Città verdi: i modelli di Dubai, Friburgo e degli antichi Maya (art. di Acquaemotion)

Vi posto questo articolo a mio parere interessante.
Forse alcune soluzioni potranno sembrare leggermente discutibili, ma il problema risiede nel fatto che volendo un Mondo in cui vivere senza aggredirlo e inquinarlo continuamente è possibile!

Negli Emirati Arabi sorgerà nel 2012 il primo insediamento a impatto zero.
di GIORDANO STABILE

Il futuro. Masdar (Emirati Arabi Uniti). Seduto un mare di petrodollari, il sovrano di Dubai può sognare in grande, persino un mondo senza petrolio e senza gas serra. A pochi chilometri dalla capitale Abu Dhabi, lo sceicco ha voluto una città nuova di zecca, Masdar, «la fonte» in lingua araba, la prima che non produrrà nemmeno un grammo di CO2, a parte quella emessa naturalmente dagli esseri umani con la respirazione. Niente auto, niente elettricità da combustibili fossili, riciclo totale dei rifiuti. Disegnata dallo studio londinese Foster&Partners, sorgerà su un’area di 6 chilometri quadrati e ospiterà 50 mila abitanti. I lavori dovrebbero terminare nel 2012. Alle necessità di costruzione provvede una centrale fotovoltaica da 40 megawatt. In seguito l’elettricità verrà da impianti fotovoltaici e pale eoliche piazzati sui bastioni che circonderanno l’abitato. L’acqua verrà da un impianto di desalinazzazione alimentato dal Sole. Il 99% della spazzatura sarà riciclato o finirà in compostaggio e termovalorizzatori. Niente rifiuti in discarica, tanto meno per le strade. Auto e mezzi pubblici saranno elettrici. Abu Dhabi sarà collegata da una nuova metropolitana, mentre il centro sarà un paradiso per i pedoni. Si vedono già nei «rendering» di presentazione: un mondo idilliaco, abitato solo da giovani alla moda; una perfezione cerebrale, non toccata dalla storia, che mette qualche brivido.

Il presente. Friburgo (Germania). Di storia ne ha in abbondanza invece Friburgo. L’antica città ai piedi della Foresta Nera ha saputo reinventarsi dopo la crisi industriale dei Settanta, ora è la città più verde della Germania e si gioca il titolo continentale con la svedese Malmoe. Gli amministratori hanno puntato sul risparmio domestico. Se una abitazione normale in Germania usa 220 chilowatt ora d’energia all’anno per metro quadrato, le case «a riscaldamento passivo» di Friburgo ne consumano 15. Super-isolati con materiale schiumoso spesso fino a 30 centimetri, gli alloggi hanno vetri tripli. L’aria pulita entra attraverso il soffitto ed esce da condotti nelle pareti. Il calore è fornito da chi ci abita: «Ogni persona produce 100 Watt. Due sono più che sufficienti», spiega Meinhard Hansen, architetto e autorità mondiale nel settore. Il resto dei risparmi è nei trasporti. A Friburgo ci sono solo 150 auto per 1000 abitanti, contro le 450 della Germania e le 600 degli Usa. In 30 anni le piste ciclabili sono passate da 29 km a 500. Un terzo dell’elettricità consumata viene da pale eoliche sulle colline, nei mercati sono preferiti i prodotti locali.

Il passato. Chunhuhub (Messico). La vita autarchica era anche la base dell’equilibrio ecologico delle città del passato. Gli «ecopaleontologi» hanno studiato le civiltà dell’America centrale e meridionale. I terrazzamenti attorno alle città montane degli Incas erano un esempio di sfruttamento sostenibile. I Maya avevano trovato un buon equilibrio tra agricoltura e foresta tropicale. Nello Yucatan ci sono ancora residui di insediamenti che hanno mantenuto quello stile di vita. Studiosi americani fanno l’esempio Chunhuhub, Yucatan, città di 6 mila abitanti dal passato millenario, con un’economia basata sulla coltivazione mais a rotazione, senza distruggere la foresta. E’ probabilmente, da sempre, la città a più basse emissioni del mondo.

Fonte: LaStampa.it

Ti è piaciuto l'articolo? Votami su OK Notizie

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

17 commenti

angela mod

ciao Freenfo,belle notizie,ma haimè troppo isolate!cmq sono un ottimo esempio!
l'aspetto negativo è che le gocce,resteranno tali,nientr'altro che gocce! anche se l'esempio dovesse servire per altre città....saranno sempre "gocce"!non fermeranno la corsa tutta in discesa libera!....
ciao e grazie anche ad acquaemotion!
qui cielo sgombro da tutto...me ne sto andando in campagna dove spero di essere punta da qualche ape, anche se non lo merito!sarebbe cmq un buon segno!
a dopo
angela

Reply

Angela, lo so gli esempi sono pochi e isolati... da me cielo lattiginoso e foschia chimica perenne. Ci vorrebbero 2 giorni di tramontana!

Ciao buona passeggiata.

Reply

curiosamente la città araba sarà opronta per il 2012, stranissima coincidenza

io non credo alle coincidenze

Reply

Corrado, la coincidenza non ha madre.

Ciao

Reply

Anch'io vorrei vivere a Masdar, magari fossero così tutte le città del mondo...

Reply

Ciao Flo, magari... :D

Reply

ce n'è una migliore ed eterna, la nuova Gerusalemme che scenderà d'appresso a Dio alla fine della grande tribolazione. il Regno dei cieli. (Apocalisse 21 e 22)

complimenti Freenfo, i tuoi articoli sono sempre veramente interessanti ciao

un abbraccio nella luce, Dio è ancora sul Trono
Giona

Reply

Giona, ti ringrazio, e io di rimando ringrazio Acquaemotion, autore dell'articolo...

Ciao

Reply

Hai ragione,Giona: le città costruite dagli uomini sono cadùche.
Occorrono soluzioni molto più radicali e solamente un intervento provvidenziale può rimediare a tutte le tragiche limitazioni del cervello umano.

Reply

Le città umane appartengono sempre alla Civitas diaboli e non alla Civitas Dei: infatti, ad esempio, il cielo sopra questi centri è sempre chimico. A me paiono operazioni ipocrite per dare l'illusione che ci si adopera per l'ambiente che, invece, viene, in ogni istante stuprato.

Ciao!

Reply

Carissimo Freenfo,

innanzitutto faccio i complimenti per le ottime info ;) prima ad Acquaemotion e poi a te che lo hai pubblicato.

Di seguito vorrei riflettere [insieme] a TUTTI voi sulla vera utilità di questa propaganda globale:

1) Possibile che in tutta la storia umana.. dal mondo preistorico agli inizi dell'800, in cui si è emessa talmente tanta CO2 da far rabbrividire le stime attuali.. nessuno sia mai vissuto male come noi oggi con questo spettro..??

2) La "sostenibilità" è un termine (inventato) di marketing ecologista basato sulla neo-lingua.. con TUTTO quello che ne consegue, per chi ha letto il libro 1984 di Orwell.

3) Il "cosiddetto" NWO prepara per il mondo nuove città e stili di vita che sembrano fantascientifici e biologicamente perfetti per la vita, ma cosa c'è dietro tutto questo..??

4) Sapete che molte zone [Residenziali] e parchi per bimbi dove c'è spazio e MOLTO VERDE eco-sostenibile.. sono costruite sopra IMMANI fosse di materiali di riciclo industriale cancerogeno e tossico..?? (uqale migliore metodo di smaltimento di rifiuti tossici.. chi andrà mai più a scavare li sotto..)

5) Non è che tutto questo interesse per il bello, il giusto, il pulito, l'ordinato, ecc. nasconde il piano di un Nuovo Ordine Mondiale che [appare] come la soluzione a tutti i problemi (CREATI AD ARTE) umani..??

In ultimo, e non è una provocazione ma una "affermazione" (il tempo lo dimostrerà).. che chi diffonde queste [speranze] e nuove "VISIONI" che l'uomo può portare (se vuole) sia a tutti gli effetti un discepolo e predicatore di questo Nuovo Ordine di cose (Six-Tema)..???

Paolo e Zret (compreso Giona) dicono due cose uguali e FONDAMENTALI per comprendere i fatti attuali dalle manzogne dei Falsi Profeti del NWO.

Un caro abbraccio.


#B O J S#

Reply

Ciao Paolo, ciao Zret, grazie per il commento.

Bojs, quello che dici mi trova quasi totalmente d'accordo. Cerco di guardarmi bene dai falsi profeti e da chi vende verità a poco prezzo. Nella mia breve esperienza terrena, ho constatato che spesso l'esperienza diretta fornisce la visione più corretta possibile della realtà. Anche se spesso commettiamo errori, l'importante è correggere la rotta e ripartire più forti e convinti di prima. Guardare con sguardo critico gli eventi del mondo rende noi tutti molto più vicini a scelte corrette, tuttavia a qualcosa bisogna adattarsi e adeguarsi. Il NWO prepara città, condizioni sociali, perfino pensieri adatti allo scopo finale, ma può far poco riguardo a chi ancora riesce ad avere una mente abbastanza libera e incontaminata. Ovviamente è difficilissimo discernere il bene dal male, ma questo rientra nella costante sfida che compie l’uomo ogni giorno.

Non posso cambiare l’ordine di queste cose, anche perché tu stesso indichi la salvezza legata al ritorno di un Cristo autentico e misericordioso, in grado di ripristinare le condizioni di pace e prosperità per gli uomini che hanno accolto la sua parola. Credo che per parola, però si debba ampliare un po’ l’orizzonte. Non mi sento di criticare un induista o un palestinese, additandolo come estraneo alla verità, solo perché nato e cresciuto in un contesto sociale e religioso diverso. Un Dio misericordioso converrà nella bontà della vita di ciascun essere umano, nella sua volontà di essere al servizio del prossimo e autentico esempio per gli altri. Le parole di Cristo sono l’esempio reale di come si possa vivere in armonia con tutto il creato, la stessa visione però può averla un buddista oppure un ateo, ammesso che questi due esempi conducano una vita esemplare.

Tornando al commento, perdonami la divagazione, è vero che respiriamo aria tossica, viviamo in città discariche (vedi Napoli), siamo costantemente sottoposti a una serie di crimini contro la nostra salute fisica e mentale, non possiamo tentare di migliorare il nostro microcosmo, con la speranza che possa estendersi sempre di più.

Se la “battaglia finale” verrà condotta in cielo, tra forza spirituali più grandi, allora noi possiamo fare ben poco, possiamo solo sperare che il nostro esempio abbia agito nel bene e nel perseguimento della pace fra i fratelli.

Scusami la digressione, ti abbraccio fraternamente.

Reply

Credo che per parola, però si debba ampliare un po’ l’orizzonte. Non mi sento di criticare un induista o un palestinese, additandolo come estraneo alla verità, solo perché nato e cresciuto in un contesto sociale e religioso diverso. Un Dio misericordioso converrà nella bontà della vita di ciascun essere umano, nella sua volontà di essere al servizio del prossimo e autentico esempio per gli altri. Le parole di Cristo sono l’esempio reale di come si possa vivere in armonia con tutto il creato, la stessa visione però può averla un buddista oppure un ateo, ammesso che questi due esempi conducano una vita esemplare.
Ho cercato di spiegarlo e farlo capire a Giona nel suo blog ma non è servito a niente

Freenfo che dire,pura verità anch'io sono giunto a questa tua stessa tramite questa che dici:
l'esperienza diretta fornisce la visione più corretta possibile della realtà(santissima cosa)
Ciao and thank you

Reply

Cmq imputare per forza ogni cosa,anche la minima, al nwo mi sembra un pò forzato certo che pensano ad ogni cosa è vero però...

Reply

Stefano, ti ringrazio. Cerco sempre di pormi in un atteggiamento di apertura in ogni cosa. La mia visione della vita si basa sul rispetto per ogni forma di pensiero e libertà individuale. Come già detto si sbaglia a volte, ma dall'errore nasce sempre qualcosa di buono per ripartire.

Ancora grazie.
Freenfo

Reply

Spettacolare però

Reply

Ciao Arthur...

Reply

Posta un commento