08 dicembre 2012

Sviar e guerreggiar

Mentre in Italia tutto si svolge con grande entusiasmo per le prossime elezioni, i volti che parteciperanno alla babilonia si stanno delineando ormai chiaramente. Sinceramente ho sbagliato, pensavo che lo sprovveduto Renzi riuscisse a vincere il confronto, ma non era così apparentato all’establishment per essere davvero un protagonista. Finalmente Berlu è tornato e sarà il candidato del PDL o come si chiamerà lo zombie che arriverà al voto. Intanto hanno silurato Di Pietro e i candidati del movimento 5 Stelle sembrano essere gli attori del bagaglino, senza alcuna cognizione di causa su cosa e come funzioni il mondo in cui stanno entrando. Ma tutto questo è fantastico! Tutto questo serve a far chiacchierare e sviare dai problemi reali, non si potrà più dare la colpa a Monti perché lo hanno silurato (temporaneamente), non si può più dare la colpa a nessuno, si deve solo attendere che qualcuno vinca le elezioni. Francamente la vedo dura, perché ancora credo che lo spezzatino sarà il piatto forte del giorno dopo il voto, credo ancora che tutto questo serva solo ad impegnare le menti in inutili percorsi cognitivi. Stanno preparando una guerra di proporzioni enormi, lo stanno facendo mentre tutti noi non sappiamo nemmeno il perché. Troppo indaffarati a cercare di sopravvivere, di pagare le bollette e di comperare i regali di Natale. Ma quando ci troveremo con posteriore in mezzo alla strada, non ci sarà nemmeno la protezione civile a regalarci una coperta, solo tante manganellate di nostri fratelli che non hanno compreso il loro ruolo e a chi sono assoggettati. Il presidente russo annuncia che gli alieni sono fra noi e non può rivelare i particolari perché troppo pericoloso…del resto chi crederebbe a cosa? Aspettiamo fine mese col calendario Maya sotto braccio e il cappuccino al latte marcio dall’altro.