30 aprile 2008

Così come Bilderberg ha deciso


ALGERI – Il presidente dell’OPEC Chakib Khelil non esclude che i prezzi del petrolio arrivino fino a 200 dollari al barile, anche se l'offerta è adeguata, perché il mercato è guidato dalla caduta del dollaro.

"Interrogato in merito a un eventuale aumento che andrebbe a 200 dollari, il ministro non ha escluso tale eventualità, spiegando che questo aumento è indicato da adesso, al momento in cui il dollaro sale o scende di quotazione".

"In poche parole, le scorte sono elevate, la domanda si sta mitigando, l'offerta è soddisfacente. Pertanto, di solito, senza problemi geopolitici e la caduta del dollaro, i prezzi del petrolio non sarebbero a questo livello".

Khelil, un ex funzionario della Banca mondiale, è anche ministro dell'energia e delle miniere algerino.

Egli ha aggiunto: "I prezzi sono elevati a causa della recessione negli USA e la crisi economica che ha toccato diversi paesi, una situazione che ha un effetto sulla svalutazione del dollaro e, pertanto, ogni volta che il dollaro perde un punto percentuale, il prezzo del barile sale di 4 dollari, e, ovviamente, viceversa ".

Egli ha aggiunto che: "Se questo (il dollaro) si rafforza del 10 per cento, è probabile che (il petrolio) i prezzi diminuiranno del 40 per cento."

Se la situazione economica degli Stati Uniti migliorerà da ora a fine anno "contribuirà a rendere il mercato più stabile".

"Ma non credo che un aumento della produzione contribuirebbe a ridurre i prezzi, perché c'è un equilibrio tra offerta e domanda e le scorte di benzina negli Stati Uniti hanno registrato un aumento e sono al loro livello più alto da cinque anni."

Articolo originale: OPEC president sees $200 oil possible

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

29 aprile 2008

L’involuzione dell’uomo

Migliaia di individui ogni giorno vengono alla luce, piccoli bambini indifesi iniziano il loro percorso di vita. La felicità di una nuova esistenza permea il cuore dei genitori. Inizia a tutti gli effetti un cammino unico e ineguagliabile, un miracolo che si ripete da generazioni. Ogni sentimento di amore pervade il piccolo nascituro, immerso nel calore che riceve incondizionatamente. Il bambino è indifeso, privo della facoltà di scegliere e di esercitare il proprio libero arbitrio. I genitori sono deputati a scegliere per lui, cercando di fare sempre del proprio meglio, secondo le proprie possibilità e le proprie conoscenze.

La realtà ci rende ciechi a volte, nasconde i pericoli più grandi e mostra solo gli aspetti di una vita che viene privata del suo senso biologico. Il bambino diventa una piccola cavia, viene vaccinato, alimentato con cibo errato, privato del tempo che necessita del padre, iniziato alla società secondo i canoni che la legge impone, di fatto entrando nel sistema senza avere una reale scelta. Tutto trascorre apparentemente senza problemi, mentre questo bambino cresce e inizia a vedere le cose per quello che sono. Le aspettative sulle sue spalle sono enormi, sa di dover dimostrare di potere vivere indipendentemente, di ottenere un buon posto di lavoro, di trovare un partner adatto, di dover in qualche modo ripagare i genitori degli sforzi che hanno compiuto per averlo creato. Il senso di colpa a volte prende il sopravvento, molto spesso ci si sente soli, persi in logiche che non trovano spazio nella semplicità della vita.

I bambini più sensibili soffrono molto all’interno del sistema, si sentono impotenti, vedono l’immenso patrimonio dell’uomo sprecato per alimentare qualcosa privo di significato. Qualcuno spesso cerca di contrastare il sistema, tenta invano di uscirne e riscopre le piccole cose della vita, il vero significato della presenza dell’uomo sul pianeta. Questi bambini si sentono tristi per non poter condividere queste sensazioni con i propri coetanei, troppo indaffarati a giocare il ruolo dell’uomo perfetto. A nulla servono le parole, le discussioni in famiglia, le costanti dimostrazioni di Amore vengono male interpretate, si finisce per essere esclusi e considerati reietti della società.

I canoni di appartenenza lasciano spazio alla cura dell’essere, alla ricerca della Verità, alla ricerca di persone affini al proprio modo di vedere la vita, alla consapevolezza di essere molto di più di quello che ci viene concesso. Il lavoro viene considerato un carcere dal quale è impossibile fuggire, intrappolati in una sfera di vetro in cui tutto scorre faticosamente, tutto perde luce e significato. Il grigio del cielo entra nelle vite, i colori sbiaditi delle giornate tutte uguali, finiscono per togliere il sorriso dal volto, finiscono per lasciare il peso del corpo abbandonarsi alla gravità, lo sguardo fisso in terra, spento. Questo impoverisce lo spirito del bambino, che a lungo andare non vede alternativa, si sento solo e triste, alza gli occhi al cielo in segno di aiuto, ma non trova luce, non trova un appiglio nel quale sperare.

Tutti noi siamo stati programmati in un modo, educati e integrati al sistema, ora possiamo renderci conto di tutto questo, possiamo vedere le cose per quello che sono, possiamo osservare la vita e le sue manifestazioni, scegliere di uscire dal gorgo che prosciuga la nostra energia, utilizzare questa energia per costruire una vita migliore, per riversare il bene nei nostri cuori, affinché un giorno possa straripare in ogni angolo del mondo, in modo che tutti possano vedere la vera luce che ogni cosa permea, l’immenso Amore che è li ad attendere la nostra mano.

Articolo correlato: Il ruolo dei genitori

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

27 aprile 2008

Google vuole anche il tuo DNA

L’investimento su Navigenics da parte del gigante della ricerca su Web è un’ulteriore prova del fatto che vuole puntare tempestivamente sulla mappatura genetica direct-to-consumer.

Il co-fondatore di Google Larry Page pronuncia un importante discorso all’ International Consumer Electronics Show il 6 gennaio 2006 a Las Vegas, Nevada.

Il tuo DNA finisce nel regno delle ‘informazioni a livello mondiale’, e sembra che Google (GOOG), come parte della sua missione aziendale, stia cercando di organizzare anche questo. Il gigante di Internet ha ricevuto una cattiva stampa nel 2007 quando investì almeno 4.400 millioni di dollari (BusinessWeek.com, 29/11/07) in una compagnia specializzata nella mappatura del DNA, 23andMe, che fu avviata da Anne Wojcicki - la moglie del co-fondatore di Google Sergey Brin - e dal suo socio in affari.

L’interesse di Google per il DNA non finisce qui. Sta investendo del denaro anche in una seconda startup di mappatura del DNA nella Silicon Valley, Navigenics. La compagnia è anche sostenuta dalla brillante società di venture capital Kleiner, Perkins, Caufield & Byers. Per uno sputo di saliva e 2.500 dollari, i risultati del tuo test genetico sono inviati in maniera sicura sullo schermo del tuo computer con le probabilità genetiche relative a 18 condizioni mediche, dall’Alzheimer alle artriti reumatoidi e diversi tipi di cancro. Navigenics punta ad aumentare la prevenzione di malattie fornendo agli utenti informazioni sul loro DNA che loro possono condividere con i propri dottori. L’indirizzo di privacy della compagnia consiste nel criptare le identità degli utenti, e trasmetterle solo qualora ritenga abbiano i requisiti di studi genetici scientificamente sensati. La società offre anche consulenza genetica.

Nello stesso modo in cui ha investito in 23andMe, Google vuole mettere una prima quota in un mercato nuovo e potenzialmente vasto relativo ai dati genetici. "We are interested in supporting companies and making investments in companies that [bolster] our mission statement, which is organizing the world's information and making it universally accessible and useful," Google spokesman Andrew Pederson say"Noi siamo interessati a sostenere e a fare investimenti in società che [rafforzano] il progetto della nostra missione, che è organizzare le informazioni a livello mondiale e renderle universalmente accessibili e utili", ha affermato il portavoce di Google, Andrew Pederson

Non rivelate le proporzioni dell’investimento

Chiamando 23andMe un esempio di compagnia “che genera un’intera nuova serie di informazioni che interessano una vasta gamma di persone," Pederson sostiene che Google voglia estendere le proprie capacità di ricerca ad un test genetico. Il percorso esatto e i profili dell’affare commerciale dell’emergente mercato di test sui geni resta da chiarire, ma se Navigenics funziona “genererà una quantità consistente di un nuovissimo tipo d’informazione di un valore potenzialmente di vasta portata" sostiene Pederson. "Sentivamo che era importante inserirsi adesso, al primo stadio, per capire meglio l’informazione generata da questo campo che si muove velocemente."

Se la mappatura genetica risulta popolare, la nascente tecnologia è di giovamento ad Affymetrix (AFFX), che non solo ha investito in Navigenics ma realizza anche il sistema GeneChip usato nel test e gestisce il laboratorio che Navigenics usa per analizzare il DNA degli utenti. Altri ex allievi di Affymetrix occupano posizioni chiave in entrambe le startup di test sui geni: Sean George è dirigente di servizio e Stephen Moore è consulente principale a Navigenics; Linda Avey co-dirige 23andMe. Anche un ex presidente di Affymetrix, Sue Siegel, è a bordo di Navigenics.

L’interesse di Google nella compagnia sembra essere puramente finanziario. Sia Navigenics che Google si rifiutano di rivelare le dimensioni dell’investimento. "Nonostante Google sia un investitore finanziario in Navigenics, non hanno accesso ai nostri dati; noi non facciamo pubblicità" dice Amy DuRoss, responsabile della politica e degli affari alla Redwood Shores (Calif.)- di base a Navigenics.

Accalappiare lo star power a SoHo

I tentativi di Google di affermarsi nelle tecnologie di mappatura genetica "potrebbero dire più riguardo Google e la sua direzione aziendale e questa particolare fetta dell’area della biotecnologia piuttosto che su Google come azienda," osserva Scott Kessler, un analista azionario per della Standard & Poor che segue Google. (S&P, come BusinessWeek, appartiene alle aziende della McGraw-Hill (MHP)). Brin e il socio Larry Page "hanno interessi che vanno ben oltre il business della ricerca su Internet e perfino oltre il business dei media online."

Le notizie relative all’investimento di Google arrivano mentre l’azienda di mappatura genetica conclude un lancio di un prodotto di quasi due settimane con un dibattito pubblico di esperti e uno storefront pubblico a Manhattan nella sezione chic di SoHo. Accalappiando lo star power, grandi nomi nella finanza e nella politica – per non menzionare un piccolo lancio pubblicitario da una Internet powerhouse — Navigenics spera che la sua nuova Health Compass diventi lo strumento di svolta per inaugurare una nuova era di sanità personalizzata e preventiva.

"Su tutte queste nuove svolte genetiche c’è sempre qualche resistenza a livello culturale," ha sostenuto l’ex Vicepresidente Al Gore, nuovo socio della Kleiner Perkins, l’8 aprile a un dibattito pubblico di esperti patrocinato da Navigenics circa il potenziale del prodotto. "E quindi quando c’è una valutazione del valore inerente, se l’etica è corretta, se la cultura circostante è appropriata, allora si apre appunto un varco. Credo che questa compagnia lo avrà senza difficoltà." Gore è anche un amico personale del co-fondatore della compagnia, il dottor David Agus, che lui ha chiamato ‘uno che fa miracoli’, e l'ex principale consigliere interno di Gore, Greg Simon, dirige il gruppo di esperti che si occupa dell’etica e della politica della Navigenics.

Un chi è chi dei Venture Capitalists

Agus, direttore dello Spielberg Family Center for Applied Proteomics al Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles, si occupa di celebrità di Hollywood, dei reali sauditi, e di altre persone ricche, ma concepisce la società come un modo per evitare le malattie costose. Spera che Navigenics ispiri una rivoluzione sanitaria dalle masse, fornendo direttamente informazioni vitali ai consumatori, che a loro volta mobiliteranno i propri dottori. "Partire dal singolo individuo è il modo in cui cambieremo i dottori," dice Agus, "ed è il modo in cui cambieremo la medicina e i costi della sanità, eccetera— prevenzione della malattia."

Da novembre, altre due società hanno offerto ai consumatori test genetici basati sul Web. Mountain View (Calif.)-di base a 23andMe dà ai consumatori i loro dati genetici non elaborati così che essi possano esplorare la propria discendenza, la possibile predisposizione a malattie, oppure partecipare ad una rete di servizi sociali con altri utenti che desiderano condividere i propri profili genetici. E deCODE Genetics (DCGN), di Reykjavik, Islanda, cataloga i rischi genetici per 26 malattie e condizioni, fornisce dati relativi alla discendenza, e permette agli utenti di condividere le informazioni con altri. (Un portavoce di A deCODE sostiene che Google non possiede una partecipazione azionaria nella compagnia).

Un chi è che del mondo venture-capital sta rinforzando Navigenics. La startup ha completato il suo secondo round di conversione di un finanziamento a novembre, raccogliendo più di 25 milioni di dollari da Kleiner Perkins, Sequoia Capital, e Mohr Davidow Ventures. Mari Baker, un ex "responsabile-in-sede" alla Kleiner Perkins ed ex direttore generale di Intuit (INTU), è amministratore delegato di Navigenics. MDV ha anche finanziato 23andMe ma quella relazione è finita. Tra gli investitori individuali invece Scott Cook, un co-fondatore di Intuit, e il dottor Lubert Stryer, vincitore della National Medal of Science nel 2006, consulente per Affymetrix e professore emerito di neurobiologia alla Stanford University. La scuola è stata anche un primo investitore in Navigenics.

Progettare la competizione/gara/concorrenza

Stranamente, Navigenics e 23andMe non si considerano rivali. DuRoss di Navigenics afferma "23andMe ha adottato l’approccio di fornire un aspetto divertente, sociale e ancestrale al vostro DNA,"aggiungendo che la sua società "ha considerato l’idea che la scienza, l’utilità clinica, e l’abilità di fare qualcosa per la vostra salute sia di estrema importanza."

Wojcicki, in un’e-mail a BusinessWeek, ha detto "23andMe guarda alla genetica in modo olistico," aggiungendo, "Gli individui vogliono comprendere la componente della salute dei loro geni, ma vogliono anche la propria discendenza e confrontarsi con altri individui. Noi lavoriamo con un eccezionale comitato scientifico di consulenza [e] abbiamo concluso …che l’utilità clinica della maggior parte di queste informazioni è ancora sconosciuta. Speriamo che col tempo... avremo una comprensione maggiore di come queste informazioni potrebbero essere usate in una struttura clinica."

Nonostante tutte le sue promesse, il più grande ostacolo al test direct-to-consumer può essere la resistenza della comunità medica. L’American College of Medical Genetics raccomanda che "un professionista di cura della prevenzione sanitaria bene informato sia coinvolto nella gestione di test genetici basati sul DNA," ha scritto il presidente Joe Leigh Simpson in un e-mail. "Solo perché un test esiste non significa che sia adatto a tutti," ha affermato. "Molti dei nuovi test sul DNA che valutano la predisposizione a malattie possono fornire soltanto un rischio relativo, non una diagnosi assoluta."

Backman è un scrittore indipendente a New York City.

Articolo originale: Google Wants to Index Your DNA, Too

Traduzione a cura di Giuraffa, che ringrazio per l'opera titanica ed estremamente difficile.


Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

25 aprile 2008

L’Aeronautica militare ti vuole L.O.V.: diffusione aerea di impianti biologici nel cibo, nell’acqua, nell’aria (di C. W. Palit - Prima parte)

L'articolo che abbiamo tradotto è stato elaborato da una ricercatrice sagace e lungimirante del fenomeno "scie chimiche", Carolyn Williams Palit. Basandosi soprattutto sugli studi di scienziati come Castle e la Staninger e su documenti in parte declassificati, la Palit giunge a conclusioni plausibili sul vero scopo delle chemtrails, ossia il controllo della popolazione mondiale, per mezzo della distribuzione un po' in tutto il globo di microsensori che funzionano alimentati dai raggi ultravioletti. Ciò ci permette di comprendere per quale motivo gli avvelenatori stiano completando la distruzione dell'ozonosfera e di capire che, in nessun modo, essi stanno tentando di creare uno schermo contro le radiazioni solari, come ventilato ingenuamente da qualche ricercatore. Sono comunque temi illustrati dalla Palit con chiarezza ed incisività in uno studio che, senza tema di apparire iperbolici, giudichiamo fondamentale e di vitale importanza.

Bisognerebbe acquisire familiarità con il documento “Weather As a Force Multiplier: Owning the Weather in 2025”, un capitolo delle previsioni future. Le persone preoccupate circa le operazioni di aerosol in tutto il mondo nell’atmosfera e definite “scie chimiche”, spesso si riferiscono a questo testo come un’evidenza in grado di dimostrare che le forze armate statunitensi sono coinvolte nelle operazioni di irrorazione per il controllo del tempo.

Izakovic Rolando, Amy Worthington e Scott Gilbert hanno esplorato il problema nei particolari. Mentre è ovvio che il tempo è manipolato con queste operazioni, le applicazioni militari attuate sono considerate di minore rilievo. Il concetto che le scie chimiche servono a ridurre il riscaldamento globale sembra essere la solita vecchia storia di copertura.

Lydia Mancini ha indagato alcuni degli aspetti delle scie chimiche in relazione al controllo mentale, ma penso di aver trovato una delle tessere finali del mosaico: l’aeronautica militare statunitense ha studiato come diffondere sensori nanometrici tra la popolazione per mezzo del cibo, dell’acqua e dell’aria, di modo che questi sensori penetrino nell’organismo.

I ricercatori hanno raccolto prove che le scie chimiche contengono non solo germi, ma anche metalli, cellule di sangue, sedativi, sostanze cristalline, sali di bario ed un tipo di fibra di polietilene e silicio.

Recentemente la dottoressa Hildegarde Staninger, tossicologa ed il dottor Michael Castle, chimico e attivista, hanno unito le loro forze per determinare se le nanofibre che fuoriescono dalla pelle dei malati di Morgellons e le nanofibre delle scie chimiche sono correlate.

I pazienti affetti da Morgellons presentano nanofibre di colori differenti che fuoriscono da piaghe che non guariscono. Le fibre di ricaduta delle scie chimiche sono simili. Sono su di te e nella tua abitazione e si possono vedere con una luce fluorescente nera. La luce ultravioletta le fa brillare. Usa anche una lente di ingrandimento, per vederle.

I filamenti, campioni di tessuto prelevati dalle vittime del Morgellons e campioni delle fibre delle chemtrails, sono stati inviati nei migliori laboratori degli Stati Uniti: AMDL Inc., ACS, Inc., MIT e Lambda Solutions. Il dottor Castle e la dottoressa Staninger hanno chiesto a questi laboratori di identificare le fibre. La dottoressa Staninger ha inoltre determinato che i filamenti del Texas coincidono con quelli analizzati in Italia.

Le fibre delle scie chimiche sono una specie di filamenti pre-Morgellons. Le fibre del Morgellons sono più sviluppate, ma sono correlate ad un tipo di nanotecnologia.

Assistiamo ad un’invasione dei tessuti umani nella forma di nanotubi, nanofili, nonostrumenti, in grado di autoassemblarsi, autoreplicarsi insieme con sensori o antenne e capaci di trasportare frammenti di D.N.A. ed R.N.A. geneticamente modificati. Queste nanomacchine proliferano in un ambiente alcalino ed usano l’energia dell’organismo, i suoi minerali ed altri elementi non identificati come alimentazione.

Esiste un’evidenza che suggerisce che queste nanomacchine ospitano al loro interno delle batterie. Si ritiene anche che siano in grado di ricevere specifiche microonde, segnali EMF ed ELF. Alcuni malati di Morgellons riferiscono che queste nanomacchine hanno una sorta di intelligenza di gruppo.

E’ possibile che le fibre delle scie chimiche diventino nanoparticelle? La dottoressa Staninger pensa di sì. Le nanoarticelle possono passare attraverso le barriere del sangue nei polmoni, entrare in circolo e raggiungere il cervello o altri organi del corpo. Jim Giles afferma: “Le nanoparticelle, piccoli grumi che potrebbero essere usati per rendere i circuiti dei computers più veloci e per migliorare l’assorbimento dei farmaci, possono raggiungere il cervello dopo essere state inalate".

La Staninger ritiene che queste nanoparticelle siano in grado di assemblarsi dopo che hanno raggiunto il cervello o altri organi. Ella afferma che noi mangiamo questa nanotecnologia. È nel cibo, nelle piante e negli animali. Ricorda anche che le nanoparticelle replicano il D.N.A. dei germi con cui vengono in contatto. Ciò determina un aumento delle malattie. Un tipo di nanofilo è implicato nella creazione di pseudo-capelli e di pseudo-pelle. Queste proteine, in grado di replicarsi, creano anche forme chimeriche, simili ad insetti o a parassiti. Nascono pure dei bambini con queste nanomacchine nel loro organismo e ciò è la prova che questa tecnologia può oltrepassare le barriere protettive.

Il dottor Castle ha stabilito che almeno 20 milioni di Statunitensi hanno questi sensori, antenne fili e strumenti nel loro organismo. Il Morgellons si diffonde con una media di mille casi al giorno. La media è destinata a crescere nei prossimi anni. Le persone che non manifestano sintomi del Morgellons possono avere comunque una malattia non conclamata. Si ritiene che il sintomo principale sia l’espulsione di fibre dalla pelle. Se non si manifestano sintomi, vuol dire che il tuo organismo si sta abituando all’aggressione.

Clifford Carnicom è uno scienziato esperto in geodetica, matematica, informatica e fisica. Ha lavorato per quindici anni con varie agenzie: DOD, Forest Service and The Bureau of Land Management. Egli studia ciò che molti ritengono essere una conseguenza delle scie chimiche, ossia l’aumento dell’alcalinità dei suoli del pianeta. Documenta l’incremento di calcio, magnesio, bario e potassio nell’acqua piovana. E’ interessante che J. Walleczck del Lawrence Berkeley Laboratory ha stabilito, nel 1991, come gli ioni di calcio favoriscano il trasporto di elettricità nelle membrane cellulari a livello molecolare.

Carnicom documenta anche che gli alti livelli di sali nei suoli sono dovuti alle scie chimiche ed essi rendono la terra più elettroconduttiva. Queste sostanze sono facilmente ionizzate dalla luce ultravioletta e stanno causando un aumento degli ioni positivi nell’atmosfera. Questo non è salutare per gli esseri viventi. Egli ha rilevato le stesse anormalità nel sangue tra i pazienti di Morgellons.

La terra e tutti i suoi abitanti sono ora un ambiente favorevole per queste nanotecnologie che prediligono un ambiente alcalino, adatto per usare la bioelettricità e per sensori, antenne e strumenti in grado di autoreplicarsi ed autogenerarsi all’interno degli organismi viventi.

Ciò ci porta ad un altro documento dell’Aeronautica denominato: “Hit ‘Em Where It Hurts: Strategic Attack in 2025”. Questo testo merita un’indagine accurata, poiché descrive come impiantare nella popolazione “invisibili sensori biologici che sono più sottili di un capello umano”, diffondendo queste macchine nel cibo, nell’acqua e nell’aria ed usando agenti umani all’uopo.

Fine prima parte

Articolo originale.


TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

Gaza come i lager nazisti

Quando dire la verità è un atto rivoluzionario

Poche ore fa il delegato libico ha paragonato Gaza ai campi di sterminio nazisti. Immediatamente la seduta è stata interrotta e tutti i delegati hanno protestato vistosamente Senza nulla togliere allo sterminio nazista, al dolore degli ebrei e di tutti gli uomini uccisi e umiliati nei lager, mi sembra veramente eccessiva la dimostrazione di sostegno a Israele e ad i suoi crimini contro il popolo palestinese. Da anni la Palestina è teatro di ripetute violazioni dei diritti umani, privazione della libertà, bombardamenti, umiliazioni, torture e molto altro. L’ONU quale organo supremo di controllo e tutela delle nazioni, dovrebbe salvaguardare la vita dei cittadini del mondo, senza sposare cause così sfacciatamente di parte. Il potere degli Stati Uniti e Israele nel modo condiziona da anni l’intero panorama geopolitico, rendendo la Palestina un vero e proprio campo di concentramento a cielo aperto. Questa logica di continua protezione di uno degli Stati che compie atti terroristici in larga scala, non potrà mai portare alla pace in Medioriente, ne tanto meno creare le condizioni per un proficuo dialogo. Non è interesse dell’ONU, ne degli Stati membri risolvere il conflitto israelo-palestinese, semplicemente perché gli ultimi sono considerati inferiori sotto ogni punto di vista. Le leggi razziali sono ancora attuali e perpetrate senza che nessun organo di controllo internazionale metta fine alla barbarie. Il mio sostegno al popolo palestinese è totale, senza appello ne ipocrita retorica. La vita è un valore sopra ogni cosa, ogni bambino, donna o uomo che muore a Gaza, meriterebbe l’indignazione di tutto il mondo, invece guadagna saltuariamente solo un piccolo trafiletto di giornale, quando nessuna notizia di gossip impegna l’intero editoriale.

***

Queste sono le ultime notizie provenienti da Gaza nella sola giornata di oggi. (Da Infopal)

Questa mattina, Khaza'a, a est di Khan Younis, l'aviazione militare israeliana ha bombardato 3 combattenti palestinesi. Fonti mediche all'interno dell'ospedale an-Nasser hanno comunicato che, nell'attacco, uno dei resistenti ha perso entrambe le gambe. Le brigate al-Quds, ala militare del Jihad islamico, hanno confermato che due dei loro militanti sono rimasti feriti durante un raid israeliano.

***

Il bombardamento dell'aviazione da guerra israeliana che ieri sera si è abbattuto contro Beit Hanoun, nella Striscia di Gaza, ha provocato una vittima, un uomo di 55 anni, Daoud al-Kafarneh, e 6 feriti. Fonti mediche hanno reso noto che 6 persone, compresi alcuni combattenti, sono stati feriti e ricoverati in ospedale. Elicotteri militari hanno aperto il fuoco contro cittadini che stavano osservando l'avanzata dei carrarmati verso Beit Hanoun: una ventina di veicoli da guerra hanno assaltato la cittadina entrando dal valico di Erez, sostenuti da circa trenta corazzati, da bulldozer e dall'aviazione. Terreni agricoli e case sono stati presi di mira dalla furia dei missili israeliani.

***

Ieri sera, un contadino è stato ferito a seguito di un bombordamento dell'artiglieria israeliana contro zone agricole a est di Jabaliya, nel nord della Striscia di Gaza. Fonti mediche hanno reso nota l'identità del ferito: si tratta di Iyad Abu Salla'ah, 19 anni, che è stato ricoverato nell'ospedale Kamal Odwan di Beit Lahiya.

Articolo correlato: Fuel shortage forces UN to halt Gaza food aid

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

24 aprile 2008

Via libera a insetti-cyborg

I membri del DARPA (Agenzia per i progetti di ricerca avanzata per la difesa), stanno investendo molto tempo e denaro nella ricerca e sviluppo di insetti robot, per missioni di sorveglianza e indagine. Questo tipo di mini-cyborg sarebbero in grado di raggiungere destinazione, completamente sotto controllo dei rilevatori satellitari di posizionamento, attraverso impulsi elettrici verso i muscoli degli insetti, comandati a distanza. L’impianto di microtrasmettitori, microfoni, rilevatori di gas, sarebbe effettuato nella fase di sviluppo e metamorfosi dell’insetto, in modo da poter essere incapsulati facilmente.

Questa notizia, sicuramente sarà confinata a giornali militari e di settore, senza peraltro destare interesse nell’opinione pubblica. Tuttavia sembra importante analizzare le nuove frontiere della ricerca militare, per comprendere meglio i reali scopi e gli obiettivi di tali “innovazioni”. Immaginate lo spionaggio, la raccolta di dati, la videosorveglianza, fino alla vera e propria guerra batteriologica. L’operazione scie chimiche, la costante irrorazione di metalli pesanti in aria, favoriscono la conducibilità delle onde elettromagnetiche e un migliore campo d’azione per le trasmissioni. Una volta immersi in un mondo totalmente tecnologico, sarà facile essere gestiti e controllati, anche da insetti apparentemente innocui.

Questo è solo un ipotetico futuro, ma purtroppo a distanza di anni, a volte mesi, diventa realtà per tutti.

Articolo originale: Unleashing the Bugs of War
Articolo correlato: Pentagon chief seeks more drones...
Articolo correlato: DARPA Wants Soldiers to Touch...

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

23 aprile 2008

Rutelli, ancora un delirio di onnipotenza

L’Italia è un Paese meraviglioso. Dopo l’ultimo episodio di stupro nella capitale, il candidato sindaco Rutelli ha partorito un’idea geniale. L’utilizzo di un bracciale elettronico da fornire a circa 1,5 milioni di donne (tutte potenziali persone in pericolo), per la prevenzione di episodi di violenza. Questa sembra la ricetta per ovviare alle scadenti politiche di salvaguardia della vita e della dignità delle persone. Qualche mese fa Rutelli fu promotore della creazione di una banca dati DNA, per i colpevoli di reati colposi e non colposi. Uno degli uomini di punta del partito democratico, fedele esecutore dei voleri del Nuovo Ordine, recita il copione assegnatogli, ormai senza ritegno alcuno. Dalla sua parte c’è la volontà di più sicurezza, tutte le città italiane sentono questo pericolo, amplificato da campagne mediatiche che ne accentuano l’eco per giorni. La parola sicurezza è inflazionata. Sicurezza nelle strade, sicurezza sul posto di lavoro, sicurezza contro la criminalità, tutto quanto ruota intorno alla sicurezza. Ovviamente tutto è creato ad arte per manipolare le menti delle persone e intimorire tutti i cittadini, creando un clima di terrore e paura perenne. Un popolo impaurito è un popolo debole, un gregge che accoglie ogni misura che garantisca sicurezza. L’Italia è ancora molto inadeguata rispetto agli altri Stati europei, ormai prossimi al grande fratello globale.

Quello che vorrei si capisse, è che episodi di violenza sono sempre esistiti (per questo ovviamente bisogna migliorare le condizioni sociali), da sempre le città sono teatro di eventi tragici. Quello che non è normale è la grande risonanza che si sta volutamente dando al problema. Per migliorare le condizioni delle donne e di tutti i cittadini si deve investire nelle persone, nel sociale, e nella lotta al precariato. Spesso episodi di violenza nascono da situazioni familiari disastrose, per colpa spesso di una società che non riesce a dare risposte e opportunità paritarie a tutti. Molto facile è prendersela con gli extracomunitari, con i delinquenti che rubano per mangiare, con quelli che finiscono nel giro malavitoso, poiché non esiste una reale alternativa. A parità di scelta, sono certo che ogni persona sceglierebbe un lavoro, una casa e una famiglia, piuttosto che una organizzazione criminale. Per questo si dovrebbero applicare politiche giuste, che salvaguardino la vita degli uomini. Al contrario si esasperano le famiglie, si distruggono le condizioni per vivere serenamente, mutui gonfiati (che esploderanno presto anche in Italia), precariato e malasanità, la ricetta per tenere il popolo alle corde e distruggere la vita.

Non credo un braccialetto dai mille scopi subdoli possa essere la soluzione agli stupri, come non credo questa politica possa risolvere i problemi italiani, se per prima non inizia ad ascoltare i veri problemi. Questa ovviamente è una chimera, ma presto purtroppo pagheremo tutti questa scellerata azione di governo.

Articolo correlato: Zret, L'ultimo argine

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

22 aprile 2008

Solo un sorriso

Oggi non ho veramente nulla da scrivere, uno di quei giorni nel quale ho la tentazione di attivare l’opzione “Elimina questo blog”. Purtroppo è ciclico, ci sono momenti in cui davvero tutto questo mi sembra assurdo e inutile...

Vorrei solo raccontarvi un episodio che mi è capitato pochi giorni fa e che ha riportato il sorriso sul mio volto. Stavo guidando in una strada fuori città, ad una andatura molto lenta, osservando svogliato quello che mi circondava, con la mente immersa nei pensieri. Ad un certo punto alla mia destra ho visto un bambino con uno zaino in spalla, su una piccola bicicletta sgangherata. Pedalava in modo curioso, quasi incurante della strada e delle auto che lo affiancavano. Poco prima di passargli accanto il bambino si è fermato e mi ha guardato. Solo in quel momento mi sono reso conto del grande mazzo di rose che teneva nella mano destra, la stessa mano che non riusciva ad afferrare il manubrio, conferendo una certa instabilità all’andatura. Guardandomi negli occhi mi ha regalato un enorme sorriso, illuminando di fatto la mia faccia spenta da una giornata di lavoro. Sembrerà una banalità, ma questo piccolo gesto mi ha reso molto felice, un piccolo bambino è riuscito ad aprirmi il cuore, senza parole, senza commenti, soltanto un semplice sorriso.

Nelle piccole cose c’è il segreto della vita, peccato che spesso me ne dimentico…

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

21 aprile 2008

Nuove misure contro dirottamenti aerei e identificazione dei passeggeri

La Lamperd Less Lethal, una società impegnata nella costruzione di dispositivi per la sicurezza privata, ha sviluppato un nuovo dispositivo per contrastare e impedire ad eventuali terroristi di dirottare un aereo e quindi avere il controllo totale del velivolo in caso di attacco. Questo controverso dispositivo sembra esser stato annunciato e smentito, essendo un mezzo controverso e molto discusso. Tuttavia sul sito web c'è un articolo ben visibile che ne mostra le potenzialità.

Il dispositivo è dotato di una tecnologia elettro-muscolare, che sarebbe in grado di agire sul sistema nervoso centrale e immobilizzare colui che lo indossa per alcuni minuti. Il meccanismo è simile a quello utilizzato nei taser, ormai largamente diffusi tra le forze di polizia. Gli operatori di bordo potrebbero quindi immobilizzare eventuali dirottatori, per poi proseguire il volo in sicurezza e atterrare al primo aeroporto disponibile.

La campagna pubblicitaria ne enfatizza i grandi vantaggi, alludendo alla sicurezza e alla salvaguardia di tutti i passeggeri. Questo dispositivo sembra cancellare di colpo ogni diritto e libertà individuale del passeggero, di fatto succube del volere di equipaggio e restrittive procedure di sicurezza. Credo si cominci a perdere il contatto con la realtà, di fatto si sta arrivando al controllo globale, spinto dallo spettro della sicurezza e delle operazioni antiterrorismo, troppo spesso create ad arte per giustificare tali misure.




Articoli correlati: RFID
Articolo correlato: Microchips are implanted into skulls in Russia

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

20 aprile 2008

Sulle nostre teste!

Queste sono solo alcne delle immagini che testimoniamo quello che avviene ogni giorno sulle nostre teste. In questo caso si tratta di immagini di Torino, segnalate da Niko. Potrebbero essere state scattate ovunque, visto le numerose testimonianze in tutta Italia. Credo sia difficile negare l'evidenza di fronte a tali manifestazioni. Se questi sono voli di linea... allora qualcosa non torna!


Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

19 aprile 2008

La Dualità dell’Essere (Art. di ErSandro)

Propongo una riflessione di Alessandro, sperando di suscitare un dialogo costruttivo, fra voi lettori molto più preparati di me su tali questioni.


***

Siamo cresciuti credendo che il numero perfetto fosse il tre. Che cosa straordinaria capire che invece si tratta del due. In fondo tutta la matematica può essere intesa come la conseguenza delle relazioni che si possono instaurare tra una coppia di due.

Cominciamo osservando le ipotesi di base. Ogni cosa al mondo è caratterizzata dalla sua esistenza in atto o in potenza. Come diceva saggiamente Parmenide: “Ciò che è, è; ciò che non è, non è”.

Gli stati fondamentali della natura non sarebbero, quindi, tre, come ci suggerisce la fisica (solido, liquido e gassoso), ma due, cioè l’essere ed il non essere. L’insegnamento dell’informatica è che ogni informazione al mondo (che si tratti di immagini, suoni, scritti, ecc.) può essere digitalizzata, cioè ridotta ad una serie di uno e di zeri.

Attenzione a non cadere nell’errore di considerare lo zero come il nulla, la negazione dell’esistenza. Esso rappresenta l’uno in potenza. Se non esiste niente, allora non esiste neanche lo zero. Il fatto che ci sia è sufficiente a porre le basi dell’unità. Anzi, si può dedurre che l’essere ed il non essere (essere in potenza) nascano contemporaneamente.

La creazione si muove facendo due passi alla volta. Meglio, mentre un piede va avanti l’altro si sposta indietro. Nei libri di testo leggiamo: “Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria”. Cioè, qualunque cosa facciamo dà vita ad il suo opposto.

Due stati quindi. Ed ecco che dal concetto di coppia è possibile passare a quello di coppia di coppie.

2 2

Dalle interazioni tra queste due coppie possiamo dedurre tutte le operazioni dell’algebra.

2 + 2= 4

4 - 2= 2

2 x 2= 4

4 / 2 = 2

2 2 = 4

2 √ 4 = 2

Perché, dunque, questa ossessione con il tre? Se osserviamo le operazioni riportate noteremo che sono tutte composte da tre numeri. Quello che, di norma, sfugge all’occhio dell’osservatore meno attento è che lo stesso quattro è a sua volta la somma di una coppia.

Ecco quindi che il terzo elemento diventa a sua volta doppio. Quando diciamo che il tre è il numero perfetto non capiamo che esso è composto da due unità più una coppia.

Se uniamo il già citato Parmenide con il più famoso Eraclito (panta rei, tutto scorre) otteniamo una versione filosofica di questa realtà, cioè che il mondo è composto da essere, non essere e divenire. Il divenire è e non è allo stesso tempo. Nel susseguirsi degli eventi tutto ciò che esiste si muove per diventare qualcosa che al momento non è.

Pensiamo all’acqua, elemento base per la creazione della vita. Esso si presenta spesso nella sua forma liquida, ma in natura esiste anche come ghiaccio e vapore. Nella sua forma base abbiamo la coesistenza di alcune delle caratteristiche dei solidi, come la scarsa comprimibilità, e di altre dei gas, come l’adattamento alla forma del contenitore. Lo stato liquido è il divenire, è un po’ solido ed un po’ gassoso. Attorno vi ruotano il vapore, che non è ghiaccio, ed il ghiaccio, che non è vapore.

Forse sarebbe il caso di rivedere il concetto di trinità.

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

18 aprile 2008

Science spazzatura. "Il Prozac "ringiovanisce" il cervello"

Leggo esterrefatto un articolo pubblicato sul sito di Repubblica, che riporto integralmente qui sotto. Notizie come queste non meriterebbero nemmeno di comparire su testate giornalistiche visionate da milioni di persone al giorno. La deliberata pubblicità del CNR a favore di un antidepressivo, la dice lunga sulla stessa sperimentazione. Studiare il comportamento del cervello attraverso un farmaco, è come vedere gli effetti che la sedia elettrica provoca al condannato prima di esalare l’ultimo respiro. Mi chiedo come si possano finanziare tali amenità, al punto da essere pubblicate da una delle più diffuse riviste scientifiche (ovviamente sul libro paga di Big Pharma). Spero solamente che i lettori possano discernere tali allusioni a nuove sperimentazioni, come una deliberata azione contro la salute e la mente umana. Il cervello e la sua “plasticità”, come ama chiamarla il ricercatore del CNR, ha bisogno di ben altre cose per funzionare alla perfezione. La sottile e subliminale allusione alla miglioria delle funzionalità cerebrali, cela la volontà di dare il via libera alla sperimentazione sull’uomo, l’inizio di una nuova forma di controllo mentale. Spero che ognuno possa comprendere la pericolosità di tale “studio”.

***

Il Prozac "ringiovanisce" il cervello - Funziona sui topi, presto test umani

di PASQUALE NOTARGIACOMO

ROMA - Curare l'umore e contemporaneamente "ringiovanire il cervello". Sarebbe questo l'effetto dei farmaci antidepressivi secondo una ricerca diretta da Lamberto Maffei del Cnr di Pisa e pubblicata sulla rivista Science. Lo studio ha rivelato che i farmaci utilizzati per curare le malattie depressive riuscirebbero ad aumentare la plasticità cerebrale. A migliorare, cioè, la capacità di rimodellarsi tipica del cervello giovane, che si perde almeno in parte nell'età adulta.

L'esperimento. "Il nostro - spiega Maffei - è un esperimento condotto su meccanismi basilari che apre nuove prospettive per il futuro". L'equipè italiana ha studiato l'effetto dei farmaci su topi adulti con deficit visivo permanente causato dall'occhio pigro. Proprio la la somministrazione degli antidepressivi ha guarito la vista dei topi, consentendo un rimodellamento della corteccia visiva, che è cioè ridivenuta plastica come nel cervello giovane, "risvegliandosi" e cominciando a funzionare meglio.

"È un esperimento che deve essere chiaramente replicato sugli uomini - aggiunge Maffei - e proprio per questo stiamo prendendo contatti con i clinici". Uno dei primi utilizzi potrebbe riguardare proprio la cura "dell'occhio pigro". Una condizione piuttosto diffusa nel bambino, che impedisce il pieno sviluppo della corteccia visiva, lasciandolo, se il suo occhio non viene rieducato con tempestività, con deficit visivi permanenti. Per i danni causati dall'occhio pigro non esiste ad oggi una terapia.

Finora la capacità di indurre rimodellamenti del cervello rimaneva soltanto nell'alveo delle ipotesi. "Nessuno - dice Maffei - aveva testato come gli antidepressivi influissero sul funzionamento cellulare del cervello. È questa la grande novità del nostro studio". Gli scienziati hanno scoperto che è esattamente così che agisce l'antidepressivo Fluoxetina (inibitore della serotonina), meglio noto come Prozac.

L'azione "rimodellante" del farmaco è comprovata da cambiamenti dell'attività elettrica cerebrale, a cui si accompagna la produzione di un fattore di crescita importantissimo per la plasticità cerebrale, "BDNF". Si tratta comunque di una scoperta che apre molte possibilità e di cui si possono soltanto intuire gli utilizzi. "Saranno i test sull'uomo - conclude Maffei - a indicarci i passi futuri".

(17 aprile 2008)

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

17 aprile 2008

Manipolazione del clima, ioduro di argento e neve

Una società sta sperimentando diversi modi per rafforzare le nevicate, afferma di aver irrorato circa 23 libbre di ioduro d’argento durante voli aerei su Wind River Range.

I voli hanno avuto luogo da novembre a marzo.

La Weather Modification, Inc, è impegnata in 5 anni di studio sulle modifiche climatiche in collaborazione con il Centro Nazionale per la ricerca atmosferica. Lo Stato ha fornito 9 milioni di dollari per il programma, che ormai è al suo quarto anno.

I ricercatori hanno anche avuto esperienze con lo ioduro d'argento nel sud della Sierra Madre del Wyoming e nel territorio di Medicine Bow.

Gli scienziati dicono che sia troppo presto per dire se gli esperimenti hanno inciso sulle precipitazioni.

Articolo originale: First winter of cloud seeding flights
Articolo correlato: Controllo del clima alle Olimpiadi Cinesi

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

16 aprile 2008

Risparmiare acqua? Consumiamo meno carne!

Fonte: http://www.promiseland.it

Troppe campagne informative di varie organizzazioni non elencano tra i consigli per "risparmiare acqua" l'azione più potente: la diminuzione del consumo di carne.

Le campagne di "consigli spiccioli"

Prendiamo spunto questa volta da una campagna di AMREF Italia, ma lo stesso si può dire di molte altre organizzazioni. La campagna si chiama SprecoMenoSubito, e, nella pagina delle Regole contro lo spreco d'acqua: elenca giustamente tante piccole regole utili da applicare ogni giorno per risparmiare acqua.

Ma manca il consiglio più "potente" in assoluto, più potente di tutti gli altri messi assieme, e che quindi non deve assolutamente essere trascurato: diminuire il consumo di carne e altri alimenti animali, che sono quelli a maggior dispendio d'acqua, perché per produrli viene spesa moltissima acqua rispetto alla produzione di cibi vegetali.

Questo e' anche quanto consigliato dalla "Campagna per la decrescita". Nel loro articolo I primi 10 consigli per entrare nella resistenza con la decrescita troviamo in questo decalogo di base per pesare meno sul pianeta proprio il consiglio esplicito "Mangiare poca carne. O meglio, mangiare vegetariano."

Perché serve tanta acqua per produrre carne?

La premessa da fare, per comprendere i motivi dell'impatto delle nostre scelte alimentari sul consumo d'acqua, riguarda il fatto che gli animali d'allevamento sono "fabbriche di proteine alla rovescia".

Infatti, gli animali consumano molte più calorie, ricavate dai vegetali, di quante ne producano sotto forma di carne, latte e uova: come "macchine" che convertono proteine vegetali in proteine animali, sono del tutto inefficienti.

Il rapporto di conversione da mangimi vegetali dati agli animali a "cibo animale" per gli umani varia da 1:30 a 1:4, a seconda della specie animale, vale a dire: per produrre 1 kg di carne servono da 4 a 30 kg di vegetali coltivati appositamente. Per la loro coltivazione serve acqua. Per dar da bere agli animali serve acqua. Per pulire stalle e macelli serve acqua.

Dalle istituzioni e dal mondo scientifico

In organizzazioni come l'OMS, la FAO e la Banca Mondiale, aumenta sempre di più la preoccupazione per l'impatto dell'allevamento industriale sull'utilizzo delle terre coltivabili e conseguentemente sulla possibilità o meno di nutrire il mondo in modo efficiente.

Esse affermano: "L'aumento del consumo di prodotti animali in paesi come il Brasile e la Cina (anche se tali consumi sono ancora ben al di sotto dei livelli del Nord America e della maggior parte degli altri paesi industrializzati) ha anche considerevoli ripercussioni ambientali. Il numero di persone nutrite in un anno per ettaro varia da 22 per le patate, a 19 per il riso fino a solo 1 e 2 persone rispettivamente per il manzo e l'agnello. Allo stesso modo, la richiesta d'acqua diventerà probabilmente uno dei maggiori problemi di questo secolo. Anche in questo caso, i prodotti animali usano una quantità molto maggiore di questa risorsa rispetto ai vegetali."
[WHO/FAO2002].

L'acqua richiesta per produrre vari tipi di cibo vegetale e foraggio varia dai 500 ai 2000 litri per chilo di raccolto prodotto. Il bestiame utilizza in modo diretto solo l'1,3% dell'acqua usata in totale in agricoltura; tuttavia, se si prende in considerazione anche l'acqua richiesta per la coltivazione dei cereali e del foraggio per uso animale, la quantità d'acqua richiesta è enormemente più elevata. Per 1 kg di manzo da allevamento intensivo servono 100.000 litri d'acqua (200.000 se l'allevamento è estensivo); per 1 kg di pollo, servono 3500 litri d'acqua, 2000 per la soia, 1910 per il riso, 1400 per il mais, 900 per il grano, 500 per le patate. [Pimentel1997]

Il direttore esecutivo dell'International Water Institute di Stoccolma, ha dichiarato "Gli animali vengono nutriti a cereali, e anche quelli allevati a pascolo richiedono molta più acqua rispetto alla produzione diretta di grano. Ma nei paesi sviluppati, e in parte in quelli in via di sviluppo, i consumatori richiedono ancora più carne [...]. Ma sarà quasi impossibile nutrire le future generazioni con una dieta sul genere di quella che oggi seguiamo in Europa occidentale e nel Nord America". Ha aggiunto inoltre che i paesi ricchi saranno in grado di aggirare il problema importando acqua virtuale, il che significa importare cibo (mangime per animali o carne) da altri paesi, anche da quelli che non hanno abbastanza acqua. [Kirby2004]

Oltre a consumarla, l'allevamento inquina l'acqua

Al consumo smodato d'acqua, va aggiunto il problema dello smaltimento dell'enorme quantità di deiezioni prodotte dagli animali degli allevamenti intensivi. Le deiezioni liquide e semi-liquide del bestiame contengono livelli di fosforo e nitrogeno al di sopra della norma, perché gli animali possono assorbire solo una piccola parte della quantità di queste sostanze presenti nei loro mangimi.

Quando gli escrementi animali filtrano nei corsi d'acqua, il nitrogeno e fosforo in eccesso in essi contenuto rovina la qualità dell'acqua e danneggia gli ecosistemi acquatici e le zone umide. Circa il 70-80% del nitrogeno fornito ai bovini, suini e alle galline ovaiole mediante l'alimentazione, e il 60% di quello dato ai polli "da carne" viene eliminato nelle feci e nell'urina e finisce nei corsi d'acqua. [CIWF2004]

Un anno intero di acqua per soli 5 kg di carne

Per concludere, un dato emblematico, che fa riflettere: il settimanale Newsweek ha calcolato qualche anno fa che per produrre soli cinque chili di carne bovina serve tanta acqua quanta ne consuma una famiglia media americana in un anno (5 kg di carne non bastano a coprire il consumo di una settimana, per la stessa famiglia!).

Perciò è chiaro che la prima cosa da fare, per risparmiare davvero acqua, è diminuire i consumi di alimenti animali, privilegiando il consumo diretto di vegetali (cereali, legumi, verdura, frutta, nelle migliaia di possibili ricette appetitose che si possono preparare): come singola azione da compiere è la più potente in assoluto, molto di più di qualsiasi altra azione di risparmio il singolo cittadino possa intraprendere.

D'altro canto, è noto che l'attuale consumo di alimenti animali è di molto superiore al massimo consigliato dall'Istituto Mondiale per gli studi sul Cancro (World Cancer Institute), che consiglia, nelle sue linee guida per la prevenzione del cancro, di non consumare più di 80 grammi al giorno di carne rossa, il che significa 30 kg l'anno come MASSIMA quantità di carne rossa ammessa. In Italia, ogni anno si consumano mediamente 62 kg di carne rossa pro-capite, più 30 kg di altra carne, quindi il doppio rispetto al massimo consigliato.

Modificando le nostre abitudini alimentari, faremo molto per l'ambiente, e faremo un gran regalo alla nostra salute.

Fonti:
[CIWF2004] CIWF, "The global benefits of eating less meat", CIWF Trust, 2004 [Kirby2004] Alex Kirby, "Hungry world 'must eat less meat'", BBC News Online, August 15 2004
[Pimentel1997] Pimentel D., Houser J., Preiss E., White O., "Water Resources: Agriculture, the Environment, and Society", Bioscience, February 1997 Vol. 47 No. 2.
[WHO/FAO2002] WHO/FAO, Diet, nutrition, and the prevention of chronic disease. Report of the Joint WHO/FAO expert consultation, 26 April 2002.

Societa' Scientifica di Nutrizione Vegetariana

www.scienzavegetariana.it

Articolo correlato: L'acqua sarà causa di guerre future

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

15 aprile 2008

Contro la tortura

Pubblico un appello molto importante riguardante l'impianto e l'utilizzo di tecniche di programmazione e controllo mentale.

Fonte: Avae-m

I firmatari, cittadini italiani


Nel riconoscersi nei valori fondamentali della Costituzione anti-fascista, ritengono sia ora e tempo di dire le cose a voce alta ed in tutte le sedi politiche e sindacali, di movimento e ove possibile istituzionali, a che siano affrontate pubblicamente e non censurate oltre alcune annose questioni, al di là degli esiti processuali di vicende legate ad esse, rispetto alle quali i firmatari mantengono proprie posizioni ed orientamenti nel rispetto delle diverse parti in causa e della natura anche giuridica delle vicende.


  1. Un paese civile ed anti-fascista non può ammettere alcuna forma di tortura nel confronti di alcuna persona o essere vivente. È improrogabile una legge al riguardo. I firmatari considerano la legge della Camera del dicembre 2006 un buon passo in avanti in questa direzione, ed il tempo perso dal Senato, un danno per tutti.
  2. Vanno messe al bando le armi “non letali”, tecnologie e strumenti atti a torturare ed interferire anche con la stessa mente delle persone, a distanza. Vanno considerati senza eccezione alcuna come dei – delle criminali quanti ne fanno uso o collaborano al loro utilizzo in qualsivoglia maniera.
  3. Occorre vigilare e se necessario legiferare affinché i medici abbiano tutti il dovere di rispettare e disporre, nell’ambito se possibile della stessa ASL, le richieste di estrazione di corpi estranei, specie se in parti non vitali, da parte di medici di fiducia di persone in stato di libertà o di legali di fiducia di detenuti ed internati.
  4. Per nessun motivo si possono permettere strumentazioni di controllo su lavoratori e lavoratrici nei luoghi di lavoro o di trasferta, né si possono prevedere premi o incentivi a che i lavoratori e le lavoratrici accettino questi mezzi che causerebbero loro una dipendenza assolutamente incompatibile con un ordinamento democratico.
  5. Nessun motivo medico scientifico o psichiatrico può essere addotto per permettere su persone non consapevoli o non consenzienti alcun innesto di strumenti biotecnologici o tecnologici sottocute. Si invita ad un aggiornamento lungimirante della legislazione penale.

Gli-Le aderenti alla AVae-m

Prime adesioni al 23-1-2008

1. Giuliano Bugani, giornalista, poeta ed operaio, Bologna

2. Franco Bellotto, presidente Associazione Esposti Amianto e ad altri rischi ambientali, Venezia

3. Romano Nobile, avvocato, presidente ARES 2000, Roma

4. SIPORCUBA.IT

5. Aldo Galvagno, amico di Cuba e webmaster di Siporcuba.it

6. Emanuele Bertuzzi, Bologna

7. Paolo Volpato, pubblicista, Milano

8. Marco Sacchi, scrittore e militante mlm, già candidato Carc alle comunali del 2006, Milano

9. Nando Grassi, docente di matematica e fisica nei licei, Palermo

10. Gianna Fois, insegnante precaria, Nuoro, Sardegna

11. e 12. Bruno Liviero e Nadia Alessandri, pensionati, Mirano VE

13. Giuseppe Ricciardo, webmaster di Vitarubata.com

14. Vittoria Oliva, avamposto degli incompatibili

15. Giulio Stocchi, autore di Compagno poeta e di numerosi altri libri di poesie, Milano

Comunicare le adesioni telefonicamente, per fax od e-mail, a:

Tel.334-3657064, 041-5600258, Fax: 041-5625372

E-mail: info@avae-m.org, basmau@libero.it

Il partito unico

"Olmert mi ha invitato, sarò lietissimo di essere lì e dare supporto all'unica democrazia della zona mediorientale"

Silvio Berlusconi

"Mi sento impegnato a sostenere l'esistenza e la sicurezza dello Stato di Israele, credo che ogni essere umano debba sostenere la sicurezza di Israele dopo tutte le sofferenze che ha patito il popolo ebraico. Ogni forma di antisemitismo e' intollerabile e inaccettabile - ha affermato - Ma ciò che mi infuria di più e' la negazione della Shoah e la negazione di questa incontestabile verità storica appartiene alla cultura della destra. La mia posizione e' chiara. Occorre garantire la sicurezza di Israele e riconoscere uno Stato palestinese. Israele deve negoziare un accordo con i palestinesi ma non e' tenuto a negoziare con chi vuole cancellare lo Stato di Israele e sostiene il terrorismo.

Secondo Veltroni, la barriera di separazione costruita da Israele nella Cisgiordania occupata - che i palestinesi chiamano "muro dell'Apartheid" - "e' una reazione alla situazione in cui Israele si trova...Nessuno vuole barriere di separazione, si tratta di una reazione difensiva"

"La comunità internazionale non ha valutato in modo adeguato la minaccia dell'Iran che non e' solo contro Israele ma contro tutto il mondo"

Walter Veltroni
***

Ora comprendete chi comanda in Italia e nel mondo. Negli Stati Uniti sia Obama, sia Clinton hanno giurato fedeltà a Israele. Alla luce del risultato elettorale, l’unico messaggio che prende forma è quello di un grande partito unico, basato sugli stessi principi. Un gruppo parlamentare solo apparentemente eterogeneo. Il vangelo di questo gruppo è la totale sottomissione al NWO e alle politiche occulte che lo regolano. Sono felice del risultato elettorale relativo “all’estrema sinistra”, finalmente un po' di giustizia, i porci pagano. Dopo aver svenduto la dignità del proprio elettorato, si trova a rimanere esclusa dalla corsa alle stesse poltrone che teneva strette tempo fa. Non si possono finanziare guerre, destabilizzare il lavoro e ignorare ogni forma di sterminio di massa e poi prestare la propria faccia per un voto.

Siamo ormai ad una nuova fase per l’Italia, il riconoscimento di un progetto che vuole Stati simili, basati sugli stessi principi oligarchici. L’altro dato che mi fa sorridere è l’inesistente risultato delle liste civiche collegate a Grillo, a dimostrare che il “comico” è stato solo il veicolo per raggiungere questo risultato, storico e significativo come non mai. Chi vorrà aprire gli occhi ora sarà il benvenuto, agli altri non posso che augurare di svegliarsi presto.

Articolo correlato: Pecoraro a capo del gregge

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

14 aprile 2008

Propaganda sull'impianto di microchip

I video qui sotto sotto l'esempio lampante di come la propaganda agisca a livello conscio e inconscio. Quale madre non vorrebbe la sicurezza per i propri figli? Quale genitore non è più tranquillo se può controllare gli spostamenti dei propri cari e prevederne eventuali problemi? Questi "rassicuranti" filmati evidenziano proprio questa volontà, rassicurano i genitori e li incoraggiano a scegliere il meglio per i propri figli, un impianto microchip che possa garantire sicurezza e tranquillità.





Articolo correlato: Under the Matrix, Decima Parte

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

13 aprile 2008

Agenti metropolitani microcippati

La polizia metropolitana inglese, equipaggerà i 31.000 agenti con un sistema di rilevazione fra i più sofisticati al mondo. Tutti gli ufficiali di polizia saranno identificati con un microchip personale e un auricolare contente un dispositivo GPS per la geo-localizzazione. Il sistema di controllo denominato APLS, sarà in grado di ridurre i tempi di assegnazione delle unità di polizia mobile sul luogo del reato e prevenire assenteismo sul posto di lavoro. Inoltre la sicurezza degli agenti sarà maggiore, in quanto tutelati e controllati direttamente dall’alto, tramite il sistema di posizionamento satellitare.

In un futuro in cui l’uomo è il prigioniero ed il Governo Mondiale è il tiranno, le forze di polizia dovranno adeguarsi a tale strapotere, sottostare a comandi centralizzati e tecnologici, giurare fedeltà al controllo del Grande Fratello. L’Inghilterra sta attuando il programma in modo efficace e capillare, partendo da bambini ed adolescenti, poi criminali e vecchi, polizia e forze dell’ordine. Le ultime notizie parlano di schedatura di tutti gli adolescenti con problemi sociali e familiari, beffando le già precarie condizioni di vita dei poveri ragazzi sfortunati. Alla fine e solo alla fine sarà la volta del cittadino medio. A quel punto si potrà giocare al gatto ed il topo, il più grande Truman Show della storia, tutto sarà assolutamente reale.

Articolo originale: Met Police officers to be 'microchipped'...

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

12 aprile 2008

La grande astensione

Questa breve riflessione non vuole essere un consiglio o una indicazione di voto o non voto per chi legge, è solo la constatazione dei fatti, secondo il mio umile punto di vista, in fin dei conti credo si possa fare davvero molto poco. I cambiamenti devono essere operati nel cuore delle persone e nella loro consapevolezza, al fine di creare un mondo che ponga le fondamenta su armonia e pace, quello che si può definire uno stato senza regole e senza padroni, in cui ognuno è parte del sistema secondo capacità, propensioni e attitudini.

Osservo con relativo interesse il dibattito sul voto alle prossime elezioni politiche italiane. Molti sono delusi, altri sembrano fomentati dal solito entusiasmo pre-elettorale, illudendosi che qualcosa possa realmente cambiare. La caratteristica fondamentale di questa tornata elettorale non è la qualità del voto, i possibili vincitori e i loro programmi, il dibattito sembra incentrato sul non voto come scelta politica e arma per esprimere la propria volontà di delegittimare il sistema. Per la prima volta nella storia, credo, l’Italia assisterà a la più grande percentuale di astensione al voto, un forte segnale politico da parte dei cittadini. Ovviamente votare o non votare ha poco senso, considerando la reale situazione globale e le regole che tengono in piedi i governi fantoccio di ogni Stato.

Su internet, per lo meno nel settore più estremo, c’è una grande parte di sostenitori del non voto, che potrebbero influenzare l’opinione di migliaia di cittadini. Anche se in pochi si rendono conto di come funzioni il sistema, percepiscono questo malessere e l’inadeguatezza della classe politica, sono tentati per la prima volta ad esprimere un forte dissenso politico. Non parliamo di quelli che non votano perché non interessati o perché preferiscono una gita fuori porta, parliamo di cittadini con senso di dovere civico, che hanno sempre espresso il proprio diritto-dovere di votare.

La faccenda si risolverà con un grande pastrocchio post elettorale, un’alleanza a breve termine fra schieramenti concorrenti, ma profondamente uguali nella forma e nella sostanza. Gli uomini della finanza, dell’economia e i vassalli della banca centrale europea, ricoprono i ruoli chiave negli schieramenti del PD e del PDL (PDue?), come a confermare l’evidente pochezza di tali movimenti politici. Assisteremo ad uno dei momenti più bui della storia, la preparazione di un blocco politico unitario che getti le fondamenta per la creazione di un partito unico, precursore del Nuovo Governo Mondiale.

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.