Alimentazione e crescita spirituale

Questo blog si è interessato per lungo tempo di alimentazione naturale e di nutrizione consapevole. Credo fermamente che la nutrizione possa essere il punto di partenza per accrescere la nostra spiritualità e aiutare l’essere ad evolvere nel cammino di consapevolezza. Molti considerano il cibo come necessario alle funzioni vitali del corpo, altri pur conoscendo a grandi linee la sua importanza, utilizzano il cibo per appagare desideri ed istinti repressi. Infine ci sono i cultori della buona cucina, che ignorano totalmente i principi nutritivi, prediligendo gusto e associazioni enogastronomiche. Quando mi capita di parlare di nutrizione, spesso mi trovo di fronte persone poco comprensive nei miei riguardi, le mie idee vengono di continuo discriminate. In genere vengo criticato per il mio regime alimentare, non sulla base di prove scientifiche o teorie ragionate, più che altro su leggende metropolitane o su classiche battute da bar.

Quello che ho sperimentato nel corso degli anni, è la perfetta armonia che il cibo e lo spirito possono raggiungere in un cammino evolutivo. Consigliando alle persone più aperte al dialogo dei piccoli cambiamenti nel loro regime alimentare, ho potuto verificare un cambiamento anche in modi e comportamenti. Generalmente si ritrova una maggiore tranquillità e una maggiore centratura. Il cibo diviene il veicolo per ritrovare il contatto con il corpo, spesso considerato esclusivamente come un insieme di cellule ed apparati.

La nutrizione consapevole può essere l’inizio per un cambiamento in positivo nelle persone, la scintilla che innesca una serie di processi mentali, capaci di riportare l’uomo a contatto con la sua parte più sottile. Per molti è impensabile credere di poter cambiare o guarire semplicemente cambiando il rapporto con il cibo, perché profondamente condizionati da una società che ha fatto del cibo e dei farmaci, le armi per distruggere la salute dell’uomo. Possiamo ritrovare la nostra armonia inseguendo uno stile di vita più salubre e consapevole, favorendo la nascita di sentimenti di rispetto verso ogni forma vivente, aiutando la Natura a ripristinare il contatto spirituale che la lega all’ambiente.

Oggi più che mai abbiamo bisogno di fare un passo indietro, un passo verso l’evoluzione interiore, rinunciando a quello che invece consideriamo evoluzione “esteriore”. Gli allevamenti e le colture intensive, lo sfruttamento delle materie prime e il depauperamento della terra, non può essere più considerato progresso, ma solo un errore che l’uomo moderno non dovrebbe più commettere, per ritrovare la giusta collocazione all’interno del Creato.

Articolo correlato: Nutrizione Consapevole
Articolo correlato: La medicina del futuro

Ti è piaciuto l'articolo? Clicca su OK

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

24 commenti

Per me è stato proprio così;
ho cominciato con l'alimentazione, ottenendo grandi miglioramenti nella stabilità e nella salute corpo/mente, e ho dovuto sentire critiche di tutti i tipi.
Sono vegetariano da circa 12 anni e sto in perfetta salute!
alla faccia di chi ti guarda quasi con disprezzo e ti dice:"ehm...si...ma il ferro...il ferro dove lo prendi?"
(nota bene: mia zia mangia carne 14 volte a settimana !!! e le hanno trovato il ferro bassissimo...)

Reply

Carissimo, hai perfettamente ragione... grazie per la tua testimonianza.

Io ho risolto ogni problema fisico con un corretto e più consapevole approccio al cibo. Purtroppo in genere si danno per scontate troppe cose che invece sono importanti per la nostra salute. Manca un'educazione in questo senso, è sufficiente capire quanti programmi di cucina ci sono in tv e quanta disinformazione regni su tali argomenti...

Pazienza, ognuno con i propri tempi potrà trovare le risposte che cerca, se le cercherà ovviamente... l'importante è rispettare il pensiero altrui, vista la nostra comune "pazienza" verso coloro che criticano senza senso le nostre scelte.

Un caro saluto

Reply

Ciao più tardi passerò a leggerti, immagino che a te di ricevere premi onorifici come blogger possa non interessare, ti confesso che per me è uguale, ma alle volte può risultare utile, infatti ho premiato anche te, nel post che sto per pubblicare affinchè gli alrti che mi vengono a fare una visitina si incuriosiscano e vengano a sbirciare di qua!
Ciao

Reply

Ishtar, grazie mille per aver citato il mio blog. Per me è un gesto di apprezzamento e fa molto piacere riceverne...

Ti saluto con affetto

Reply

Ad essere sincero delle volte ci penso. A tutto quello che dovrei fare, ma manca sempre la volontà. Anche nelle cose più semplici, spero di riuscire in questa cosa magari più avanti. Freenfo sei vegetariano?

Reply

Ciao Ale, sono vegano.

In ogni caso ascolta il tuo cuore e scegli con autonomia, senza farti condizionare da altri. La cosa importante è fare quello che si sente dentro e soprattutto ciò che ci fa vivere in pace con tutto il resto.

Non è necessario essere vegetariani, anche se credo sia un buon modo per essere più consapevoli e rispettosi del pianeta. Oggi come non mai in questo periodo di sprechi enormi.

Quando sentirai l'esigenza di variare la tua dieta vedrai che sarà con grande naturalezza. Non forzare mai nulla che non sia davvero importante per te. Ogni cosa a suo tempo...

Ciao carissimo

Reply

mi fai sempre sentire meno sola, grazie! a volte è difficile portare avanti le proprie scelte!

Reply
Anonimo mod

Ciao, freenfo il tuo blog mi piace proprio.

Questa società ci vuole consumisti in tutti i sensi facendoci credere che i piaceri materiali sono quanto di meglio noi possiamo ambire.
L'alimetazione da suicidio della quasi totalità delle persone è solo un aspetto del cosumismo sfrenato.
In tal modo la gente di ammala e prende farmaci (ovvero VELENI) sperando di guarire.
In tal modo sono tutti contenti: industria della carne, del pesce, dei latticini, industria farmaceutica e così via....

Ci hanno fatto credere che siamo onnivori e questa è pura follia.
Inoltre se fossimo onnivori non dovremmo mangiare tutto il cibo industiale che la gente ingerisce, ma solo carne di animali morti appena uccisi con le nostre mani (che schifo!) e vegetali di vario tipo.

L'uomo, nella sua condizione psico-fisica perfetta è un frugivoro puro.
Io mangio da un anno solo frutta, verdura e frutta secca e sto molto meglio di prima (non potrebbe essere altrimenti).

L'alimentazione nutre non solo il nostro corpo ma anche la nostra neurologia.
In tal modo avendo un'alimetazione diversa siamo anche persone diverse.

Fdmpaul, da dove dovremmo prendere il ferro se non dai vegetali che trosformano il ferro inorganico del terreno in ferro organico adatto per essere assimilato dal nostro organismo?
Inoltre non importa quanto si mangia, se l'organismo è malato e il nostro intestino devastato perchè costretto ad ingrire veleni ad ogni ora del giorno senza mai avere "riposo" allora si assimila pochissimo di ciò che si ingerisce.
Pià un organismo è sano e più gode di vitalita con una modesta quantità di cibo.

Saluti

Reply

Lamelamara, non siamo soli ed è bello ricordarselo ogni tanto... grazie a te! :D

Anonimo,
grazie mille per il tuo commento. Da tempo cerco di elogiare la dieta naturale nei vari articoli. In passato ho parlato molto di nutrizione, mantenendo sempre un tono poco tecnico per non annoiare nessuno con dati o tabelle. Anche io credo l'uomo sia frugivoro, ma quanti sono pronti a sperimentare tale verità?

Ognuno mantiene la propria idea perché ormai consolidata nella mente collettiva come unica e giusta. Invece si dovrebbe sperimentare e provare quello che è giusto per noi, senza condizionamenti. Dalle tue parole ti sento molto vicino alle mie idee, sicuramente sarai molto più esperto di molti altri che sputano sentenze senza valutare le conseguenze.

Come spesso ho scritto, il problema è quanto si assimila, non quanto si mangia…

La verità è nelle cose semplici… come un frutto appena colto.

Grazie mille

Reply
Anonimo mod

Ciao,

ogni tanto ci ritroviamo:) ed è sempre un piacere!

personalmente mi sto sforzando parecchio per cambiare il regime alimentare sballato che seguivo e che, parzialmente, seguo ancora. Non è facile all'inizio, ma quando cominci a stare meglio fisicamente anche la condizione mentale cambia e rifiuti di mangiare quello che prima ti sembrava necessario.

Per ora sto provando dissociando gli alimenti in 4/5 pasti leggeri al giorno, e mangio carne una o massimo due volte la settimana (consiglio x i carnivori incalliti: provate a non mangiarla per una settimana, sentirete che differenza)

Purtroppo sull'argomento c'è tanta confusione in giro, sapresti consigliarmi qualche sito (libro) dove trovare informazioni veritiere sull'alimentazione corretta? Intendo, per capire cosa è meglio mangiare dei nostri prodotti "mediterranei".

Sono sempre nella schiera dei tuoi fidi lettori, un saluto e un abbraccio fraterno.

Alberto

Reply

Ciao Alberto,
complimenti per la tua decisione e la tua forza di volontà. Libri sull’alimentazione ce ne sono centinaia. Difficile consigliare il meglio, perché ognuno arriva alle conclusioni secondo diversi percorsi. Anche se la dietetica cinese e la macrobiotica sono molto affascinanti, nonché valide, richiedono una grandissima cultura in materia di medicina cinese e natura dei cibi. Ti garantisco che è davvero difficile, almeno all’inizio.

Se vuoi iniziare, un ottimo approccio può essere una sana e corretta combinazione degli alimenti. Illuminante in tal senso è l’igienismo e i libri di H. Shelton, un vero grande pensatore di questo secolo. Da una corretta combinazione degli alimenti potrai notare una grande e ritrovata vitalità, un corretto funzionamento della digestione ed eliminazione. Inoltre il tuo intestino comincerà a respirare un po’ di più. Considera che molti problemi derivano proprio dallo stato intestinale.

Un altro libro molto radicale ma sconvolgente nella sua semplicità è “Il sistema di guarigione della dieta senza muco” di Arnold Ehret. (Questo testo però è molto radicale, potrebbe essere di forte impatto all’inizio…).

Infine il consiglio principe è quello di prediligere cibi crudi e non elaborati (cosa che la Natura non fa)… spero di poter in futuro scrivere ancora dei post in merito per far luce su questa tematica che credo sia molto importante.

Ovviamente tutti questi consigli sono in opposizione ai classici canoni nutrizionistici, ma se avrai una mente libera e scevra da pregiudizi, ti renderai conto della verità. Segui sempre il tuo istinto e non rimarrai deluso.

Un carissimo saluto

Ps. Su questo blog trovi altri articoli relativi all’alimentazione naturale, può essere uno spunto di riflessione per iniziare… :D

Reply
Anonimo mod

Eh si, la mia meta è il fruttivorismo puro, ma per raggiugerla serve molto tempo per far tornare il nostro organismo a quella "operatività" tale da consentirci di vivere di sola frutta.
Visto che praticamente tutti noi siamo nati in una famiglia di onnivori siamo cresciuti con cibo che non ha nulla a che fare con la nostra fisiologia e che ci ha avvelenato.
Di fatto tutte le persone si sono "costruite" un corpo pieno di veleni con un intestino, dei polmoni ed un apparato cardiocircolatorio colmi di "ostruzioni".
Le persone considerate "in salute" dalla scienza medica sono in verità in uno stato di patologia cronica.
Non possiamo immaginare quali erano le potenzialità della razza umana in termini di salute psico-fisica, di longevità e di innalzamento spirituale.
Ma ormai l'uomo è ormai da molti milleni che ha iniziato il suo declino e la sua "involuzione".
Ormai sembra che solo la miseria faccia parte delle vita dell'uomo e i corpi malati nei quali noi esseri spirituali "allogiamo" in questo tempo sono solo l'aspetto esteriore di quanto siamo caduti in basso.
Siamo caduti in basso nella perversione che ci ha portato ad essere "tossicodipenti" dal cibo (eh si, la dipenza dal cibo col suo mangiare 3-4 volte al giorno è di gran lunga la pià "potente" dipendenza che ci soggioga, in confronto le altre dipendenze appaiono poca cosa).
Siamo caduti in basso (noi animali frugivori) a nutrirci dei cadaveri degli altri animali erbivori che uccidiamo per soddisfare la nostra perversione "dietetica".
E siamo caduti in basso pensando che le "gioie" della vita sono i vizi della socità ed il suo consumismo.

La strada per tornare al fruttivorismo puro ed al giardino dell'eden è lunga e richide certamente una lunga "transizione" e sicuramente anche l'uso del digiuno per "svuotare" l'organismo dai veleni accumulati fin dall'infanzia e farlo tornare alla sua piena capacità assimilativa ed alla sua "purezza".

Reply
Anonimo mod

Alberto, ti invito a riflette sul fatto che SOLO noi esseri umani ci sforziamo di "scoprire" quale sia l'alimentazione adatta al nostro organismo.
SOLO dobbiamo "studiare" per capire cosa è adatto alla nostra fisiologia.
E, guardacaso, l'uomo è l'animale pià ammalato sulla terra e nessun altro animale ha violato così grandemente le leggi dell'alimentazione come l'uomo.

Nessun animale pensa a cosa deve mangiare, lo sa per istinto ma, riflettendoci su, l'uomo fa proprio bene a pensare a cosa deve mangiare...

Reply

Sottoscrivo integralmente...

Ciao e grazie

Reply
Anonimo mod

Ciao Freenfo,
la mia è stata una decisione obbligatoria, perché ho sempre sofferto di mille problemi diversi per arrivare a scoprire che tutto era legato all'alimentazione scorretta (cioè chimica, non naturale). E parlo di un'educazione alimentare sballata inculcata fin da bambino dalla tv, la scuola, i genitori, ecc...

Ti ringrazio moltissimo per i consigli, acquisto subito i libri degli autori che hai menzionato. Si basano su principi che condivido in pieno, ed è quello che cercavo per iniziare seriamente.

Una su tutte, reputo la dietetica cinese il migliore regime alimentare per l'uomo, perché prende in considerazione gli effetti dei cibi sul corpo umano, partendo da 'che tipo di corpo' va alimentato (ben diverso dalle pubblicità dove viene detto che "il formaggio Mio va bene indistintamente per tutti i bambini")

Di recente ho letto qualcosa sulla cucina macrobiotica, e in effetti è abbastanza complicato imparare quel tipo di cucina/cotture (oltretutto non è facilissimo reperire gli ingredienti) ma quello che mi affascina davvero è che i piatti macrobiotici sembrano altrettanto gustosi che quelli "tradizionali".

Naturalmente, questo mio cambiamento è stato stimolato anche del tuo lavoro nel blog (tant'è che è l'unico in cui posto i miei commenti:) e di questo ti ringrazio nuovamente. Avanti così fratello!

Buona giornata

Alberto

Reply

Alberto,
felice di essere di aiuto nel mio piccolo. Buono studio e in bocca al lupo.

Ricorda sempre di prediligere anche cibi crudi e vivi ad ogni pasto. Una buona insalata, carote o altre verdure crude sono sempre un buon modo per iniziare il pasto, mangiare di meno e avere una grande varietà di nutrienti assimilabili con facilità dal nostro corpo.

Ciao!

Reply
magicLakeComo mod

Ciao Free, dato che ovviamente è venuta fuori la scelta etica e salutare della dieta vegetariana/vegana consiglierei di incominciare ad invertire i ruoli.. nel senso di non sentirci più Noi i "diversi" ma di far sentire gli altri tale. ed in una conversazione dobbiamo essere noi ad essere stupiti e sconvolti quando qualcuno si ciba di cadaveri, rivolgendoci a loro increduli ed incuriositi a chi ci sta vicino per esempio in questo modo : ma come, tu mangi Carne ?? e come fai, stai bene ? sei ancora vivo ?!
magari in questo modo li aiuteremo anche a Risvegliarsi_
Stop al massacro!

Reply

Magiclakecomo,
sarebbe bello se tutti potessero scegliere la dieta vegetariana...

Però penso si debba rispettare la scelta di ognuno, che percorre il cammino a diversi livelli di consapevolezza... anche perché è una scelta che nasce da dentro, difficilmente si può convincere qualcuno ad un cambiamento, se non nasce dalla propria essenza...

Ti abbraccio

Reply
manuele varese mod

hai ragione, ma a molti serve dargli anche l'input o la "pulce nell'orecchio"..poi purtroppo ci sono anche moltissime persone che non lo affrontano nemmeno un cammino interiore di risveglio della coscienza ed evoluzione spirituale. per loro è ancora più difficile.

a proposito di macrobiotica.. sono tornato giusto ieri da una vacanza-studio in puglia dell'associazione "un punto macrobiotico" e vi posso dire che gli effetti benefici sulla salute li vedi anche solo dopo pochi giorni di questa dieta curativa_
un abbraccio

Reply
magicLakeComo mod

"manuele varese" sono sempre io :)

Reply

Ciao carissimo,
benevengano tutti gli input che possiamo fornire, anche con il nostro esempio!

La macrobiotica è una scienza quasi esatta... ma racchiude davvero moltissime regole...

;)

Reply
magicLakeComo mod

si ed infatti impone anche diverse limitazioni ed è difficile quindi non "sgarrare" mangiandosi magari anche una patata o un pomodoro (anche le solanacee infatti sono escluse dalla dieta)

Reply

secondo me l'unico vero input è l'esempio. solo quando le domande vengono spontanee le persone sono disposte ad ascoltarne la risposta, per mia esperienza. :)

Reply

Lamelamara,
sono d'accordo con te al 100%.

Un abbraccio

Reply

Posta un commento