Dissonanza Cognitiva e Menzogna

Il MessYAH Yahushua rappresenta la Via, la Verità e la Vita. Ogni cosa è stata creata e pensata per mezzo di Lui, ogni aspetto della nostra vita può essere ricondotto alla sua Opera. 

Oggigiorno la società “civile” ama creare miti e mistificazioni di ogni genere, al fine di piegare la Verità alla propria giustificazione. Nel corso del tempo la figura messianica si è indebolita, è diventata un’icona fragile piuttosto che la Via per la Salvezza; abbiamo costruito un Cristo a nostra immagine e somiglianza, per tutte le stagioni, per ogni nostra esigenza più intima. Il peccato (fallimento dell’obiettivo) è diventato qualcosa di normale, la pietra fondante della società moderna. Non a caso oggi il mondo giace sotto l’influenza del male e di ogni sua forma.

Noi sappiamo che siamo da Eloah, e che tutto il mondo giace sotto il potere del maligno. (1Giovanni 5:19)

Se ci soffermiamo a comunicare con le persone si nota subito un distacco, uno scollamento fra la realtà dei fatti e un mondo parallelo virtuale, adatto a nascondere ogni subdola giustificazione. Tutto viene mistificato, nonostante le prove, nonostante le evidenze, l’uomo moderno preferisce la menzogna alla Verità. Una bugia rassicurante è migliore della Verità, sappiamo che possiamo gestirla meglio, nonostante l'insoddisfazione che implica. Siamo coscienti che sia sbagliata ma la amiamo al punto che finisce per possedere la nostra mente.

Molti scienziati del comportamento hanno formulato teorie su questo problema, oggi più che mai attuale, giunto alla sua massima espressione. Questo fenomeno oggi è definito “dissonanza cognitiva”, ossia l’incapacità dell’individuo di discernere bene e male, cosa sia giusto e cosa sia sbagliato. L'uomo crea un rifugio nella propria mente che lo anestetizza al mondo circostante. Praticamente automi psico-programmati dalle influenze esterne, che diventano veri e propri schemi mentali, eggregore ai quali sottostiamo passivamente. 

A prescindere dal tema della discussione, l’uomo tende a rendere banale ogni discorso, a rinchiudersi in se stesso e a fuggire dal problema e dalle implicazioni che determina nella propria vita. L’atteggiamento tipico della scimmia che non vede, non sente e non parla!

Guardate che nessuno faccia di voi sua preda con la filosofia e con vani raggiri secondo la tradizione degli uomini e gli elementi del mondo e non secondo il MessYAH. (Colossesi 2:8)

Questo disagio ha profonde radici nella psiche umana, ma se abbiamo la pazienza di risalire al principio, tutto ha origine dalla menzogna. Un sistema di credenze, idee e valori, viene messo in conflitto da nuove informazioni opposte o dissonanti, che creano nell'intimo dell’individuo il dubbio e la frustrazione. Un dubbio che è in contraddizione con la Vita stessa.

Eva fu sedotta dal serpente poiché in lei esisteva la menzogna, il desiderio di ignorare volutamente un comando dato dal Creatore YHVH. Quel tipo di “rimuginazione” mentale condusse Eva a preferire il male al Bene, come una sorta di abbandono all'insoddisfazione interiore che doveva essere colmata. Perchè non posso? Chi è Dio per dirmi cosa devo fare? E se poi non è davvero come dice Dio? E se Dio mi stesse ingannando?

La donna osservò che l'albero era buono per nutrirsi, che era bello da vedere e che l'albero era desiderabile per acquistare conoscenza; prese del frutto, ne mangiò e ne diede anche a suo marito, che era con lei, ed egli ne mangiò. (Genesi 3:6)

Il dubbio che il serpente aveva insinuato nella sua mente convinse la donna a mangiare di quel frutto, Eva desiderò la conoscenza, desiderò di essere come Dio, di poter decidere per se stessa e della propria vita. Inoltre in quell'istante decise anche di uccidere Adamo e tutta la sua discendenza, poiché era cosciente che trasgredire quel comandamento avrebbe condotto alla morte. (Adamo ed Eva erano ELOHIM, erano stati creati immortali). Un comportamento così diabolico ed egoista, che ancora oggi la maggioranza sceglie di perseguire, incurante delle conseguenze. Questa è la strada che il mondo ha scelto di percorrere da quel momento, una strada che conduce alla morte eterna, essendo il prezzo del peccato la morte stessa.

Perché il salario del peccato è la morte, ma il dono di YHVH è la vita eterna in Yahushua, nostro Adoni. (Romani 6:23)

Di quale insoddisfazione stiamo parlando?

In realtà un essere vivente è tale se vive in armonia con gli altri esseri viventi e si adopera per il loro bene. Questa condotta è di per se sufficiente a raggiungere una pace interiore e a non desiderare qualcosa che possa alterare questo equilibrio. Semplicemente basta amare! Questo atteggiamento ci pone in relazione perfetta con Dio e quindi ci tiene collegati al Suo Spirito. Infatti lo scopo dell'uomo è proprio di osservare i comandamenti di YHVH e lasciare che lo Spirito Santo conduca la vita stessa. Desiderare qualcos'altro è proprio peccare contro Dio, cioè scegliere una via che ci innalza e ci separa dalla vita stessa. Tutte le dottrine moderne legate alla conoscenza, siano esse gnostiche o metafisiche derivano da questa scelta, l'albero della conoscenza del bene e del male, lo spirito di Jezabel.

Or sappi questo: negli ultimi giorni verranno tempi difficili; perché gli uomini saranno egoisti, amanti del denaro, vanagloriosi, superbi, bestemmiatori, ribelli ai genitori, ingrati, irreligiosi, insensibili, sleali, calunniatori, intemperanti, spietati, senza amore per il bene, traditori, sconsiderati, orgogliosi, amanti del piacere anziché di Eloah, aventi l'apparenza della pietà, mentre ne hanno rinnegato la potenza. Anche da costoro allontanati! Poiché nel numero di costoro ci sono quelli che si insinuano nelle case e circuiscono donnette cariche di peccati, agitate da varie passioni, le quali cercano sempre d'imparare e non possono mai giungere alla conoscenza della verità. (2Timoteo 3:1-7)

Il Dr. Leon Festinger dichiara in alcuni suoi trattati che l’essere umano lotta per raggiungere una coerenza interna. Quando questa coerenza viene meno, si sviluppa la dissonanza, ossia il disagio psicologico. L’individuo cerca di risolvere in vari modi questo disagio, spesso inconscio, spesso in modi sbagliati. Esso ha origine nel profondo sistema di convinzioni e caratteristiche caratteriali che si formano nel corso degli anni e consolidano il nostro essere, la personalità. A prima vista sembrerebbe qualcosa di normale, che tutti vivono e sperimentano, ma il problema è molto più profondo e attinge alla vera natura dell’essere, cioè il suo spirito. 

Infatti, chi, tra gli uomini, conosce le cose dell'uomo se non lo spirito dell'uomo che è in lui? Così nessuno conosce le cose di YHVH se non lo Spirito di Dio. Ora noi non abbiamo ricevuto lo spirito del mondo, ma lo Spirito che viene da YHVH, per conoscere le cose che Eloah ci ha donate; e noi ne parliamo non con parole insegnate dalla sapienza umana, ma insegnate dallo Spirito, adattando parole spirituali a cose spirituali. Ma l'uomo naturale non riceve le cose dello Spirito di Dio, perché esse sono pazzia per lui; e non le può conoscere, perché devono essere giudicate spiritualmente. (1Corinzi 2:11-14)

Leon Festinger iniziò a formulare questa teoria mentre scriveva la ricerca sul testo: “When Prophecy Fails: A Social and Psychological Study of a Modern Group That Predicted the Destruction of the World”. Questo testo narrava di una casalinga che riceveva messaggi da guardiani stellari, che avvertivano circa la distruzione del pianeta in un giorno stabilito. Questi esseri spirituali comunicavano attraverso la scrittura automatica e rivelavano le loro “profezie” sulla fine del mondo. Questa tecnica è ancora oggi usata da molti "canalizzatori" (channelers), che dicono di essere in contatto con questi esseri di luce (i sottoposti di Lucifero). 

Lo studio analizzò un gruppo di persone che aveva partecipato alla lettura del testo. I loro comportamenti in seguito furono diversi, alcuni credettero al messaggio e iniziarono a temere la presunta distruzione della terra. Successivamente alla data prescelta nel libro e quindi al fallimento della realizzazione della “profezia”, queste persone continuarono a credere ancora più intensamente che la data fosse errata, ma che la profezia fosse corretta. Le loro credenze si fortificarono ancora più profondamente. In questo caso si verificò una fortissima dissonanza cognitiva fra ciò che credettero e la realtà degli accadimenti, tuttavia continuarono a perseverare nella credenza errata

Questa dinamica sicuramente nasce dal voler compensare il disagio interiore che si crea di fronte alla verità, ai fatti e alla loro reale esistenza. La mente tuttavia sceglie l’inganno piuttosto che la verità, perché è più facile vivere nell'illusione che confrontarsi con la realtà. Oggi il mondo vive continuamente questo tipo di dissonanze, falsi profeti, false teorie scientifiche che vengono proposte e confutate continuamente, falsi percorsi di salvezza, di consapevolezza, di auto-guarigione, di evoluzione… quando basterebbe semplicemente di smettere di mentire! 

Il giusto odia la menzogna, ma l'empio getta sugli altri discredito e vergogna. (Proverbi 13:5)

Il nuovo pensare umanistico vuole l’uomo-dio capace di creare la propria realtà, modificando di volta in volta anche le percezioni più profonde che nascono nella coscienza. Un continuo spingere lo Spirito in basso, schiacciarlo affinché non parli e non ci metta in condizione di dovere scegliere di non operare per il male. La logica del “New Thougth”, cioè l’uomo libero nella mente e nel pensiero, l’uomo che scavalca e spegne le emozioni per vivere in uno stato depressivo continuo, il serpente che morde la propria coda (uroboro).

Per questo nascono nuove scuole di pensiero, nuove tecniche per alleviare i mali del mondo, che altro non sono che lo specchio dei nostri mali interiori. 


Come possiamo spezzare questo incantesimo? 

Eliminare tutti i falsi insegnamenti dalla nostra vita, la Verità è l’unica cosa che libera

La Parola è chiara, si deve odiare il male e vincere il male con il Bene, soprattutto quello che vive in noi. Perseguire la Via Stretta, unica strada per la salvezza e la libertà vera dalla schiavitù degli spiriti del mondo.

Yahushua disse: «Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. (Giovanni 14:6)

Interrogare le Scritture, tutte le risposte sono rivelate a chi ubbidisce alle Leggi del Padre

L’uomo carnale, mentale ed egoico deve morire definitivamente, ogni nostro aspetto caratteriale, ogni nostro idolo e pensiero, ogni convinzione, deve essere distrutta. Piuttosto che piegare la Verità alla nostra vita, si dovrebbero piegare e modificare le nostre convinzioni alla Verità. Ubbidire alle Leggi non significa essere succubi, ma liberi nella pienezza del significato dell'uomo a immagine di Dio.

Sia la tua risposta gradevole o sgradevole, noi ubbidiremo alla voce di YHVH nostro Eloah, al quale ti mandiamo, affinché bene ce ne venga, per aver ubbidito alla voce di YHVH nostro Eloah». (Geremia 42:6)

Smettere di confidare nell'uomo e nei vani ragionamenti 

Esiste una sola Via che porta alla Salvezza e si chiama YAHUSHUA. Confidare in YAHUSHUA, significa che il Suo esempio è al primo posto nella nostra vita, Egli è il principio di ogni nostro pensiero e soprattutto l’unica strada veramente sicura da percorrere. Rinunciare a se stessi, camminare come Lui camminò, ringraziare il Padre per la Vita, perchè ogni cosa viene da Lui, ogni singola cosa, materiale o spirituale.

Così parla YHVH: «Maledetto l'uomo che confida nell'uomo e fa della carne il suo braccio, e il cui cuore si allontana da YHVH! (Geremia 17:5)

Smettere di dubitare di ogni cosa 

La fede è proprio la certezza di cose sperate, è un atteggiamento positivo verso la Vita e verso la nostra esistenza, significa avere fiducia che siamo esseri creati e liberi all'interno del suo progetto, il dubbio è il fondamento del peccato e conduce al fallimento, confidare nel bene significa operare a fin di bene, con azioni degne della fede.

Giustificati dunque per fede, abbiamo pace con YHVH per mezzo di Yahushua, nostro Adonì. (Romani 5:1)

In Verità

New Age e Satanismo

Anton Levay e la New Age

Anton Levay è stato chiamato “Il Papa Nero” e il “Padre del satanismo”, perché è colui che fondò la Chiesa di Satana e la diffuse nel mondo occidentale come una religione organizzata. Egli è l'autore della “Bibbia Satanica” insieme a quattro altri libri satanici classici, che insegnano al mondo i principi satanici di base e la magia satanica. Ha anche una vasta esperienza nell'occulto. In realtà, egli fu il fondatore del “Ordine del trapezio” dove era solito fare presentazioni sulla ricerca dell'occulto e del paranormale, che ha poi deciso di trasformare nella Chiesa di Satana. 

Figlioli, è l'ultima ora. Come avete udito, l’antimessyah deve venire, e di fatto già ora sono sorti molti antimessyah. Da ciò conosciamo che è l'ultima ora. (1Giovanni 2:18) 

Le analogie tra la New Age, i rituali satanici e la filosofia, sono molteplici: l’era dell’acquario, i cinque elementi e il pentagramma, Lucifero come personificazione e illuminazione, Thot, l’uomo dio, gli spiriti guida, il panteismo, l'indulgenza sensuale, la rinascita spirituale attraverso lo studio dei misteri, l’occhio che tutto vede, la meditazione, l’illuminazione attraverso il percorso esperienziale personale. 

Non si trovi in mezzo a te chi fa passare suo figlio o sua figlia per il fuoco, né chi esercita la divinazione, né astrologo, né chi predice il futuro, né mago, né incantatore, né chi consulta gli spiriti, né chi dice la fortuna, né negromante, perché YHVH detesta chiunque fa queste cose; a motivo di queste pratiche abominevoli, YHVH, il tuo Eloah, sta per scacciare quelle nazioni dinanzi a te. (Deuteronomio 18:10-12) 

La New Age non è diversa dalla filosofia luciferiana e satanica proveniente direttamente dalla Bibbia Satanica. Nel corso dei secoli varie discipline e pratiche esoteriche si sono unite a quello che oggi è considerato lecito e innocuo. L’uomo da sempre è affascinato dal mistero e dalla conoscenza dell’ignoto, ignorando cosa comporta questo tipo di strada, quali enormi danni arreca alla nostra vita. 

Perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno grandi segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti. (Matteo 24:24) 

Nelle centinaia di libri pubblicati, ci sono le istruzioni per la meditazione guidata, la visualizzazione creativa, le esperienze extracorporee, il contatto con gli spiriti guida, i tarocchi, le sfere di cristallo o le stelle. Tutte queste pratiche esoteriche hanno liberamente attinto al satanismo, adattandolo ai propri scopi ipocriti la via per l’illuminazione. Queste pratiche non sono altro che le stesse tecniche che usano i luciferiani per rendere il culto al loro padrone. Molti sono ingannati credendo che tutto questo sia innocuo e utile alla loro “evoluzione”. 

Per semplificare quindi, tutto questo può essere considerato satanismo! 

Lo affermano tutti i più noti sostenitore del male, lo scrivono e dichiarano pubblicamente, a motivo del loro subdolo compiacimento. Quanti oggigiorno praticano le più disparate e apparenti “innocue” tecniche spirituali? Quanti uomini stanno seguendo dottrine sataniche credendo di “fare del bene”, o semplicemente “non fare nulla di male”? 

Ora le opere della carne sono manifeste, e sono: fornicazione, impurità, dissolutezza, idolatria, stregoneria, inimicizie, discordia, gelosia, ire, contese, divisioni, sètte, invidie, ubriachezze, orge e altre simili cose; circa le quali, come vi ho già detto, vi preavviso: chi fa tali cose non erediterà il regno di Eloah. (Galati 5:19-21) 

Quello che la New Age è riuscita a comunicare e insinuare nelle menti delle persone è che tutto questo rappresenta un messaggio di libertà e di amore. L’unità nella meditazione, l'autostima, la positività, l’apprendimento, la pace interiore, la pace nel mondo, il vivere in armonia con la natura, lo yoga, ecc…. 

Questo trasforma il satanismo in qualcosa di moralmente attraente, abbastanza per essere digerito dalla mente egoica e dal cuore ingannevole e abbastanza accattivante per essere esplorato da chi è veramente alla ricerca di un significato più profondo della vita. Immaginate la luce, la guarigione, la via larga della seduzione attraverso la sperimentazione dei sensi, cose tutte condannate dalle Leggi del Creatore YHVH.

La lingua bugiarda odia quelli che ha ferito e la bocca adulatrice produce rovina. (Proverbi 26:38) 

La nascita della New Age moderna (Helena Blavatsky)

La teosofia di Helena Blavatsky è stato il principio della creazione del satanismo moderno, che mette insieme tutte le pratiche antiche e le innalza in modo che possano essere alla portata di tutti. Massone del 32° grado, la Blavatsky dichiara che il suo dio è Satana e fonda tutta la sua dottrina sul culto di questa divinità. 

Liberami, YHVH, dall'uomo malvagio; proteggimi dall'uomo violento, da tutti quelli che tramano malvagità nel loro cuore e sono sempre pronti a far la guerra. Aguzzano la loro lingua come il serpente, hanno un veleno di vipera sotto le loro labbra. (Salmi 140:1-3) 

Alcuni hanno definito questo personaggio la “Madre della Nuova Era”. Lei fu occultista e spiritista, fondò la Società Teosofica, che si occupava di promulgare la fratellanza attraverso la ricerca e l’esperienza. 

“Nessuna singola organizzazione o movimento ha contribuito in modo così significativo alla creazione del movimento New Age come la Società Teosofica, è stata la forza principale nella diffusione di letteratura occulta in Occidente nel ventesimo secolo.” 
(New Age Encyclopedia 1990, pp. 458-461.) 

“Madame Blavatsky si distinse come la sorgente del moderno pensiero occulto, ed è stata sia la mittente che la divulgatrice di molte delle idee e dei termini che hanno un secolo più tardi preso potere nel movimento New Age. La Società Teosofica, che ha co-fondato, è stata la principale sostenitrice della filosofia occulta in Occidente e il più importante viale di insegnamento orientale in Occidente”. 
Gordon Melton, Jerome Clark e Aidan A. Kelly, editori, New Age Almanacco , Detroit, Michigan, Gale Research Inc., 1991, pag. 16. 

Teosofia, secondo Wikipedia (Wiccapedia?), “si riferisce a sistemi esoterici filosofici, o nella ricerca di conoscenza diretta, misteri della natura, in particolare riguardo alla natura della deità. La teosofia è considerata una parte del campo più ampio dell’esoterismo, riferendosi alla conoscenza nascosta o saggezza che offre l'illuminazione individuale e la salvezza.” 

Quanti seguono queste vie di salvezza fai da te? 

Quanti sono sedotti da pseudo-maestri di vita che promettono salvezza a modici prezzi, mercificando la vita stessa? 

Ma ora che avete conosciuto Eloah, o piuttosto che siete stati conosciuti da Eloah, come mai vi rivolgete di nuovo ai deboli e poveri elementi, di cui volete rendervi schiavi di nuovo? (Galati 4:9)

Maestri ascesi, antico Egitto, ermetismo, induismo, misticismo, scientismo, astrologia, numerologia, illuminazione, spiritualismo, chakras, Atlantide, e ogni altro argomento New Age è stato insegnato dalla teosofia. Tra il 1887 e il 1997, più di 2.800 riviste sono state pubblicate sulla rivista teosofica, nominando chiaramente come massima autorità Lucifero. Lucifero non è qui utilizzato come una metafora, la fondatrice della New Age era letteralmente luciferiana e satanista e ha insegnato questo come un ingrediente essenziale nella sua filosofia. Una presa di posizione netta, che oggi non può essere adatta a tutti, per questo sono nate le più disparate mode e alternative a questo nome poco incline all'essere accettato, ma che innestano le fondamenta proprio nel più malefico luciferianesimo. 


Helena Blavatsky e Satana 

Ecco alcune citazioni dirette dal volume del suo libro “La dottrina segreta” considerato un classico dell’esoterismo:

“Satana è il Cherubino Unto dell’antichità... Dio creò Satana, la più bella e la più saggia di tutte le sue creature in questa parte del Suo Universo, e lo fece Principe del Mondo e del Potere dell’Aria... Egli fu posto in un Eden che era molto anteriore all'Eden del Genesi e di un carattere del tutto diverso e più essenziale, poiché assomigliava alla Nuova Gerusalemme. Così, essendo Satana perfetto in sapienza e bellezza, il suo vasto impero è la nostra terra, se non tutto il sistema solare… Certamente nessun’altra potenza angelica si è a noi mai rivelata di maggiore, o anche di uguale dignità. (Pagina 229) 

“Poiché Satana è il magistrato della Giustizia di Dio [Karma]; e porta la bilancia e la spada… Poiché a lui sono affidati il Peso, la Misura e il Numero” (Pagina 234) 

“Ogni Universo (Mondo o Pianeta) ha il suo Logos” dice la Dottrina. Il Sole fu sempre chiamato dagli egiziani “l’Occhio di Osiride”, ed era esso stesso il Logos, il Primo Nato, la Luce manifestata al mondo, “che è la mente e il divino Intelletto del Celato”. È solo mediante il settuplice Raggio di questa Luce che noi possiamo diventare consci del Logos attraverso il Demiurgo, considerato come “Creatore” del nostro pianeta e di tutto ciò che gli appartiene, e il primo come la Forza direttiva di questo “Creatore”, buona e cattiva ad un tempo, origine del Bene e del Male. (Pagina 28) 

“Ma Satana verrà mostrato, nell'insegnamento della Dottrina Segreta, allegorizzato come buono, un dio della sapienza, sotto nomi diversi.” (Pagina 237) 

Tutto questa serie di filosofie, sono basate sullo gnosticismo e pongono l’uomo-dio al vertice della piramide, attraverso il culto satanico. 

Non avere altri dèi oltre a me. Non farti scultura, né immagine alcuna delle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra. (Esodo 20:3-4) 

“Vedere Satana, il Serpente del Genesi, come il reale creatore e benefattore, il Padre dell’Umanità spirituale. Infatti, lui che fu “l’Araldo della Luce”, il brillante e radioso Lucifero che aprì gli occhi all’automa “creato” da Jehovah, come si asserisce (Pagina 274) 

In tutta la trattazione Dio è chiamato Jehovah, chiaramente anche questo è un riferimento voluto, essendo Jehovah lo stesso dio descritto dalla Blavasky, cioè Lucifero. Se pensiamo che la “G”, la lettera massonica per eccellenza è all'interno dei simboli e ordini mondiali, è proprio il dio del Nuovo Ordine Mondiale, che presto raccoglierà le macerie di tutte le religioni abramitiche e fonderà anche le altre sotto un solo nome (falso). 

Questo significa ribaltare il Principio (YOD) della Creazione e piegarlo alla idolatrica visione di un uomo che si salva da solo attraverso la conoscenza e la via esperienziale. Il mercimonio della vita, la fornicazione della Verità, affinché ognuno si senta libero di fare ciò che vuole. Del resto “Ama e fa ciò che vuoi”, è il primo principio del culto luciferiano. Questa menzogna si perpetra da secoli e millenni, è il principio del male e porta alla morte. La scelta dell’albero della conoscenza del bene e del male, invece che l’albero della Vita rappresentato da YAHUSHUA

Altre citazioni della “Dottrina Segreta”:

“Satana, il nemico di Dio, è in realtà, il più alto Spirito divino” (Pagina 427) 

Ogni cosa è stata creata per mezzo dell’Unigenito Figlio di Dio, Yahushua, ogni cosa a Lui è sottoposta. La scrittura è chiara: Nel principio era la Parola, la Parola era con Dio, e la Parola era Dio. Essa era nel principio con Dio. Ogni cosa è stata fatta per mezzo di lei; e senza di lei neppure una delle cose fatte è stata fatta. (Giovanni 1:1-3) 

E a quale degli angeli disse mai: Siedi alla mia destra finché abbia posto i tuoi nemici come sgabello dei tuoi piedi»? Essi non sono forse tutti spiriti al servizio di Eloah, mandati a servire in favore di quelli che devono ereditare la salvezza? (Ebrei 1:13-14) 

Il Serpente, comunque, non è Satana, ma l’Angelo radioso, uno degli Elohim, vestito di gloria e splendore, che — avendo promesso alla donna, se avesse mangiato il frutto proibito: “tu certamente non morrai” — mantenne la promessa e fece l’uomo immortale nella sua natura incorruttibile.” (Pagina 439)

Anche in questa affermazione una ulteriore mistificazione, Satana è un’autorità, ma è sottoposta al MessYAH Yahushua e sicuramente non può e potrà mai condurre alla salvezza! Solo una via conduce alla Salvezza ed è YAHUSHUA HA’MASHYAH

In nessun altro è la salvezza; perché non vi è sotto il cielo nessun altro NOME che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati». (Atti 4:12) 

"È quell’Angelo che era talmente orgoglioso da credere se stesso Dio; talmente coraggioso da acquisire l’indipendenza al prezzo di torture e sofferenze eterne; talmente bello da aver adorato se stesso nella piena luce divina; talmente forte da regnare nelle tenebre in mezzo all’agonia, e da farsi un trono del suo rogo inestinguibile. È il Satana del repubblicano ed eretico Milton... il principe dell’anarchia, servito da una gerarchia di spiriti puri (!!)." (Pagina 576) 

La Blavatsky ha probabilmente avuto la più grande influenza sulla New Age di chiunque altro nella storia, e lei apertamente innalza Satana come il creatore del genere umano e il salvatore dell'umanità. 

Aliester Crowley e la New Age 

Crowley era un occultista famoso, massone del 33° grado e satanista del 1900. Ha fatto riferimento a se stesso come “La Bestia 666” e una volta ha detto “‘Non ero contento di credere solo in Satana, volevo essere il suo capo di stato maggiore.” Egli ha ammesso apertamente di fare sacrificio di sangue ai demoni, per ottenere successo con la magia. 

Non darai i tuoi figli perché vengano offerti a Moloc; e non profanerai il nome del tuo Eloah. Io sono YHVH. (Levitico 18:21) 

I membri dell’associazione di Crowley si sono dedicati all'illuminazione scientifica, al perfezionamento dell'individuo su ogni piano attraverso una serie graduata di iniziazioni universali. Gli studenti nell'ordine devono padroneggiare alcuni compiti occulti e imparare la saggezza esoterica per laurearsi al livello successivo. Queste alcune delle pratiche da conoscere per avanzare nell'ordine: proiezione astrale, induismo, qabbalah, yoga, magia, maestri ascesi, meditazione trascendentale, se superiore, buddismo, misticismo, gnosticismo, stregoneria, pentagramma ed esagramma, tarocchi, zodiaco e segni zodiacali, ecc… 

Dopo essere stato coinvolto nell'occulto per più di mezzo secolo e dedicando tutta la sua vita alla magia, l'illuminazione, i misteri spirituali e l'occulto, ha lasciato questo mondo come tossicodipendente, affermando: “Sono perplesso ... satana, vieni fuori”. 

Egli è il più famoso occultista che sia mai vissuto ed è stato un enorme influenza per la New Age, ha lasciato questo mondo totalmente confuso. Altri dicono che le sue ultime parole sono state solo “Sono perplesso” insieme a “A volte mi odio”. 

Quanti occhi praticano e seguono queste dottrine umane apparentemente innocue? 
Quanti giocano con gli spiriti demonici che ignorano? 

La dissonanza cognitiva che viviamo nel mondo oggigiorno è la prova che le menti umane sono sotto questo controllo e potere… 

I “Joy of Satan Ministries” e la New Age 

Se volete diventare più istruiti e “illuminati” nei soggetti trattati dalla New Age, non c'è bisogno di andare in una libreria locale. Tutto quello che dovete fare è visitare “Joy of Satan Ministries” e si possono conoscere in modo dettagliato i seguenti argomenti: Astrologia, aure, magia, auto-ipnosi, incenso, pendoli, rune, telecinesi, onde cerebrali, chiaroveggenza, vite passate, canto, ghiandola pineale e terzo occhio, chakras, tecnologia bioelettrica, piano astrale, incantesimi, kundalini. Tutte pratiche coerenti con il satanismo spirituale. In aggiunta a questi argomenti, si può anche imparare come Satana è l'unico vero Dio, ed è colui che ha portato la conoscenza spirituale all'uomo, proprio come Helena Blavatsky ha insegnato. 

Come detto in precedenza, queste tecniche utilizzano i canali spirituali dell’uomo e ne “canalizzano” le energie basse e sataniche al fine di possederlo nell'anima e nel corpo. La stessa kundalini è un’energia che viene definita “del serpente”. Infatti le due forze risalgono attraverso la colonna vertebrale, per arrivare arrotolate come un serpente al chakra coronale, dove l’uomo-dio si illude di essere giunto all'illuminazione o semplicemente al benessere. Anche la respirazione serve a raggiungere questo tipo di estasi, ci sono moltissime tecniche yogiche che vengono praticate da milioni di persone in tutto il mondo.

Tutto questo danneggia profondamente l’essere spirituale e lo pone al livello della BESTIA!

Conclusioni 

Le persone coinvolte nella New Age, conoscono veramente poco delle pratiche che utilizzano, non conoscono a fondo questi argomenti, li accettano per ignoranza, accompagnati spesso ad un messaggio di unità e di amore. Se non nuoce allora posso farlo, se riguarda me allora non reco danni a nessuno… è davvero così? 

Quanti danni stanno creando da secoli le energie sataniche all'intera umanità? 
Quanti sono complici consci e inconsci di tali menzogne? 

Oggi il potere del bugiardo sta raggiungendo l’apice della sua forza e dominerà ogni uomo che non accetterà l’unica Verità che salva: YAHUSHUA. 

Si andrà a porre fin dentro il tempio di Dio (l’uomo stesso) e dichiarerà di essere dio (uomo-dio-ego-se). 

L'avversario, colui che s'innalza sopra tutto ciò che è chiamato Eloah od oggetto di culto; fino al punto da porsi a sedere nel tempio di Eloah, mostrando sé stesso e proclamandosi Dio. (2Tessalonicesi 2:4) 

Ma quando si guarda a ciascuno di questi argomenti individualmente e si compie una ricerca sulle loro origini, si vede che non sono solo falsità, ma sono soprattutto pratiche estremamente pericolose e demoniache. La New Age è satanismo puro in una nuova forma, in una scatola di morale sociale, avvolto in carta da imballaggio di unità e di progresso sociale e condito con un arco di amore e tolleranza. I principi spirituali del satanismo si mescolano con un sistema morale accattivante centrato nel cuore, lì dove Satana viene sostituito con l'idea immaginaria e psicologicamente terapeutica di “dio”. Ma tutti gli oggetti reali o spirituali della New Age che hanno a che fare con questioni occulte, hanno le loro radici nella filosofia luciferiana. Solo perché sono etichettati come New Age non significa che siano qualcosa di perseguibile e utile. 



Egli rispose loro: «Perché a voi è dato di conoscere i misteri del regno dei cieli; ma a loro non è dato. (Matteo 13:11) 

In Verità 

Credits: 
http://www.istitutocintamani.org/libri/Dottrina_Segreta_Antropogenesi.pdf
http://reasonsforjesus.com/anton-levay-tells-the-new-age-to-give-satan-his-religion-back/

Natsarym e Cristianesimo

Un centinaio di anni dopo che la chiesa fu fondata a Gerusalemme, una polemica infuriava all'interno della congregazione. Il risultato fu una svolta dottrinale con conseguenze di vasta portata. 

I perdenti in quel dibattito furono successivamente respinti dal cristianesimo. Coloro che hanno mantenuto la fedeltà ai primi insegnamenti, hanno fortemente influenzato la nostra comprensione del Nuovo Testamento, più propriamente detto Nuovo Patto

La chiesa originaria, sotto la guida degli apostoli (natsarym), ha avuto legami molto stretti con la religione ebraica.

Gli ebrei convertiti, riconobbero Yahushua nel carattere del MessYAH profetizzato dai profeti antichi, lo rispettarono come insegnante di virtù e unica via di Salvezza. La venuta del MessYAH era parte integrante del proprio fondamento di fede, infatti gli ebrei di nascita, fedeli alla Torah, non avevano necessità di cambiare religione o precetti, perché Yahushua era Colui che i profeti avevano annunciato più volte. 

Non era necessaria nessuna conversione, tranne la conversione del cuore allo Spirito Santo, che come profetizzato ricevettero dopo il battesimo in Yahushua. In tal senso non era necessario abolire le basi della propria fede, proprio perché gli israeliti erano pienamente fondati sui principi della Torah e della Tanakh. La missione apostolica dei natsarym, convertiti nel cuore al MessYAH, aveva un grande desiderio di annunciare la Salvezza ai pagani (Gentili). Tutto questo è scritto negli Atti degli Apostoli. 

Udite queste cose, essi furono compunti nel cuore, e dissero a Pietro e agli altri natsarym: «Fratelli, che dobbiamo fare?» E Pietro a loro: «Ravvedetevi e ciascuno di voi sia battezzato nel nome di Yahushua Ha’MashYAH, per il perdono dei vostri peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo. Perché per voi è la promessa, per i vostri figli, e per tutti quelli che sono lontani, per quanti l’Adonay, nostro Eloah, ne chiamerà». E con molte altre parole li scongiurava e li esortava, dicendo: «Salvatevi da questa perversa generazione». (Atti 2:37-40) 

Molti di quelli che oggi si definiscono cristiani, hanno accolto ogni dottrina della fede cattolica (protestante, evangelica, etc…) senza comprendere a fondo il significato spirituale delle scritture. Il cristiano moderno parla e commenta esclusivamente il Nuovo Testamento, rifiutando quasi a prescindere la Torah, fondamento sacro e base della sana dottrina messianica. 

Infatti verrà il tempo che non sopporteranno più la sana dottrina, ma, per prurito di udire, si cercheranno maestri in gran numero secondo le proprie voglie, e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole. (2Timoteo 4:3-4) 

Il MessYAH non ha mai rinnegato il passato, i profeti, tanto meno la Legge mosaica. Per questo Yahushua ci ricorda che Egli è la roccia su cui edificare la casa, ma Egli era già presente in ogni parola ispirata da YHVH attraverso i suoi profeti nel Vecchio Patto. 

La promessa fatta ad Abramo si compie perfettamente attraverso il sangue di Yahushua, tutto si compie perfettamente. Il MessYAH è la Parola, ogni cosa visibile e invisibile è stata creata per mezzo di Lui, quindi tutto è fonte ed ha origine nella figura del MessYAH. 

Nel principio era la Parola, la Parola era con YHVH, e la Parola era YHVH. Essa era nel principio con YHVH. Ogni cosa è stata fatta per mezzo di lei; e senza di lei neppure una delle cose fatte è stata fatta. (Giovanni 1:1.3) 

Molti credono che alcuni precetti e leggi del vecchio patto siano obsoleti, perché antichi, perché inutili e a volte anche errati. I sacrifici animali, le guerre, il sangue, le leggi di causa-effetto, sono troppo dure per i cristiani moderni, che invece tendono ad abbracciare la misericordia su base umana e carnale, ossia come giustificazione ad ogni loro azione, per scaricare la coscienza da ogni singolo turbamento interiore e spirituale. 

Comprendere la presenza del MessYAH all'interno di ogni scrittura da Genesi (1:1) a Rivelazione (22:21), significa comprendere il principio (YOD) e la fine di ogni cosa, fino a riportare alla Luce ogni Verità rivelata nella nostra vita. 

Attraverso questo meraviglioso viaggio nello spazio-tempo, l’uomo spirituale vivificato dallo Spirito Santo distrugge i limiti del tempo stesso, accede al significato più Alto della persona-uomo Yahushua, fino a ritornare all'uomo-dio Yahushua che si ricongiunge al Padre affinchè tutta la Creazione sia glorificata, così come il primo Adamo, l’uomo incorruttibile, essere immortale e perfetto nell'Agape di YHVH. 

Teologi, masoreti, dottori della legge, farisei, scribi, esegeti, pastori, sacerdoti, cardinali, pontefici, vescovi, tutti sono colpevoli di questo grande crimine contro la Vita, tutti sono complici dell’abominio che il mondo vive, perché hanno rinnegato la potenza della Verità, la potenza della Vita, possibile in Yahushua. 

Credere che i natsarym fossero una setta dedita alla pazzia, credere che si riunissero di nascosto per cospirare contro il potere temporale e imperiale del tempo, è credere alla menzogna. I discepoli agivano secondo le logiche dello Spirito Santo, che nulla ha a che fare con le logiche del mondo. 

Ma noi predichiamo Yahushua appeso al legno, che per i Giudei è scandalo, e per gli stranieri pazzia; ma per quelli che sono chiamati, tanto Giudei quanto Greci, predichiamo il MessYAH, potenza di YHVH e sapienza di YHVH; poiché la pazzia di Eloah è più saggia degli uomini e la debolezza di Eloah è più forte degli uomini. (1Corinzi 1:23-25) 

Ma l'uomo naturale non riceve le cose dello Spirito di YHVH, perché esse sono pazzia per lui; e non le può conoscere, perché devono essere giudicate spiritualmente. (1Corinzi 2:14) 

L’inquinamento del paganesimo romano e la netta opposizione degli oppositori ebrei al messaggio di Yahushua, formalizzò il progressivo allontanamento dalle radici ebraiche della fede messianica. Si tentò di creare una filosofia settaria, staccata dalle radici ebraiche e opposta a quelle riconosciute dei dottori della legge. 

Gli ebrei convertiti, i natsarym, dovevano quindi confrontarsi con queste opposizioni feroci, fino a scarificare la vita per difendere la Verità di Yahushua. Stefano fu lapidato e ucciso per aver testimoniato e reso onore alla Verità

«Gente di collo duro e incirconcisa di cuore e d'orecchi, voi opponete sempre resistenza allo Spirito Santo; come fecero i vostri padri, così fate anche voi. Quale dei profeti non perseguitarono i vostri padri? Essi uccisero quelli che preannunciavano la venuta del Giusto, del quale voi ora siete divenuti i traditori e gli uccisori; voi, che avete ricevuto la legge promulgata dagli angeli, e non l'avete osservata». (Atti 7:51-53) 

I gentili (pagani) cercavano di ammorbidire il culto (che tale non era) per inquinare e portare le loro tradizioni all'interno di quello che ben presto venne definito cristianesimo (Santa Romana Chiesa). 

Mentre Paolo iniziava l’opera di evangelizzazione, accusando coloro che si opponevano alla Verità, di essere ipocriti, di essere legati alle tradizioni farisaiche, di essere sepolcri imbiancati, così come li definiva il MessYAH, gli stessi ipocriti iniziavano le persecuzioni più feroci e spietate verso coloro che seguivano la Via, verso i veri discepoli costituiti dallo Spirito Santo e non da dottrine di uomini, ministri di Dio e non ministri di giustizia del bugiardo. 

Questa potenza, espressa da Paolo e Pietro, da Stefano, da Giacomo, da Timoteo, da Barnaba, era qualcosa che mai si era visto prima e che destabilizzava ogni contesto, folla e luogo nei quali l’opera si manifestava. Il problema è che molti che si avvicinavano alla Via non volevano rinunciare alle proprie tradizioni, di fatto iniziando a contaminare la purezza del messaggio messianico. 

Con la distruzione del tempio di Gerusalemme nel 70 d.c., Roma istituì una tassa denominata “fiscus iudaicus”. Vespasiano con questa legge imponeva il pagamento di un’imposta a tutti i giudei, semplicemente per il fatto di essere ebrei. Ogni persona tra i tre e i sessanta anni doveva versare alle casse dell’impero romano l’equivalente del salario di due giorni ogni anno. 

Se pure non fosse una tassa insopportabile per valore economico, essa rappresentava una discriminazione per i giudei e uno stimolo a rinunciare alle loro radici in favore della nuova religione che si stava formalizzando nell'impero, qualcosa che attingeva ad ogni aspetto dei culti pagani e ritualistici dei popoli colonizzati da Roma. 

I natsarym iniziavano a isolarsi in comunità sempre più piccole (alcune sulle rive del Giordano), altre presso la città di Pella (attuale Macedonia) e separate une dalle altre, questo perché era impossibile professare la Parola di Verità, in condizioni di forte persecuzione. 

Con il governo di Adriano le cose peggiorarono ulteriormente, ci furono repressioni sempre maggiori. La chiesa originaria, la Qahal dei natsarym, pian piano veniva isolata e divisa, la chiesa cattolica ormai era una realtà completamente integrata con il potere di Roma, tanto da divenire religione di Stato. 

I natsarym iniziarono ad essere accusati di eresia perché continuavano a seguire fedelmente gli insegnamenti del MessYAH e non avevano rifiutato e abolito i precetti mosaici. Molti si riunirono a Berea e furono i fondatori del metodo al quale ancora oggi i fedeli servitori di Yahushua fanno tesoro e hanno come riferimento: accertarsi di ogni cosa e ritenere ciò che è eccellente. 

A questo punto esistevano i servitori della Verità eretici e fedeli a Yahushua e i seguaci di Cristo. Un Cristo costruito dai padri della chiesa seguendo ogni contaminazione possibile dalle tradizioni greche, babilonesi, mesopotamiche e anche orientali. 

Costantino pose il fondamento ultimo per l’inizio dell’apostasia che ancora oggi domina il mondo, quella che si può definire “Babilonia, la grande meretrice”. Se gli apostoli originali fossero vivi oggi, la loro pratica di combinare il vangelo di Yahushua con la legge di Mosè impedirebbe di essere accettati dai leader della chiesa (cattolica). 

I natsarym non tollererebbero un pastore che indossa abiti talari che inneggiano e ricordano il dio Dagon (Pesce, Ictius), i suoi vestiti, il fatto che rinnegano il giorno dedicato a YHVH (Shabbat, il Sabato), che festeggiano feste pagane, che adorano il dio sole, che innalzano idoli e immagini sacre a sostituzione di YHVH… e infatti non lo fanno! 

I natsarym adorano YHVH in Spirito e Verità, attraverso l’unico Maestro e Dio Potente, Re dei Re e Signore dei Signori, YAHUSHUA HA’MASHYAH. 

La chiesa romana ha compiuto un’opera di grande anestesia delle menti, ha creato un mondo fatto di giustificazioni e recinti per la mente, un mondo fatto di menzogne, popolato da ministri che nulla hanno a che fare con lo Spirito Santo. Costantino riformò la Pasqua (Pesach) affinchè non coincidesse mai con la Pesach ebraica, la sua opera è viva e vegeta e sta conducendo buona parte dell’umanità nella fossa e nella morte eterna. 

I profeti urlano e avvertono, i profeti gridano la Verità da ogni angolo della terra, essi vedono la Potenza del Re che torna nella Sua Gloria, presto ogni ginocchio si inchinerà alla sua Autorità, nessuno potrà scappare, nessuno potrà nascondersi, nessuno sarà risparmiato. 

In Verità


Credits

http://www.fogwhistle.ca/acts/expelled.html
Bibliografia: Edward Gibbon (“Il declino e la caduta dell’Impero Romano”)

Il regno della bestia

In questa pubblicità di un noto servizio postale, il protagonista è un androide, un robot dal volto umano, che esordisce con la frase: “Per me la tecnologia è tutto”. Il robot è vestito come un essere umano, sembra un bambino in quanto ad espressività e semplicità, è in grado di ascoltare, ma in disparte mentre osserva le persone interagire. Assiste ad una partita di beach volley, seduto, solo, poi cade dopo aver ricevuto una pallonata sulla testa (palla, sfera? Cosa significa?). 



Dopo la caduta sale sulla barca insieme agli uomini, verso la terra ferma (a forma di piramide, che si staglia verso l’alto, altro simbolo fondamentale). La pubblicità evidenzia la comodità delle nuove applicazioni che permettono di risparmiare tempo e scambiare denaro in modo semplice. Il portalettere telematico, un “essere automa” in grado di gestire le tue esigenze in modo semplice, con un sistema che apprende tramite l’esperienza. 

Il robot “sente” suoi simili gli umani, come se fossero esseri inferiori, dotati tuttavia di qualcosa che lui può utilizzare, per evolvere. Mentre percorre la sua strada, sulla mano destra (perché la destra?) si posa una farfalla, simbolo del progetto “Monarch”, un sistema di controllo mentale, utilizzato per molti anni da governi e corporazioni per insinuare e programmare le menti dell’uomo. 

Tu hai visto molte cose, ma non vi hai posto mente; gli orecchi erano aperti, ma non hai udito nulla». (Isaia 42:20) 

Il robot non comprende però il concetto di “umanità”, una formula che sfugge alla sua intelligenza, proprio perché basato su meccanismi diversi dalla creatura uomo. Il robot vuole migliorare, vuole diventare un essere evoluto, attraverso la sua capacità di auto-apprendimento, attraverso la conoscenza. 

Anche Eva ha scelto la strada della conoscenza, nonostante fosse un dio, creata immortale e ad immagine del Padre YHVH. L’automa è asessuato, non ha genere, ne identità, ne ovviamente anima. E’ l’uomo nuovo omologato che si evolve attraverso la conoscenza, attraverso la scienza umana (ispirata da chi?) e la capacità dell’uomo di essere dio creatore di ogni cosa. 

Il serpente disse alla donna: «No, non morirete affatto; ma YHVH sa che nel giorno che ne mangerete, i vostri occhi si apriranno e sarete come Eloah, avendo la conoscenza del bene e del male». La donna osservò che l'albero era buono per nutrirsi, che era bello da vedere e che l'albero era desiderabile per acquistare conoscenza; prese del frutto, ne mangiò e ne diede anche a suo marito, che era con lei, ed egli ne mangiò. (Genesi 3:4-6) 

Tutto questo sembra un comune spot pubblicitario, in sottofondo una canzone molto famosa, molto orecchiabile, colonna sonora di un famoso film distopico, “Donnie Darko”

Questo il testo della prima parte della canzone: 

"Intorno a me ci sono visi familiari. Luoghi consumati, visi consumati. È luminoso ed è presto per le loro gare giornaliere. Non vanno da nessuna parte, non vanno da nessuna parte. E le loro lacrime riempiono i loro bicchieri. Nessuna espressione, nessuna espressione. Nascondo la mia testa, voglio affogare la mia tristezza. Nessun domani, nessun domani. E lo trovo piuttosto divertente. E allo stesso tempo lo trovo piuttosto triste. I sogni nei quali sto morendo. Sono i migliori che io abbia mai avuto. Trovo difficile dirtelo. Perché è difficile da accettare. Quando le persone corrono in cerchio. È un mondo davvero folle…” 

Visi familiari, luminosi, ma allo stesso tempo falsi, ipocriti e privi di anima, infatti il testo dice: “non vanno da nessuna parte, nessuna espressione, nessun domani. Un modo folle.” 

Che mondo stiamo vivendo oggi, in che mondo l’umanità oggi sta esprimendo la sua natura umana?

Ora le opere della carne sono manifeste, e sono: fornicazione, impurità, dissolutezza, idolatria, stregoneria, inimicizie, discordia, gelosia, ire, contese, divisioni, sette, invidie, ubriachezze, orge e altre simili cose; circa le quali, come vi ho già detto, vi preavviso: chi fa tali cose non erediterà il regno di Eloah. (Galati 5:19-21) 

Se osserviamo la realtà, molti esseri umani sono paragonabili a questi descritti nella canzone, sono automi psico-programmati, esseri senzienti e controllati. Uomini tecnologicamente evoluti ma privi di ogni sentimento vero e sincero, privi dell’anima stessa. Nel film il protagonista vive in stati alterati di coscienza, fra la realtà e l’illusione, un soggetto schizofrenico secondo la scienza, che assume sostanze psicoattive, al fine di rimanere in contatto con la realtà. Donnie si sveglia con un numero tatuato sul braccio, numero che gli dicono rappresentare il tempo rimanente alla fine del mondo. Un numero che può essere considerato un ciclo lunare medio (28 giorni, 6 ore, 42 minuti e 12 secondi), ma questo è un altro argomento… 

Nelle sue visioni distopiche, incontra “Frank”, un demone con la faccia da coniglio morto, che lo guarda attraverso un “wormhole” fra reami diversi (buco spazio-temporale, secondo la scienza?!?). Il coniglio è un simbolo molto utilizzato nella simbologia, molti ricorderanno “Alice nel paese delle meraviglie”. In questo film rappresenta il collegamento far due universi e tra due realtà, nelle quali il protagonista è chiamato ad interagire (multiverso). 

Frank è un nome di origine tedesca, in germanico antico significa “uomo libero”, ancora oggi si dice dei popoli liberi, i Franchi, cioè coloro che “sono liberi”. Interessante per un demone, non trovate? Un essere multidimensionale, che guida l’uomo carnale Donnie, affinchè esegua delle azioni per riportare l’equilibrio fra i due mondi. Sappiamo che i demoni sono figli del loro dio-bugiardo e amano sedurre e ingannare l’uomo travestendosi da esseri di luce. 

Non c'è da meravigliarsene, perché anche Satana si traveste da angelo di luce. Non è dunque cosa eccezionale se anche i suoi servitori si travestono da servitori di giustizia; la loro fine sarà secondo le loro opere. (2Corinzi 11:14-15)

Il demone nel film è colui che guida l’uomo, colui che lo ispira, il falso profeta di questo sistema di cose. Quanti oggi sono sedotti dalle voci bugiarde dei falsi profeti? Quanti seguono dottrine di uomini e poi criticano gli altri di essere sbagliati, solo perché dicono la Verità, la stessa Verità che rinnegano? 

Sono dunque diventato vostro nemico dicendovi la verità? (Galati 4:16) 

Perché tutto questo in una pubblicità delle poste? 

Sappiamo che prima della definitiva instaurazione del regno di Eloah, ci sarà un regno terreno governato dalla bestia. Sappiamo che la bestia ha potere anche attraverso la sua immagine, che è la trasposizione della sua natura nel “mondo virtuale”. La tecnologia è proprio questa immagine. L’uomo sta continuando a creare sistemi basati sulla realtà aumentata, l’intelligenza artificiale e le interfacce tecnologiche per “inserire” l’uomo in questo nuovo paradigma. 

Le fu concesso di dare uno spirito all'immagine della bestia affinché l'immagine potesse parlare e far uccidere tutti quelli che non adorassero l'immagine della bestia. (Rivelazione 13:15) 

La tecnologia in se stessa è un simbolo, un mezzo, ma viene utilizzata per dominare le coscienze umane e renderle schiave della bestia. Nessuno potrà resistere alla sua seduzione se non inizia a comprendere cosa si cela dietro a delle apparenti e semplici pubblicità, messaggi, film e tutto quello che veicolano i mezzi di comunicazione. 

La venuta di quell'empio avrà luogo, per l'azione efficace di Satana, con ogni sorta di opere potenti, di segni e di prodigi bugiardi, con ogni tipo d'inganno e d'iniquità a danno di quelli che periscono perché non hanno aperto il cuore all'amore della verità per essere salvati. Perciò Eloah manda loro una potenza d'errore perché credano alla menzogna; affinché tutti quelli che non hanno creduto alla verità ma si sono compiaciuti nell'iniquità, siano giudicati. (2Tessalonicesi 2:9-12) 

L’intento del bugiardo è appropriarsi e dominare le anime degli uomini, per renderli schiavi e in ultima misura ucciderli, perché il dio di questo mondo è omicida. 

Voi siete figli del bugiardo, che è vostro padre, e volete fare i desideri del padre vostro. Egli è stato omicida fin dal principio e non si è attenuto alla verità, perché non c'è verità in lui. Quando dice il falso, parla di quel che è suo perché è bugiardo e padre della menzogna. (Giovanni 8:44) 

Molti obietteranno pensando che tutto questo sia fantasia, che è solo una pubblicità, che è solo marketing. Ma cosa è veramente il marketing, se non seduzione attraverso la persuasione ad accettare qualcosa (o acquistare)? Siamo davvero sicuri che tutto questo non fa parte di un piano ben orchestrato dalle potestà di questo mondo per schiavizzare e uccidere la maggior parte degli uomini sulla terra? 

Possiamo credere che non sia così, oppure possiamo lasciare che lo Spirito guidi ogni nostro passo, che la Verità (Yahushua) sia l’unica vera strada da percorrere. Il regno della bestia che durerà solo un’ora (un tempo breve), sta per palesarsi agli occhi di tutti, la quasi totalità delle persone lo accetterà così come accetterà il marchio della bestia, perché è già qui. 

Le dieci corna che hai viste sono dieci re, che non hanno ancora ricevuto regno; ma riceveranno potere regale, per un'ora, insieme alla bestia. (Rivelazione 17:12) 

In verità

Scendono le tenebre

Del resto, fortificatevi nel Signore e nella forza della sua potenza. (Efesini 6:10) 

Quando il MessYAH rivelò la Sua potenza in questo mondo, il mondo ha visto per la prima volta la vera Luce. La salvezza per la prima volta nella storia dell’umanità è entrata a far parte del paradigma umano. Nessun essere vivente da quel momento può più affermare in Verità, che questa salvezza non sia stata rivelata. Oggi le tenebre stanno calando le ultime carte da gioco in questo mondo anestetizzato dalla menzogna, spiriti oppositori si ribellano a coloro che portano lo Spirito del Padre, altri ipocriti e bugiardi spiriti muti si nascondono dietro il velo della propria ipocrisia. 

Yahushua, vedendo che la folla accorreva, sgridò lo spirito immondo, dicendogli: «Spirito muto e sordo, io te lo comando, esci da lui e non rientrarvi più». (Marco 9:25) 

Tu che ti nascondi, tu che taci nella tua iniquità, non sai che lo Spirito Santo rivela ogni cosa? 

Tu che dormi e fingi di essere desto, non sai che Yahushua torna per svergognare la menzogna? 

Perché chiunque fa cose malvagie odia la luce e non viene alla luce, affinché le sue opere non siano scoperte. (Giovanni 3:20) 

Siamo indaffarati a cercare la verità senza mai afferrarla veramente, senza mai lasciare che entri in noi e distrugga il vecchio uomo carnale bugiardo. Ci ostiniamo a cercare, ci ostiniamo a fingere di vivere, mentre intorno a noi i demoni banchettano con le nostre anime… e noi stiamo compiendo l’opera santa, l’unica vera e sola strada che conduce alla salvezza? Oppure ci riempiamo la bocca di belle parole, di vani ragionamenti, di vorrei ma non posso, di dico ma non opero, di tante inutili chiacchiere? 

Il velo del tempio è stato squarciato in mille pezzi, nel giorno in cui il Sangue è stato versato per riscattare ognuno di noi, ma noi quel Sangue lo vogliamo veramente amare? Oppure voltiamo lo sguardo altrove, perché quel calice è troppo amaro? Chi vive in Lui è gioioso, è amorevole, è concreto, edificante, potente in virtù di Colui che impartisce potenza! 

Ma fino a oggi, quando si legge Mosè, un velo rimane steso sul loro cuore; però quando si saranno convertiti a Yahushua, il velo sarà rimosso. Ora, Yahushua è lo Spirito; e dove c'è lo Spirito di YAH, lì c'è libertà. E noi tutti, a viso scoperto, contemplando come in uno specchio la gloria dell’Adonay, siamo trasformati nella sua stessa immagine, di gloria in gloria, secondo l'azione di Yahushua, che è lo Spirito. (2Corinzi 3:15-18) 

Le tenebre calano su questo mondo bugiardo… e noi da che parte vogliamo guardare? 

In Verità

Babilonia la Grande Meretrice

Nel testo di Stefano Assemani, “Acta Martyrum sanctorium Orientalium a Occidentalium, Vol. 1”, del 1748, si legge: 

"Rinuncio a tutti i costumi, riti, legalismi, ai pani azzimi e sacrifici di agnelli degli ebrei, a tutte le altre feste degli Ebrei, i sacrifici, le preghiere, le aspirazioni, purificazioni, santificazioni, propiziazioni, digiuni e noviluni sabati e superstizioni, inni e canti, osservanze nelle sinagoghe. Ogni legge, rito e costume, che ricordi la tradizione ebraica, avere conviti con gli ebrei, intrattenere feste con loro, o parlare in segreto per condannare la fede cristiana, invece di confutare il loro credo apertamente e condannando la loro vana la fede, per lasciare il tremito di Caino e la lebbra di Gheazi per me (2Re 5:27), così come le pene legali per cui mi riconosco io stesso responsabile. E possa essere io anatema nel mondo a venire, e la mia anima essere scagliata verso il basso con Satana ei demoni." 

Assemani era un maronita che visse in Italia, nato a Tripoli di Siria (l’attuale regione del Libano), fu studioso dell’ebraico e del siriaco e scrisse vari testi, molti dei quali attraverso le benedizioni dello zio suo mentore, poi acquisiti dalla Biblioteca Vaticana. In questo estratto si può vedere come al tempo di Costantino ci fu una deliberata volontà di occultare ed eliminare la basi delle tradizioni ebraiche in funzione delle più attuali leggi e costumi legati al paganesimo romano. (link)

La stessa basilica di S. Pietro fu edificata nel luogo dove i cristiani (termine improprio per schernire i veri discepoli della Via di Yahushua) venivano uccisi e torturati attraverso gli spettacoli dei gladiatori con bestie feroci e atroci sofferenze. 

Più avanti nel testo citato in precedenza si legge: 

"Accetto tutti i costumi, i riti, il legalismo, le feste dei romani, i sacrifici, le preghiere, purificazioni con acqua, le santificazioni del “Pontifex Maximus” (sommo sacerdote di Roma), le propiziazioni, le feste, e il nuovo sabato sostituito dal "Sol Invictus" (il giorno del sole), tutti i nuovi canti e le osservanze, tutti gli alimenti e le bevande dei Romani. In altre parole, accetto interamente tutto il culto della tradizione romana, ogni nuova legge, rito e costume di Roma, accettando la Nuova Religione Romana". 

Inoltre, nel 365 d.c. il Consiglio di Laodicea ha scritto, in uno dei canoni: 

“I cristiani non devono seguire il giorno del riposo di sabato (Shabbat ebraico), ma devono lavorare in quel giorno. Piuttosto, devono onorare il giorno del dio Sole (domenica, Sun Day). Ma se qualcuno si trovi a praticare il sabato (Shabbat), questo deve essere un anatema contro Cristo". 

In passato anche nella Grecia Antioco IV Epifane, aveva saccheggiato la città di Gerusalemme, impedendo di fatto la professione della religione ebraica e sostituendo gli arredi sacri con le immagini del dio greco Zeus. In parte questo è descritto nel libro di Daniele (Daniele 11). 

Queste erano le nuove leggi che Antioco istituì: 

Tu devi profanare il sabato (Shabbat) 
Tu devi cambiare le festività e le leggi 
Tu devi adorare gli idoli 
Tu devi mangiare animali impuri 
Tu non devi essere circonciso 
Tu devi rinnegare la Torah 

Successivamente il tempio è stato restaurato, così come ogni culto legato alla religione ebraica. 

Il MessYAH Yahushua abolì ogni ritualità ebraica antica, legata ai sacrifici e alle tradizioni quali abluzioni e purificazioni, di fatto liberando i discepoli della Sua Via da ogni forma di legalismo ipocrita legato alla tradizione farisaica. 

Attraverso il Suo sacrificio estremo sul palo, Yahushua ha liberato una volta per tutte ogni credente avesse seguito la strada perfetta da Lui solcata attraverso il pentimento, ravvedimento, battesimo in acqua e successivamente battesimo nello Spirito Santo. 

Questo popolo mi onora con le labbra, ma il loro cuore è lontano da me. Invano mi rendono il loro culto, insegnando dottrine che sono precetti d'uomini. (Matteo 15:8-9) 

Chiunque volesse seguire il MessYAH, partecipando alle regole che Egli stesso aveva lasciato ai suoi discepoli, doveva liberarsi dalle tradizioni farisaiche e ipocrite e dedicarsi invece alle opere della fede attraverso il servizio e l’obbedienza dei Suoi comandamenti. 

Yahushua tuttavia non rinnegò mai la Legge di YHVH data a Mosè e successivamente a tutti i profeti nel corso dei secoli. Il MessYAH perfezionò e portò a compimento quella legge, in modo che fosse scritta in ogni cuore attraverso lo Spirito Santo. Questo uomo ebreo, nato nella carne attraverso lo Spirito di YHVH, parlò e affermò in ogni suo discorso la Parola del Padre, ogni singolo insegnamento proveniva dalla Torah, in Lui resa perfetta per essere salvifica attraverso il suo sacrificio estremo. 

Yahushua ha vinto ogni male del mondo e sottomesso ogni cosa alla Sua autorità, per creare una volta per sempre la Via da seguire per ottenere la Salvezza. 

Antioco e Costantino hanno svolto il ruolo di oppositori della Verità, di fatto abolendo ogni Legge che YHVH aveva dato a Israele. Da secoli il mondo attraverso lo spirito demonico ha cercato di inquinare e distruggere l’opera del Padre, nel modo più subdolo possibile. La religione cattolica infatti è una miscela mortifera di culti e tradizioni che prendono spunto da Babilonia e dalle vecchie culture mediorientali. Il culto del dio sole, ha sostituito il ruolo salvifico del MessYAH, i riti pagani, l’idolatria e la venerazione delle immagini sacre (palesemente contrarie alle leggi del Padre) hanno preso il posto degli insegnamenti che l’Onnipotente ha dato ai suo figli. 

Oggi esiste una struttura mondiale, una trinità basata su finanza, religione e politica, che inquina le acque vive dello Spirito Santo con i suoi culti demonici. Questi ministri di giustizia, distruggono la Verità utilizzando le immagini sacre, distruggono la Verità come lupi travestiti da agnelli. Ci sono molte scritture che ci avvertono circa il tempo che stiamo vivendo. 

Infatti verrà il tempo che non sopporteranno più la sana dottrina, ma, per prurito di udire, si cercheranno maestri in gran numero secondo le proprie voglie, e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole. (2 Timoteo 4:3-4) 

Il MessYAH non ha fondato alcuna religione, non ha fondato nessun culto, se non quello di essere pienamente ripieni del Suo Spirito attraverso l’ubbidienza alle sue leggi. Non ha mai accettato, ne accolto ogni falso insegnamento del mondo, anzi li ha rifiutati con ogni parola di disprezzo, con piena autorità, in Spirito e Verità. Non ha mai fondato una chiesa basata su dogmi umani, ne ha interposto nessun uomo o donna o immagine come mezzo per ottenere la salvezza. Lui è la Salvezza. 

Yahushua (YAH è Salvezza) è l’unico nome nel quale si è salvati. 

In nessun altro è la salvezza; perché non vi è sotto il cielo nessun altro nome che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati». (Atti 4:12) 

Il mondo vive nel peccato perché ama il peccato e la violazione della Legge, ama porsi a dio di se stesso, ama mentire come il padre della menzogna e dio di questo mondo di tenebre. L’uomo ha bisogno di credere alle favole, ai culti pagani, alle tradizioni, per giustificare se stesso di fronte al suo egoismo e alla sua falsità. 

Nessun uomo che riconosca l’autorità di Yahushua, può desiderare di contaminarsi con queste cose del mondo, nessun uomo può desiderare di peccare se ha conosciuto l’unica vera salvezza. 

Cosa c’è nel nostro cuore? Esiste davvero l’agape, esiste davvero quel sentimento profondo di amore per ogni essere vivente, tanto sa spingerci a rinunciare a noi stessi, appendere il nostro ego(ismo) a quel legno di morte e inchiodare ogni nostra iniquità, per seguire l’unica Via che conduce alla vita eterna? 

Cosa c’è che ancora deve accadere affinché possiamo umiliarci di fronte all'unica Verità assoluta, fonte di ogni bene e creatrice di ogni cosa visibile e invisibile? 

Cosa serve per comprendere che amare la Parola è amare Yahushua stesso? 

Cosa serve per comprendere che non c’è tempo da perdere perché il regno è già qui e sta a noi accettare questa salvezza? 

Siamo entrati nel settimo millennio, il millennio che restaurerà ogni cosa e sanerà ogni ferita, manca davvero poco alla fine di questo sistema umano (tema del sei), basato sull'uomo e sul suo numero, basato sulla carne e non sullo Spirito.

Quale altra rivelazione stiamo attendendo? 

Il Dio dei Viventi è qui con le sue potestà pronte all'ultima chiamata, l’esercito è pronto per l’ultima grande battaglia spirituale, che avverrà nei nostri cuori, nel nostro profondo essere, taglierà le carni fino al midollo per separare il bene dal male, la zizzania dal grano… tutto è sulle nostre teste! 

Alziamo la testa, perché il Re è alle porte, Babilonia crolla sulle macerie e sul sangue dei santi e dei martiri, la coppa dell’ira si riversa su coloro che si contaminano con la sua prostituzione. 

Uscite ora o sarà troppo tardi! 

Andate incontro all'Agnello che salva, Colui che ha il potere su ogni cosa e ha sconfitto anche la morte, Egli sta tornando per dare a ciascuno secondo le proprie opere… 

Da questo sappiamo che l'abbiamo conosciuto: se osserviamo i suoi comandamenti. Chi dice: «Io l'ho conosciuto», e non osserva i suoi comandamenti, è bugiardo e la verità non è in lui; ma chi osserva la sua parola, in lui l'amore di Eloah è veramente completo. Da questo conosciamo che siamo in lui: chi dice di rimanere in lui, deve camminare com'egli camminò. (1Giovanni 2:3-6) 

In Verità 



Credits

https://tjcoop3.wordpress.com/the-constantine-creed/

Alzati, o tu che dormi!

Yahushua è Verità assoluta, le Sue parole sono verità e vita. 

Yahushua disse: Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. (Giovanni 14:6) 

Gran parte delle chiese moderne si alimentano di tradizioni e dogmi, montate dal lievito dei farisei, pronte a distruggere l’intera opera. 

Ma ho questo contro di te: che tu tolleri Iezabel, quella donna che si dice profetessa e insegna e induce i miei servi a commettere fornicazione, e a mangiare carni sacrificate agli idoli. Le ho dato tempo perché si ravvedesse, ma lei non vuol ravvedersi della sua fornicazione. Ecco, io la getto sopra un letto di dolore, e metto in una grande tribolazione coloro che commettono adulterio con lei, se non si ravvedono delle opere che ella compie. Metterò anche a morte i suoi figli; e tutte le chiese conosceranno che io sono colui che scruta le reni e i cuori, e darò a ciascuno di voi secondo le sue opere. (Rivelazione 2:20-23) 

Yahushua non mente, non cambia, in Lui c’è il completamento di ogni Legge del Padre, in Lui non c’è altro che la Verità, ora e sempre per l’eternità. 

Chi ha i miei comandamenti e li osserva, quello mi ama; e chi mi ama sarà amato dal Padre mio, e io lo amerò e mi manifesterò a lui. (Giovanni 14:21) 

Nessuno può modificare la Parola, aggiungere o togliere o interpretare, tutto è perfetto così come è stato ispirato da Eloah. 

Ogni Scrittura è ispirata da Eloah e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia. (2Timoteo 3:16) 

Nessun bugiardo, manipolatore, ipocrita, entrerà nel Regno di Eloah. 

Fuori i cani, gli stregoni, i fornicatori, gli omicidi, gli idolatri e chiunque ama e pratica la menzogna. (Rivelazione 22:15) 

La separazione del grano dalla zizzania è iniziata da tempo, il ventilabro sta operando sulle nostre teste e i primi covoni sono stati legati per essere bruciati nel fuoco del giudizio. 

Come dunque si raccolgono le zizzanie e si bruciano con il fuoco, così avverrà alla fine dell'età presente. (Matteo 13:40) 

Presto sorgerà l’iniquo e l’abominio della desolazione ovunque intorno a noi, la pace del MessYAH sarà solo su coloro che sono separati dal mondo. Niente di contaminato potrà resistere al Fuoco dello Spirito, nulla di ciò che esiste persisterà in futuro, tutto sarà trasformato e purificato. 

Ora voi sapete ciò che lo trattiene affinché sia manifestato a suo tempo. Infatti il mistero dell'empietà è già in atto, soltanto c'è chi ora lo trattiene, finché sia tolto di mezzo. E allora sarà manifestato l'empio, che Yahushua distruggerà con il soffio della sua bocca, e annienterà con l'apparizione della sua venuta. La venuta di quell'empio avrà luogo, per l'azione efficace di Satana, con ogni sorta di opere potenti, di segni e di prodigi bugiardi, con ogni tipo d'inganno e d'iniquità a danno di quelli che periscono perché non hanno aperto il cuore all'amore della verità per essere salvati. Perciò Eloah manda loro una potenza d'errore perché credano alla menzogna; affinché tutti quelli che non hanno creduto alla verità ma si sono compiaciuti nell'iniquità, siano giudicati. (2Tessalonicesi 2:6-12) 

La confusione mentale giungerà al suo apice, mentre i figli di Eloah saranno lì a testimoniare questo grande cambiamento. Libertà dove c’è oppressione, Giustizia dove c’è empietà, Vita dove c’è morte spirituale, Verità dove c’è ipocrisia. 

Perché Eloah non è un Eloah di confusione, ma di pace. (1Corinzi 14:33) 

Tutti vedranno Colui che è Verace, colui che spezza le catene con la verga di ferro, tutti si inchineranno alla Potenza del Suo Spirito, ogni ginocchio si abbasserà per rendere Gloria al Signore dei Signori, al Re dei Re, a YAHUSHUA HA’MASHYAH 

Poi vidi il cielo aperto, ed ecco apparire un cavallo bianco. Colui che lo cavalcava si chiama Fedele e Veritiero; perché giudica e combatte con giustizia. I suoi occhi erano una fiamma di fuoco, sul suo capo vi erano molti diademi e portava scritto un nome che nessuno conosce fuorché lui. Era vestito di una veste tinta di sangue e il suo nome è la Parola di Eloah. Gli eserciti che sono nel cielo lo seguivano sopra cavalli bianchi, ed erano vestiti di lino fino bianco e puro. Dalla bocca gli usciva una spada affilata per colpire le nazioni; ed egli le governerà con una verga di ferro, e pigerà il tino del vino dell'ira ardente del Eloah Onnipotente. E sulla veste e sulla coscia porta scritto questo nome: RE DEI RE E SIGNORE DEI SIGNORI. (Rivelazione 19:11-16) 

Alzati o te che dormi, alzati fratello oppresso perché la Luce di Yah sta aprendo la cortina del mondo, il cielo si arrotolerà come una pergamena nel giorno potente dell’Adonay. Umili riunitevi sotto il legno, adorate ora e sempre l’unico Salvatore degno di essere chiamato Santo, perché il tempo giunge in cui tutti vedranno il Suo splendore rifulgere sul cavallo bianco, con la spada della Verità!