15 aprile 2009

Fermi in movimento

Le pause di riflessione riempiono giornate ricche di cambiamenti, tutto si muove rapidamente, talmente veloce da sembrare di rimanere fermi su se stessi. Si percepisce un’evoluzione più sottile e profonda, più lenta rispetto ai grandi sconvolgimenti passati. Tutto si sta delineando così come era stato abbondantemente previsto. Gli scenari futuri sembrano prendere forma e sostanza come se ormai nulla possa più scuotere la nostra coscienza. La consapevolezza degli eventi ha preso il controllo della nostra esistenza, si riesce ad osservare con occhi nuovi, positivamente distaccati dal dolore e dalla sofferenza. Il dolore si trasforma in grande comprensione per un processo al quale noi tutti siamo attori consapevoli. La stessa Madre Terra assesta i suoi colpi con apparente cinica precisione. In realtà è solo il naturale processo di trasformazione che l’uomo continua ad ignorare. Un sistema di cambiamenti che porteranno l’umanità a risplendere della Luce cosmica.

È tempo di abbracciare la Luce in ogni sua manifestazione, è tempo di lasciare il comando al Cuore, unico sacro maestro, in grado di condurre la nostra anima in un luogo ricco di Amore. Difficile spiegare tutto questo a chi ancora si ostina a creare conflitti nel mondo illusorio della realtà, il libero arbitrio regola ogni singola scelta, solo l’esperienza e la grande forza di volontà farà la differenza. Siamo all’inizio di un periodo epocale, un periodo che metterà ognuno di noi di fronte a se stesso, alla propria coscienza, ai propri principi. Non arriverà nessuno a salvarci, ognuno dovrà lasciar spazio al seme di Cristo che nasce nel cuore. Non parlo di religioni o finti dogmi imposti dall’uomo, parlo dell’energia cristica che permea ogni atomo della nostra galassia e che aspetta di essere accolta nel nostro più intimo corpo di Luce. È ora di guardare dentro per trovare le risposte, il tempo dei maestri è finito, il tempo delle profezie sta per aver luogo, ma nulla sarà perso o distrutto, ogni uomo che avrà forza e coraggio sarà il portatore sano dell’Amore universale che regola ogni cosa, il fautore e creatore di un nuovo mondo da consegnare alle anime che stanno prendendo ora il possesso del pianeta, anime di tanti piccoli bambini, saggi come anziani, col cuore puro come una colomba.

10 commenti:

  1. Grazie fratello!

    Grazie di sentirlo, grazie di saperlo: che Lui/Loro/Noi sta fiorendo in ogni Cuore. Niente nomi se non Amore; troppe parole sono state rovinate.
    Eppure è un Krist-allo di Infiniti Riflessi di Luce.

    Più siamo e più sarà facile.

    ciao

    RispondiElimina
  2. Timor,
    grazie a te!

    Orami è tempo di distruggere i muri e aprire il cuore al vero AMORE!

    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  3. Anonimo13:10

    E' molto bello quello che scrivi.

    RispondiElimina
  4. Giovanni,
    grazie mille, troppo gentile! :)

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Come puoi ben vedere non sei mai solo, neanche quando ti assenti.

    Sempre vicini nella rete degli affetti e della vita,

    Alessandro.

    RispondiElimina
  6. Ciao Alessandro,
    che piacere... come stai?

    Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  7. la luce però non è mai completa..uno spicchio di oscurità c'è sempre..
    un saluto

    RispondiElimina
  8. Anonimo11:05

    senza oscurita' come potremmo definire la luce?

    indopama

    RispondiElimina
  9. Indopama,
    hai ragione. L'oscurità è necessaria per discernere e trovare la vera Luce. Credo che la chiave sia nella trasformazione interiore di ciò che crea ombre nel nostro essere.

    Ciao!

    RispondiElimina
  10. Anonimo03:59

    imparato molto

    RispondiElimina