Vaccinazioni di massa?

Giovedì scorso si è tenuta una vaccinazione straordinaria contro l’influenza a Pittsburg. Migliaia di persone hanno beneficiato di questa esercitazione gratuita semplicemente trovandosi per strada o recandosi nel centro vaccini temporaneo nel cuore della città. Alcuni di loro hanno impiegato solo 15 minuti per vaccinarsi e la maggior parte di queste persone è stata entusiasta della rapidità e della gentilezza mostrata dai volontari e gli addetti alle vaccinazioni. Presenti c’erano anche forze di polizia e il famoso corpo antisommossa statunitense SWAT. Tutto questo sembra esser stato studiato come esercitazione in caso di una epidemia improvvisa e repentina, per verificare i tempi di reazione dello staff medico ad un’eventuale disastro batteriologico su larga scala. Potete leggere la notizia qui.

Spesso abbiamo fantasticato su scenari apocalittici, guerre batteriologiche, crolli economici e quant’altro. Queste innocue esercitazioni, se pur a scopo dimostrativo sembrano essere create per “addolcire” le persone nei confronti di quello che potrà accadere nei prossimi anni, insinuare le procedure standard nelle menti di chi si troverà a dover fare una scelta, oppure ancor peggio chi non avrà alcuna scelta.

Molti lettori di questo blog penseranno che tutto questo sia ridicolo, che questa paranoia cospirazionista sia una pericolosa elucubrazione mentale. Vorrei solo ricordare che sono qui per interpretare i fatti e cercare di essere più obiettivo possibile, mantenendo tuttavia una corrente di pensiero che sembra essere chiara a coloro che quotidianamente leggono il blog. Permettetemi la puntualizzazione, sempre più spesso si viene accusati di essere visionari, ma come ho già detto, questo è un pensiero fra i tanti della rete, vero o falso che sia, serve solo come spunto di riflessione, al lettore rimangono le conclusioni (favorevoli o contrarie che siano, questo non importa).