Perché la Stato mette le mani sui vostri conti correnti?

La lotta all’evasione fiscale sembra la crociata che più va di moda nei palazzi del potere. Il vero problema italiano sembra proprio essere il sommerso e l’innata propensione degli italiani a fregare il prossimo. Evasione fiscale, dichiarazioni di redditi falsificate, super ricchi che dichiarano 14 mila euro annui, questo è un vero problema per noi tutti. In uno Stato sovrano (non come l’Italia e gli altri Paesi occidentali) questo problema è facilmente risolvibile con una semplice normativa: detrazione totale in dichiarazione di ogni tipo di servizio, prodotto o transazione.

Se il fornaio avesse la possibilità di detrarre le spese del gommista e il gommista detrarre le spese del supermercato, o del medico (comprese le spese per prodotti fitoterapici ed omeopatici), ognuno avrebbe la necessità di emettere e detrarre le spese di ogni cosa che transiti nella nostra vita. Ma questa piccola norma non può essere applicata, perché implica un ridimensionamento di chi, per natura, non ha mai dichiarato il vero. Questo significa che i grandi speculatori finanziari, i grandi professionisti con parcelle milionarie ma fatture da metalmeccanico, sarebbero automaticamente smascherati. Gli stessi che oggi siedono sulle poltrone dei palazzi del potere non avrebbero più il controllo di questo cancro che loro stessi alimentano da decenni. Perché l’evasione fiscale è un ottimo modo per mantenere il debito, mantenere alta la pressione fiscale e di conseguenza il controllo sulle persone.

CONTROLLO!

Questa è la chiave di lettura che deve essere applicata, il resto sono solo invenzioni da dibattiti da porta a porta. Il governo metterà le mani direttamente nei conti correnti degli italiani, non saremo più liberi (se mai ancora la libertà fosse un valore reale), il controllo avrà fatto un altro passo in avanti. Fino a quando? Fino alla prossima manovra che fra quaranta giorni verrà ri-valutata come misura anti crisi e anti-debito.

Perché il problema di fondo non si risolve in questo modo ed è chiara la volontà che spinge queste persone: impoverire tutti e tutto per avere sempre più controllo, austerità e potere.

Quindi non ha senso preoccuparsi di questo, è bene guardare oltre, ad un tempo in cui questo non esisterà più perché le regole del gioco verranno sostituite da Regole e Principi Universali sui quali si possa costruire un futuro davvero equo e giusto.