"Rebus, questioni di conoscenza": seconda puntata sulle scie chimiche

Venerdì 30 novembre 2007 ore 21:10 - Odeon e Odeon SAT (Sky827)

Scie chimiche per quali scopi?

”Rebus, questioni di conoscenza” prosegue la sua indagine sul fenomeno “scie chimiche”. Dopo aver appurato l’incongruenza che contrappone un numero crescente di osservatori e studiosi, che notano anomalie nel cielo, a scettici, ora è il momento di ricercare quali potrebbero essere gli scopi e gli effetti di questa presunta “irrorazione” indebita.

Nel corso della puntata verranno mostrate alcune sequenze video inedite che ritraggono oggetti volanti non identificati al seguito di "scie chimiche". Di che natura sono questi oggetti? Extraterrestri o terrestri? E quale sarebbe la loro funzione? Inoltre, verrà preso in esame il morbo di Morgellons, la malattia che secondo alcuni sarebbe direttamente connessa con le irrorazioni chimiche mentre per altri sarebbe pura invenzione. Come sempre vogliamo capire e conoscere, mossi solo dalla verità. Qualunque essa sia

In studio:

Rosario Marcianò, informatico e studioso del fenomeno “scie chimiche”.
Massimo Santacroce, Ist. Fisiologia Generale e Chimica Biologica "G. Esposito" Milano.

E’ previsto l’intervento al telefono di:

Tom Bosco, direttore di NEXUS Italia.

"Rebus, questioni di conoscenza” è una trasmissione curata e condotta da Maurizio Decollanz con la regia di Luca Valtorta, il montaggio di Roberto De Lucia e il contributo autoriale di Carlo Crocchiolo.

http://archivio.odeontv.net/rebus_archivio.htm

3 commenti

ettore mod

prepariamoci al secondo evento.
sei andato su attivissimo a vedere cosa ha scritto???
e lui che fa disinformazione
ciao freenfo

Reply

Ettore, devo dire che i commenti al post di attivissimo sono un vero spasso. Dopo averne letti una ventina ho cominciato a credere di essere davvero paranoico... peccato che poi alzando la testa e guardando il cielo ho subito capito dove fosse la verità.

Ciao, buona serata.

Reply

Stasera sarà un'altra puntata esplosiva senz'altro! ^_^

Reply

Posta un commento