Contro ogni carne

Tu, profetizza loro tutte queste cose, e di' loro: Adonay ruggisce dall'alto, tuona la sua voce dalla sua santa abitazione; egli ruggisce con potenza contro il suo territorio; un grido, come quello dei pestatori d'uva, arriva a tutti gli abitanti della terra. Il rumore giunge fino alle estremità della terra; poiché Yah ha una lite con le nazioni, egli entra in giudizio contro ogni carne; gli empi li dà in balia della spada, dice Yahuveh. Così parla il Signore degli eserciti: Ecco, una calamità passa di nazione in nazione, e un gran turbine si alza dalle estremità della terra. In quel giorno, gli uccisi dal Signore copriranno la terra dall'una all'altra estremità di essa, non saranno rimpianti, né raccolti, né seppelliti; serviranno di letame sulla faccia della terra. Urlate, pastori, gridate; rotolatevi nella polvere, voi, guide del gregge! Poiché è giunto il tempo in cui dovete essere scannati; io vi frantumerò e cadrete come un vaso prezioso. Ai pastori mancherà ogni rifugio, le guide del gregge non avranno via di scampo. Si ode il grido dei pastori, l'urlo delle guide del gregge; poiché l’Adonay devasta il loro pascolo; gli ovili di pace sono ridotti al silenzio, a causa dell'ardente ira del Signore. Fuggono come un leoncello che abbandona la sua tana, perché il loro paese è diventato una desolazione, a causa del furore della spada crudele, a causa dell'ardente ira del Signore. 

(Geremia 25:30-38)