Fuoco e fiamme

Siete pronti ai fuochi di artificio? Da tempo ne parliamo e siamo ormai giunti all’inizio della fine. Potranno esserci varie forme e manifestazioni, ma la vera sferzata finale all’economia malata di un sistema non ispirato alla dignità dell’uomo e principi universali, sta per giungere al termine. Peccato che non ci possiamo rallegrare più di tanto di questo, perché i contraccolpi saranno molto pesanti per noi tutti. Nonostante la lotta alle streghe del governo dei bambocci che rappresentano il 3% dell’Italia, tutto sta per crollare secondo leggi che i padroni hanno scritto da tempo. Anche se la nomenclatura potrà essere stravolta, anche se i giornali continueranno a mostrare le mirabolanti cure del governo, l’Italia è già spacciata e questo è quello che hanno deciso.

Nessuna politica futura potrà riportare lo Stato in condizioni di equilibrio e noi poveri fessi pagheremo l’ultimo conto di questo massacro. Ma il governo del 3%, il governo dei servetti, ancora riceve il plauso di tutte le forze politiche, incapaci di vedere l’acqua nella barca anche con i piedi immersi e freddi. Politici che come prostitute leccano a destra e manca le misure del tecnocrate, come se fosse il messia. Nessuno, voi compresi, sarete risparmiati, nessuno di quelli che hanno scelto altro verranno risparmiati. E mentre crederete di governare ed esercitare finalmente il vostro potere la vostra terra si sgretolerà lentamente sotto i vostri zampi da capri fino al momento in cui sprofonderete nelle fiamme per sempre, senza esclusione e senza nessuna possibilità di tornare indietro.

Oggi è a scelta, oggi molti hanno scelto il mio contrario e si manifestano con i loro falsi prodigi per cercare di arrecare danni alla vita. Ma la Vita, quella votata a Colui che è, non potrà mai essere distrutta. A voi pochi che rimanete in ascolto, buona scelta!