Anonimo15:47

    Danke! Tschuess!

    RispondiElimina
  9. Anonimo15:53

    Veramente efficace pur nella sua concisione!

    RispondiElimina
  10. Ciao anonimo, grazie...

    RispondiElimina
  11. Anonimo16:51

    ah, danke tschuess era
    maria

    aggiungo allora...cogliere consapevolmente questi attimi ci mette a fuoco dentro - vivifica il nostro sentire e pensare - e come mettersi a fuoco nella nostra percezione....
    Bello questo fotogramma tuo - che mi ha fatto poi inserire uno mio molto recente - ricordare anche ... e dare più colore...

    RispondiElimina
  12. Maria,
    grazie a te per la riflessione...

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. adoro la metro e vedere le persone assorte nei loro pensieri :)

    RispondiElimina