La tecnologia a servizio della Democrazia

(fonte: *rawstory)

L'esercito britannico sembra intenzionato ad utilizzare un'arma basata su una tecnologia di distruzione di massa. I soldati britannici in servizio in Afghanistan riceveranno infatti una nuova arma, che impiega una tecnologia basata su un principio "termobarico", che, per uccidere il bersaglio, anche a lunga distanza, utilizza calore e pressione succhiando l'aria fuori dai polmoni e lacerando gli organi interni.

L'arma utilizza la stessa tecnologia sviluppata dalle bombe anti-bunker statunitensi o dagli ordigni utilizzati dai russi per distruggere la capitale cecena Grozny. Queste armi sono brutalmente efficaci, perchè in un primo momento disperdono gas o un agente chimico che sarà poi acceso, permettendo al raggio di penetrare in tutti i vani di un edificio o i cunicoli di una grotta. La prima volta che gli Stati Uniti impiegarono questa tecnologia nel 2005, DefenseTech dedicò un articolo che titolava "Il silenzio dei marines sulla nuova arma brutale". Ecco un estratto dell'articolo:

"Marines could employ blast weapons prior to entering houses that had become pillboxes, not homes. The economic cost of house replacement is not comparable to American lives...all battalions adopted blast techniques appropriate to entering a bunker, assuming you did not know if the bunker was manned."

Secondo uno studio del 1993 della US Defense Intelligence Agency l'utilizzo di questa arma su umani è brutale. Il raggio agisce infatti attraverso un'onda di pressione, che causa una rarefazione dell'aria, che lacera i polmoni. Se il carburante deflagra ma non esplode le vittime rimangono seriamente ustionate, e probabilmente potrebbero inalare molto carburante, che è altamente tossico. Un altro studio della DIA attesta che queste onde possono causare danni al sistema nervoso ed è possibile che le vittime non vengano stordite dal raggio, ma rimangano coscienti per diversi secondi, a addirittura minuti, mentre soffocano.

Gli effetti di questa arma in uno spazio circoscritto sono illimitati, come riporta uno studio della CIA; i più vicini al punto di accensione vengono cancellati dalla faccia della terra, mentre quelli a confine del raggio d'azione potrebbero subire diverse ripercussioni agli organi interni, all'apparato uditivo, polmonare e possono rischiare persino la cecità.

Gli ufficiali della Difesa britannica hanno affermato che questi nuovi raggi agiscono diversamente, perchè agendo attraverso un raggio riescono a circoscrivere con più precisione l'area in cui agire. Nonostante queste premesse il parlamento britannico non è stato informato circa l'utilizzo di queste armi nello scenario bellico afghano.

6 commenti

Un chiaro ed ulteriore esempio di come sia le Nazioni Unite che la Convenzione di Ginevra siano delle istituzioni utili solo come specchietti per le allodole.
L'utilizzo di armi "ad impatto termico" viene espressamente vietata nella Convenzione di Ginevra: l'ultimo caso noto di cui si sono occupati è stato quello del napalm e dei lanciafiamme (!!!) usati dagli americani in Vietnam... da allora si sono visti passare sotto le peggio nefandezze, dall'uranio impoverito balcano alle bombe cluster afghane... così come i missili intelligenti (???), o i dispositivi di smorzamento elettromagnetico.
Purtroppo è la guerra il veromotore economico degli Stati Uniti, così come del Regno Unito o di qualsiasi altra nazione autoproclamatasi "democratica", cosa possiamo farci?

Ciao e alla prossima

Reply

Per non parlare di HAARP e delle tecnologie ancora sconosciute! Ciao e grazie.

Reply

Infatti, mi sono limitato (!!!) solamente alle armi confutabili e comunque conosciute :S... figuriamoci quindi quanta immondizia c'è ancora sotto :S, HAARP su tutto :S.
Alla prossima, e grazie a te :)

Reply

è agghiacciante quest'arma!

Reply

mostruoso!

Reply

Ragazzi è veramente mostruoso! Ciao a tutti.

Reply

Posta un commento