Piddi, Puddù e Popolo dei Leccaculo

Sono ancora in corso gli scrutini delle elezioni amministrative il alcuni comuni italiani, tuttavia il dato che avrebbe davvero lasciato un senso alla storia sarebbe stato quello dell’affluenza alla urne. Un chiarissimo 60% di non votanti avrebbe dilaniato l’intero sistema politico e legittimato per una volta nella storia della Repubblica la cacciata dei padroni. Ma sappiamo chi scrive la storia e sappiamo come andrà a finire anche questa volta. Se pur i candidati grilletti abbiano un fondo di buona volontà e capacità di intendere il cambiamento, dubito possano reggere il confronto ai ballottaggi e dubito francamente che anche vincenti, possano cambiare qualcosa. Non perché non creda nelle persone, semplicemente perché è il sistema il vero cancro di questa Europa di tecnobastardi. Francamente non mi compiaccio a vedere i risultati delle elezioni nemmeno all’estero, perché è talmente evidente la disillusione. L’uomo nuovo della Francia non sarà in grado di compiere una sola delle proposte lanciate in campagna elettorale. Semplicemente perché non è lui che decide, semplicemente perché è un altro burocrate in mano ai padroni, in mano alla CIA e a chi comanda veramente. Quindi l’aria di cambiamento che qualcuno vuole ostinarsi a vedere per non dichiararsi clinicamente morto, credo proprio sia l’ennesima bufala ben farcita dai media. Ma perché preoccuparsi, l’Italia è divisa da chi crede di essere governato e chi invece governa, lo Stato si è scollato dalla cittadinanza, come una meteora che si allontana dalla sua madre per navigare anni luce lontano. Quindi buon divertimento a vedere i vari vespa che dibattono sul nulla, mentre qualcun altro si impicca all’ennesimo palo perché non riesce più a guardare in faccia i propri figli. Dico a queste persone di pregare e rimanere forti, perché tutto sta per finire…coraggio fratelli!