07 febbraio 2010

Azione

Dopo un lunghissimo periodo di pausa e riflessione, i prossimi mesi saranno forieri di grandi cambiamenti ed eventi che metteranno a dura prova il nostro delicato sistema psicofisico. Molte persone si ammaleranno a causa di tutto quello che questo blog ha descritto e denunciato per un lungo periodo. Si ammaleranno soprattutto i deboli, coloro che sono vittime del controllo e del gioco perverso che vuole portare l’uomo ad essere un automa. Questo avverrà perché molti non sono pronti e molti non si rendono conto di cosa ci sia realmente dietro il velo dell’illusione. Non è mia intenzione creare falsi allarmismi, chi sa vedere oltre le parole sa perfettamente che tutto questo è dettato dal cuore, non è certo detto per creare tensione. Il tempo della denuncia sta per giungere al termine, non perché sia inutile, ma perché non può più contrastare l’enorme massa di pensieri negativi che aleggiano sulle nostre teste. Sarebbe come alimentare questa nube con nuove nubi. Oggi invece è necessario essere vigili, essere pronti ad aiutare concretamente le anime che vorranno seguire un percorso diverso, un percorso opposto a quello della paura e del terrore. Sarà difficile perché è proprio il terrore e la paura che governeranno i prossimi mesi, ogni fenomeno sembrerà assurdo e insensato. Quello che abbiamo dentro non è altro che la manifestazione di quello che creiamo all’esterno, per questo è necessario colmare i nostri miseri egocentrismi, cercando di essere totalmente uniti in corpo, anima e mente. Lo Spirito guiderà ognuno di noi verso la grande trasformazione, verso qualcosa di più luminoso, ma questo non sarà per tutti una passeggiata.

I forti saranno attaccati maggiormente perché forti, i deboli saranno ancora più deboli se non inizieranno un processo di auto perfezionamento di ogni sfera emotiva e spirituale. Il corpo fisico è solo il contenitore di tutto questo, un contenitore che mai come oggi dovrebbe essere “pulito” da cibi errati, da pensieri negativi e da tutto quello che è contrario alle Leggi Universali. L’azione non sarà una rivoluzione, azione non significherà combattere contro qualcuno o qualcosa, questo sarebbe solo un massacro inutile, un conferire ancora maggiore attenzione a un mondo che deve necessariamente finire. Azione significherà essere SEMPRE presenti e vigili, totalmente guidati dallo Spirito affinché le nostre azioni possano aiutare ogni essere del pianeta. Gran parte dell’umanità ha scelto di incarnarsi ora per compiere tutto questo, perché mai occasione più grande può essere offerta. Guardare il dolore come esperienza, la malattia come un insegnamento, la pace interiore come prerogativa per raggiungere la pace universale, dovrebbero essere le priorità della nostra vita. Il resto sarà fatto da uomini e donne di buona volontà, ognuno con il suo apporto, piccolo o grande che sia, ma sempre parte dell’unica forma che contiene il Tutto.

Ti è piaciuto l'articolo? Clicca su OK

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.