Ecumenismo della Verità

Il mondo è un luogo affollato di ideologie, filosofie e molto spesso vani ragionamenti. Ci troviamo a dover “dibattere” su cose futili, invece di andare al cuore della Verità rivelata. 

A far molti ragionamenti e discorsi si dicono molte sciocchezze. E che cosa ci si guadagna? (Ecclesiaste 6:11) 

Ognuno si crede superiore al suo prossimo, crede di avere la rivelazione finale e pensa che gli altri siano in errore. Il problema nasce quando cerchiamo di ragionare su cosa sia giusto o sbagliato, ignorando che la Verità è già scritta e rivelata. 

I loro ragionamenti li rendono come ciechi, il loro cuore indurito li fa diventare ignoranti e li allontana dalla vita di Eloah. (Efesini 4:18) 

Il Messyah l’ha rivelata attraverso la sua Parola, attraverso tutti i suoi servitori nel corso dei millenni, fino a compiere con la sua vita il completamento del vecchio patto con il sacrificio sul legno. Ci affanniamo a dover spiegare ogni volta il vero nome del Messyah, a quale denominazione si appartiene, a quale congregazione, se siamo stati questo o quello, ma nessuno ha il buon senso di vedere semplicemente la Verità e comprendere che questo è un momento in cui i fratelli e le sorelle dovrebbero riunirsi invece che fare le solite guerre. 

Ma quando la comunità è riunita, preferisco dire cinque parole che si capiscono, piuttosto che diecimila incomprensibili. Così posso istruire anche gli altri. Fratelli, non ragionate come bambini. Siate come bambini per quel che riguarda il male, ma siate adulti nel modo di ragionare. (1Corinzi 14:19-20)

La chiesa cattolica romana sta facendo proprio questa opera di ecumenismo, ma alla fine porterà alla religione unica mondiale che svelerà il volto dell’antimessyah e del suo potere definitivo su questo mondo. Molti che si definiscono cristiani non si rendono conto di tutto questo, perché sono condotti da guide cieche e sorde, perché lo Spirito del Padre non è su di loro, ne guida i loro passi. 

Per il desiderio di ricchezza, vi imbroglieranno con ragionamenti sbagliati. Ma la condanna di questi falsi maestri è già pronta; la loro rovina non si farà aspettare. (2Pietro 2:3)

Altri invece fuoriusciti da Babilonia, non fanno che ripetere sempre le stesse cose, si isolano, pubblicano frasi fatte e concetti puerili, senza mai argomentare con scritture di riferimento le stesse tesi che propongono. Rimangono fermi a puntare il dito verso gli altri, nascosti dietro un monitor con la Bibbia sul comodino. 

Le parole dello stolto provocano liti, i suoi discorsi gli procurano guai. (Proverbi 18:6) 

Non comprendono che la salvezza è un percorso semplice se si segue Colui che è la Via della salvezza stessa. Che il Messyah Yahushua stesso ha indicato la strada, i modi e i tempi per ottenerla. Ha insegnato ai suoi come e cosa fare, ha creato un sistema sociale diverso, basato sull'agape e sulla condivisione, sia spirituale che materiale. 

Tutti i credenti vivevano insieme e mettevano in comune tutto quello che possedevano. Vendevano le loro proprietà e i loro beni e distribuivano i soldi fra tutti, secondo le necessità di ciascuno. Ogni giorno, tutti insieme, frequentavano il Tempio. Spezzavano il pane nelle loro case e mangiavano con gioia e semplicità di cuore. Lodavano Eloah ed erano ben visti da tutta la gente. Di giorno in giorno l'Adonai aggiungeva alla comunità quelli che egli salvava. (Atti 2:44-47)

È facile dire agli altri cosa fare se poi ogni giorno non ci relazioniamo con gli altri, facile dire cosa fare se poi non siamo riuniti in Spirito e Verità all'interno della Parola rivelata. È dove sono riuniti due o tre che lo Spirito rivela e insegna, non avviene nella solitudine di una vita isolata. 

Perché, se due o tre si riuniscono per invocare il mio nome, io sono in mezzo a loro. (Matteo 18-20)

Questo non significa che non c’è bisogno di trascorrere del tempo da soli con il Padre e ritirarsi nelle proprie stanze, tranquilli, in silenzio e di nascosto per poter veramente entrare in comunione con Lui, ma subito dopo queste benedizioni devono essere condivise nel mondo, portate nell'assemblea dei fratelli, nella Qahal. Tutto il resto è solo un modo egoico per dimostrare che siamo diversi, che siamo bravi perché scriviamo qualche versetto qua e là e seminiamo “amen” a destra e manca. 

Tu invece, quando preghi, entra in camera tua e chiudi la porta. Poi, prega Eloah, presente anche in quel luogo nascosto. E Eloah tuo Padre, che vede anche ciò che è nascosto, ti darà la ricompensa. (Matteo 6:6)

Oggi quello che serve è l’ecumenismo della Verità, non quello delle religioni, che sono tutte false, tutte. Presto la rivelazione finale colpirà anche coloro che vivono nel mondo della matrix luciferina e non si rendono conto di cosa sta avvenendo a livello spirituale sulle nostre teste. Prima che questo ultimo atto sia manifesto, non sarebbe meglio smetterla di trovare differenze, e seguire Colui che insegna a tutti i suoi servi in Spirito e Verità ai piedi del legno?

Yahushua si avvicinò e disse: "A me è stato dato ogni potere in cielo e in terra. Perciò andate, fate che tutti diventino miei discepoli; battezzateli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo; insegnate loro a ubbidire a tutto ciò che io vi ho comandato. E sappiate che io sarò sempre con voi, tutti i giorni, sino alla fine del mondo." (Matteo 28:18-20)

In verità