Salvi i posti di lavoro americani

Un generale americano impegnato nel massacro delle forze di occupazione statunitensi in Iraq, ha rilasciato una dichiarazione riguardante il graduale ritiro delle truppe. Bush aveva ipotizzato un possibile ritiro, senza dare spiegazioni ne tempi di attuazione del provvedimento. Il generale David Petraeus invece ha confermato che dal prossimo Marzo i soldati lasceranno il campo di battaglia. Mi chiedevo come potranno sopravvivere tutti questi poveri disoccupati una volta lasciato il posto di lavoro. Non potranno distruggere, umiliare, torturare e privare della dignità umana nessun civile, non potranno più giocare al gioco “Porta la democrazia con le bombe”. Poi mentre pensavo ad una possibile nuova occupazione ho dato un'occhiata al mappamondo, ho visto che vicino all'Iraq ci sono degli Stati ancora poco democratici, ai quali di certo non farebbe male un po' di sana e occidentale alfabetizzazione a suon di uranio e cluster bombs. Finalmente mi sono tranquillizzato, ho pensato al futuro di questi soldati, ancora una volta garantito e al sicuro. Potranno essere impegnati nelle nuove guerre in Iran e in Siria e potranno anche fare amicizia con i oro amici Israeliani, abili nel combattimento e nelle forme di repressione. Ancora una volta il sogno americano è salvo!

7 commenti

iran, siria,.. ma anche russia e cina..

Reply

... che arrivino ad attaccare la russia o addirittura la cina la vedo abbastanza ostica la faccenda: la Russia no perchè comunque è strategicamente anche più rilevante degli Usa stessi (sia geograficamente che dalpunto di vista prettamente energetico), e neanche la Cina perchè... perchè... beh, è molto più probabile che un giorno sarà la Cina ad attaccare gli Usa :D, più che il contrario :D! Oramai gli Usa sono considerati il paee più potente al mondo solo per via della sua rilevanza storica, e solo per noi occidentali: già adesso la Cina è economicamente più influente degli Usa, così come dal punto di vista militare, con la sola egemonia tecnologica ancora in mano a zio Sam, ma per poco.
Se quest'ordine mondiale dovesse rimanere invariato, quindi, continueremo a vedere gli Usa imporre il proprio status di superpotenza (oramai sulla carta) attaccando strategicamente chi non rispetterà più la loro supremazia, così come ci dovremo abituare a far crescere i nostri figli insegnandogli prima il mandarino e poi l'inglese, soprattutto noi italiani che siamo sempre stati i primi a voltare le spalle alpiù forte quando capiamo che non lo è più (prima coi tedeschi in favore degli americani, ora con gli americani in favore dei cinesi).
Scusate la mia capacità di sintesi, ma di questo argomento se ne potrebbe discutere per anni ed anni e scrivere un solo commento riduttivissimo non risolve praticamente nulla. Lascio a voi tutti gli altri spunti di riflessione :), rispondendovi di conseguenza ;).
Alla prossima

Reply

Ciao a tutti, credo che Cina, India e Russia possano essere coinvolte in un futuro conflitto mondiale, se gli Stati Uniti continueranno la loro disastrosa politica estera. Il problema di fondo è il petrolio e il rapporto dollaro/altre valute. I contenitori più grandi di petrolio buono sono in Arabia Saudita e Iran, che stanno per toccare il picco di produzione. Fra venti anni il problema non sussisterà più perchè per estrarre petrolio sarà necessaria la stessa quantità di energia, quindi non sarà più conveniente. Niente guadagno = niente petrolio. Mi preoccuperei dell'acqua e delle risorse primarie, ma questa è un'altra storia. Vedremo come si comporteranno i signori della guera! Grazie per i commenti. Ciao!

Reply

Eggià Freenfo... gli Usa, per assicurarsi il petrolio saudita, hanno stretto tantissimi accordi commerciali con questi ultimi, mentre l'Iran è sotto l'occhio del ciclone non per le sue mire atomiche come vorrebbe far credere Bush, ma semplicemente perchè ha adottato l'Euro per le sue transazioni internazionali, lasciando perdere il Dollaro (come in princio successe sia per l'Iraq che per l'Afghanistan). Purtroppo adesso il problema non è più il petrolio (lo era negli anni'70, ma non ora), ma proprio l'assetto economico stanunitense, che si regge sugli scambi interazionali del dollaro. Ma il processo di "de-dollarizzazione" dei mercati mondiali sta inesorabilmente continuando ad andare avanti, perchè non serve a nulla autofinanziarsi con una valuta che viene stampata IN PERDITA, e di moltissimo. Tanto vale quindi stampare in Euro ed operare tramite questa valuta, essendo milioni di volte più stabile, forte e "controllata" del dollaro stesso: e di questo se ne sono accorti anche gli americani, che per "drogare" i propri mercati è costretta a mantenersi sempre in guerra sia per mantenere attive le sue industrie, sia per mantenere la sua leadership quel tanto che basta per poter pianare ad una voragine economica cui stanno sprofondando sia loro che noi.
Che inizi una terza guerra mondiale per questo, però, la vedo una cosa pressochè impossibile: storicamente parlando, è più probabile che gl Usa sciolgano la Federazione di Stati che hanno creato secoli addietro, proprio per contenere il deficit del dollaro minimizzando i costi della burocrazia, oppure come conseguenza di una guerra civile che vedo sempre più alle porte (o che forse è già iniziata, quell'11 settembre del 2001...).

Fatto sta che, in qualsiasi modo volessimo vedere questi equilibri, possiamo constatare tutti che si reggono ad un filo, che per giunta sta mostrando segni evidenti di cedimento: e se non sarà una nuova guerra mondiale, come conseguenza dovremmo attenderci qualcosa di molto simile, soprattutto in termini storici.

Alla prossima

Reply

Ciao Satira, questa analisi racchiude perfettamente tutto quello che c'è da dire...attendiamo gli eventi cercando di esser epronti al peggio! Ciao e grazie. Freenfo

Reply

Ieri ho letto un articolo di un coadiutore temporale da cui si deduce che un eventuale, esecrando conflitto non sarà combattutto contro Cina o Russia, che sono implicati nel NWO, come gli USA, se non di più, ma contro qualcun altro... Un risiko non solo planetario.

Ciao a tutti.

Reply

Zret, l'ipotesi è stravgante ma tutt'altro che priva di significato. Vedremo! Ciao. Freenfo

Reply

Posta un commento