La Condizione Umana



7 commenti

Già....CONSAPEVOLEZZA!...ormai è solo una parola inflazionata!
avevo chiamato così il mio blog,ma.....la "consapevolezza" appunto della mia misera persona, me lo fece cambiare in "troppo scontato" che era più consono alle mie superficiali riflessioni!
Sono cambiata io? sì...tanto,cambio continuamente,non sono mai la stessa...domani mi troverò a dire di me "quanto sono stata stupida ieri!" così ogni giorno...quindi ogni giorno sono stupida rispetto al giorno succesivooo!in questa mia,lo posso dire?...consapevolezza, cerco di mettere riparo,di correggere la rotta,di non farmi sopraffare da stupidi sentimentalismi di cui ancora a volte sono vittima,o da avventate valutazioni circa persone o eventi...ma haimè,non sempre ci riesco,ho ancora molto da lavorare su di me, come si usa dire adesso...nonostante ciò sento, facendo autocritica,rivedendomi nel film della mia vita che sono cambiata rispetto al passato e tanto pureee!,ma questo, credo che capiti a tutti...o no?
spesso non mi riconosco,penso..."no!,non sono io,oppure..non ero io!...
Freenfo hai dato una bellissima opportunità di riflessione.Grazie.
Krisnamurti lo conosco superficialmente da tantissimo tempo...allora mi piaceva il suo viso!era bellissimo!lo trovavo nel Giornale dei Misteri,rivista che ho letto per anni.
Piccola riflessione:quando guardo dalla finestra (a pianterreno)le persone che passano indaffarate...nel nulla,le vedo come Robots!e se capita di scambiare qualche parola,nemmeno robots...solo sacchi vuoti!purtroppo!!!!!!!!
non il solito abbraccio,qualcosa di più....
angelotta

Reply
Anonimo mod

Bhe...angelotta...almeno ci provi a cambiarti ed a cambiare!!!Di questi tempi...shkusa se è poco!!!
Abbracci a non finire.


walter

Reply

Angela, questa mattina brutta e piena di scie mi sono rincuorato leggendo il tuo commento. Si percepisce umiltà e tanto Amore, una vita spesa a cercare di migliorarsi per crescere, un divenire continuo. Siamo in crescita, ci trasformiamo, mutiamo i nostri pensieri e le nostre attitudini alla ricerca di qualcosa di più grande. Ti capisco molto bene quando vedi i "robots" che passano davanti alla finestra, mi sento così ogni giorno, quando guardo questi automi che si trascinano senza senso apparente.

Ti abbraccio con tutto il cuore, Freenfo

Walter, grazie anche a te!

Reply

Il problema E' la domanda!
Dipende da quali domande ti poni. Nessuna risposta, infatti, può essere valida se non c'è alla base una buona domanda. Anche la Risposta non assume senso se la Domanda non vi corrisponde.
La condizione umana è uno stato neurovegetativo di mantenimento omeostatico: tutto tende all'equilibrio. In quella scimmia a cui è stato accelerato il processo di crescita del cervello che chiamiamo essere umano, il processo omeostatico è stato tarato ad un livello di mantenimento e sopravvivenza. La "Natura" (temine al quale ci abituato il Sistema di Controllo Religioso) ci ha creati con scopi ben precisi che necessitano, per essere raggiunti, di uno stato molto simile a quello che definiamo sonno. La scimmia col cervello grosso dorme ad occhi aperti. Il suo corpo dorme, i suoi pensieri sognano, le sue emozioni...producono la sostanza tanto preziosa con la quale nutriamo la "Natura" stessa.
Quale può essere a partire da questa possibile analisi la Buona Domanda da farsi?
- Chi ha fatto tutto questo? (inutile)
- Cosa c'è oltre il Sogno della realtà? (inutile)
- Come faccio per risvegliarmi? (inutile)
.......
La "Natura" ha pensato a tutto, compresa la struttura di controllo che entra in azione non appena la scimmia col cervello grosso cerca di uscire dal ciclo di produzione.
Ogni sforzo verso il Risveglio sarà prontamento intercettato e ostacolato con forza e prontezza fino a farci approdare anche in altri sogni di realtà, dove addirittura crederemo di "sapere", "capire", "conoscere" cose nuove.
Le religioni, i santoni, maestri vari, guru etc.. sono parte di questo sistema di controllo e contenimento del Risveglio.
Una sola domanda crea un bug nel sistema e rischia di diventare incontrollabile e incontenibile.
Una sola Domanda senza risposte certe ne crea altrettante Vere e Reali.
L'esplorazione di questa Domanda si costituirà come percorso di crescita e di liberazione.

In Pace e con rinnovato Amore

Nasruddin, l'idiota

Reply

Le domande restano senza risposte,però è importante farsele ugualmente,perchè si può maturare scoprendo che non ci sono risposte!
questo il mio piccolo parere!
ciao
angelotta

Reply

Nasruddin, grazie per aver messo un po' di carne al fuoco!

La domanda come dici tu è il problema... ma coloro che nemmeno si pongono la domanda allora?

Sinceramente non saprei, mi piace pensare di provare a rispondere a volte, anche se sbaglio spesso...

Angelotta, il tuo sembra un aforisma, in cui mi ritrovo pienamente!

Un caro saluto a tutti

Reply
Anonimo mod

Se mi posso permettere...
NON ESISTONO DOMANDE SENZA RISPOSTA!
Il fatto stesso di giungere alla domanda ci invita a percorrere quel cammino di esperienza che conduce alla rispossta.
La domanda come soluzione al "problema", porta la verità del non conoscere, l'intelligenza di accettare questo, l'onestà verso se stessi, luci ed ombre per disinguere la strada.

freenfo ha detto:
"Si percepisce umiltà e tanto Amore, una vita spesa a cercare di migliorarsi per crescere, un divenire continuo. Siamo in crescita, ci trasformiamo, mutiamo i nostri pensieri e le nostre attitudini alla ricerca di qualcosa di più grande".
Qualcosa come l'AMORE?
L'amore non porta a cercare di migliorarsi e non porta al continuo divenire, il male.
AMARE porta a riconoscersi quindi ad ESSERE, ora!

Ogni domanda ha la sua risposta.
Si è parlato dei "Robot umani", forse queste persone hanno già trovato la risposta.
Cos'è l'uomo?
Lo sapete, bene.
Cos'è una macchina, non certo inteso come autovettura, ma come meccanismo?
Lo sapete si, bene.
Allora che differenza c'è tra l'uomo e la macchina?
Non dimentichiamoci che dal confronto parte ogni cosa!

Reply

Posta un commento