Le fandonie dell'OMS

Leggo sul sito Ansa una notizia inquietante seppur nota da tempo. Ogni anno si sviluppa una nuova malattia, classificata come mai precedentemente verificatasi. Significa che la società moderna, ricca di “benessere” mal distribuito, contribuisce a peggiorare la condizione umana sul pianeta. Tutto questo viene imputato alla globalizzazione, all'aumento dei trasporti e alle patologie provenienti dai Paesi in via di sviluppo. Non condivido questa visione, in quanto nella maggior parte dei casi queste nuove malattie sono state create in laboratorio dall'opulento occidente, al fine di indebolire e sterminare quella parte di mondo che non deve far parte del banchetto mondiale. La SARS, come la tuttora infondata relazione fra HIV e AIDS, l'aviaria e quant'altro, sono il frutto di sperimentazioni di laboratori occidentali, barbare pratiche per contribuire alla diminuzione della popolazione mondiale. Il vero problema a mio modo di vedere è ancora una volta legato alla distribuzione delle risorse planetarie. Paesi africani ricchi di minerali e petrolio, che vengono derubati da corporazioni multinazionali per trarre profitto e uccidere intere popolazioni, intere coltivazioni OGM, create in laboratorio per foraggiare milioni di bestie da macello, pronte a diventare uno schifoso Big Mac. Operazioni legate ai vaccini e a medicinali che indeboliscono il nostro sistema immunitario e infine la pietosa e vergognosa operazione legata alle scie chimiche. Patogeni e nanotecnologie cosparse nei cieli di mezzo mondo per uccidere i più deboli, per creare un mondo adatto solo ai pochi eletti milionari. È giunto il momento di ribellarsi e di gridare a tutti queste scomode verità. Ieri ero in montagna, ammiravo le nuvole candide che si muovevano una dietro l'altra con armonia e simmetrica intelligenza. Oggi alzo gli occhi e vedo cieli nefasti cosparsi di coltri grigie, chimiche nuvole di morte nera. L'OMS conosce questo piano, conosce benissimo il fenomeno delle scie chimiche, conosce benissimo la politica dei signori del controllo globale. Tutti sanno e nessuno parla, omertà celata dietro quella coltre di nuvole chimiche.

3 commenti

Concordo, amico. Questa è la visione corretta della realtà, questa è l'analisi giusta delle cose. Peccato che pochi abbiano compiuto questo salto.

Ciao!

Reply

Ciao Zret, peccato che la massa non se ne renda conto. Un abbraccio. Freenfo

Reply
Anonimo mod

ora che sono trascorsi quasi 6 anni dal attentato del 11 settembre ho deciso di raccontare alcuni fatti avvenuti tra la fine degli anni 80 e l'inizio dei 90.quando frequentavo le scquole medie parlai casualmente in classe del inizio della 4 guerra mondiale,nel settembre 2001 ,ed inviarono 2 esperti che manifestarono scetticismo l'uno livore l'altro,che diceva di collaborare con i servizi segreti.successivamente quando frequentavo le scquole superiori ,un prof ex poliziotto,mi propose a nome del questore di infiltrarmi tra i black block,che sapevano gia di li a venire,non se ne fece niente ,ma mi chiesero informazioni sulla banda della uno bianca,e gli dissi che era formata da poliziotti,come avevo apreso da un ragazzo di bologna un sabato sera,presero molto male quello che gli raccontai e per rivalsa mi segnalarono al ministero del interno ,che apri un fascicolo su di me,in seguito arrestarono i savi.iniziarono cosi a considerarmi un loro confidente ed a interessarsi a quello che sapevo,dissi loro che nel settembre 2001 dei terroristi di area saudita avrebbero dirottato degli aerei di linea e li avrebbero schiantati sulle twin tower,che in seguito ci sarebbero stati altri attentati in varie parti del mondo,tra cui la stazione di madrid e il metro di londra.successivamente mi dissero che non si sarebbe fatto nulla. lolli gabriele

Reply

Posta un commento