Dolori del parto

La scienza afferma che il parto è l’evento più doloroso in assoluto per l’essere vivente. La madre che mette al mondo un figlio sa perfettamente il dolore che si prova in quel momento. È come se venti ossa in diverse parti del corpo, si rompessero nello stesso istante. Il tempo che stiamo vivendo è la metafora del parto, il dolore e la sofferenza estrema che tutti i Figli di Eloah stanno avvertendo nei loro corpi e nelle loro anime testimonia proprio questo momento epocale. 

Questo dolore non è avvertito da tutti, la maggior parte delle persone infatti, continua a vivere una vita regolare, con i soliti problemi, con le gioie effimere e le ambizioni future, mentre spera che le cose possano migliorare.

Quando la gente dirà: Ora tutto è tranquillo e sicuro, proprio allora il disastro li colpirà, improvviso, come i dolori del parto. E nessuno potrà sfuggire. (1Tessalonicesi 5:3) 


Coloro che sentono forte invece lo Spirito di Yahushua conoscono perfettamente il tempo che stiamo vivendo e gemono e soffrono affinché la liberazione possa giungere presto. 

Figli miei, per voi io soffro di nuovo i dolori del parto, finché non sarà chiaro che il Messyah è in mezzo a voi. (Galati 4:19) 

Quanti comprendono i segni dei tempi che stiamo vivendo e compiono azioni reali per cambiare se stessi e comprendere il significato della salvezza? Quando parliamo con le persone avvertiamo chiaramente lo scollamento con la realtà, tutti sono presi nei propri pensieri, nelle proprie passioni, si sentono a disagio ma non hanno il coraggio e la forza per fare un esame vero della propria coscienza. Il tempo trascorre tra un problema e l’altro, tra una illusione e l’altra, ma il parto è vicino e pochi saranno coloro che vedranno la vera Luce del Messyah. 

Perché ci sarà un tempo nel quale gli uomini non vorranno più ascoltare la sana dottrina, ma seguiranno le loro voglie: si procureranno molti nuovi maestri, i quali insegneranno le cose che essi avranno voglia di ascoltare. (2Timoteo 4:3)

Il dolore estremo e le sofferenze di questa vita, saranno solo un vano ricordo della potenza e della gloria del Suo Regno. Oggi dobbiamo comprendere come questa grande opportunità di essere parte del più grande progetto della Creazione stia per manifestarsi, mentre il mondo verrà distrutto e spazzato via delle vecchie malate logiche umane. L’ego lascerà il posto all'agape e lentamente la nuova umanità tornerà nella giusta relazione con il Creatore stesso. 

Piuttosto siate ben contenti di partecipare alle sofferenze del Messyah, perché così potrete essere pieni di gioia anche quando egli manifesterà a tutti gli uomini la sua gloria. (1Pietro 4:13)

La madre sa quanto sia doloroso il parto, ma in un istante solo cancella quel dolore alla vista del suo bambino, si illumina di una nuova luce, si anima di una Forza esterna che le dona pace e felicità totale. 

Una donna che deve partorire, quando viene il suo momento, soffre, ma quando il bambino è nato, dimentica le sue sofferenze per la gioia che è venuta al mondo una creatura. (Giovanni 16:21) 

L’umanità intera sta vivendo l’inizio del travaglio, presto arriveranno i dolori estremi del parto e con esso la devastazione di Babilonia. Poi alla fine coloro che avranno lavato le vesti nel sangue dell’Agnello saranno in piedi alla gloria di Yahushua ed erediteranno la terra. 

Svegliati o tu che dormi, perché il Regno è alle porte… ma la porta è quasi totalmente chiusa, poi non ci sarà più altro da fare o dire. Il momento è questo, non perdere altro tempo! 

Io vi assicuro che non passerà questa generazione prima che queste cose siano accadute. (Matteo 24:34)

In verità