News dal dott. Ryke Geerd Hamer

Fonte: http://www.albanm.com

NEWS AGGIORNATE AL 22 gennaio 2007

Dr. med. Mag. theol. Ryke Geerd Hamer

All'attenzione del sig. Ganse , responsabile dell'ufficio di Verifica delle Professioni Mediche e paramediche di Hessen, Germania Adickesallee 36 60322 Frankfurt am Main

Richiesta di riabilitazione della mia di licenza di esercizio della medicina

Egregi signori,

Egregio signor Ganse,

Il tribunale amministrativo di Kassel mi ha negato l'abilitazione ad esercitare la mia professione di medico perché secondo il tribunale nella mia prassi terapeutica, non valuterei tutti i possibili trattamenti della medicina ufficiale. Questa è una bugia della corte che non ha alcun fondamento.Ora sono venuti alla luce due nuovi criteri, che hanno guidato finora, per assurdo, le decisioni del tribunale:

• La sentenza della corte Costituzionale Federale riguardante la libertà di terapia ( link )

• I lavori del rabbino prof. Dr. Joav Merrick dell'università di Ben Gurion di Beer Sheva in Israele, che conferma che almeno le prime due leggi biologiche della natura sono comunemente accettate ( il documento "Razionale e irrazionale nel sistema del trattamento olistico del cancro metastatico di Ryke Geerd Hamer" del Dr. Joav Merrick è tradotto in italiano e scaricabile cliccando qui- ndr). Questo vuol dire che tutti gli ebrei dal 1984, da quando il Rabbino supremo Dr. Menachem Mendel Schneerson con un qualificato staff di medici, ha verificato e definito la correttezza della Nuova Medicina Germanica e l'ha scritto nel Talmud. Da quella volta tutti gli ebrei del mondo praticano la Nuova Medicina Germanica e per loro la Nuova Medicina Germanica è “comunemente accettata”. I giudici come ad esempio Hehn del tribunale amministrativo di Koblenz e Hilgert di Cologna erano tutti di fede ebrea o membri delle logge con un capo loggia ebreo. Sono stati tutti pilotati da fuori, poiché nel 1984 il più grande Rabbino Schneerson ha ordinato (vedi la lettera) che questa Nuova Medicina (ora Nuova Medicina Germanica) non doveva essere svelata ai Gojim. In seguito a ciò, sono stato perseguitato dalla stampa per 25 anni come uno stregone o ciarlatano ed è per questo che sono stato giudicato da centinaia di giudici, con il concetto che non era necessario verificare la Nuova Medicina Germanica (per non-ebrei).

• Il giudizio del tribunale amministrativo di Kassel, benché “legalmente valido”, in realtà è completamente assurdo (Vedi sentenza: 11. Senat. 11 KZ 3399/03) a pag. 3 : “determinante non è, in effetti, la correttezza del contenuto delle tesi della “Nuova Medicina” sostenute dalla parte pretendente (dr. Hamer) ma bensì l'esclusione delle altre forme di terapia nei casi che, secondo la parte pretendente, debbano essere applicate solo gli insegnamenti da lui certificati secondo la ”Nuova Medicina”

Il Giudizio è in effetti così assurdo proprio perché i giudici, nella loro ignoranza medica, non sono in grado di differenziare fra diagnostica e terapia (trattamento).

Un vecchio detto in medicina dice “ prima della terapia gli dei hanno posto la diagnosi ”! In fondo, la pura diagnosi dei fatti che si può avere per una precisa sintomatologia, dovrebbero essere uguali in medicina ufficiale e in Nuova Medicina Germanica.

Così ad esempio: qui e qui troviamo una proliferazione cellulare.

Purtroppo la cosiddetta medicina scolastica carica immediatamente ogni diagnosi con prognosi dogmaticamente allineate e conseguenti terapie. Per molti sintomi, grazie all'ignoranza delle reali correlazioni, ci sono oggi dei “protocolli”, la cui applicazione viene severamente controllata.

Il seguente caso ne è la prova. Con una liceale, che si accorge di una rapida riduzione visiva all'occhio destro, si ipotizzò un tumore cerebrale. Si sarebbe dovuto tagliare la calotta cranica e operare il presunto tumore. La paziente è venuta con sua madre per un giorno fino in Spagna da me con le sue lastre di RMI. Io ho diagnosticato un ematoma recidivo subdurale causato da due cadute da cavallo e un versamento sanguineo nella cavità orbitale destra. Io l'ho mandata indietro allegandole una lettera con ricevuta di ritorno per l'Università Oftalmologica di Friburgo (Baviera). Lì Infatti si cominciò a tergiversare durante 5-6 giorni, trasferita nel reparto di neurochirurgia, neurologia, ecc... Dopo 5-6 giorni infine la mia diagnosi fu confermata, ma le dissero che ormai era troppo tardi per eliminare l'ematoma dietro l'occhio, che, se fatto subito, sarebbe risultato un piccolissimo intervento di routine. Così ora la liceale ha perso completamente la vista nel suo occhio destro. Ma il caso mostra quanto sia precisa la diagnostica in Nuova Medicina Germanica e naturalmente come le conseguenze terapeutiche sono completamente differenti.

2- secondo caso:

Quando poi, come in questo caso recente della Repubblica Ceca, diventa chiaro con la Nuova Medicina Germanica, che non ritratta di un adenocarcinomi al fegato, ma bensì di una vecchia caverna epatica (ndr: dopo riduzione caseosa del tumore); che non si trattava di un adenocarcinoma al colon, ma bensì di una riduzione caseosa tramite tubercolosi (con sudorazione notturna) di un adenocarcinoma del colon o di un digiuno! Le conseguenze terapeutiche saranno completamente diverse. Gli interventi con la chemio o addirittura con un intervento chirurgico non verranno nemmeno più considerati. Per questo risulta talmente assurdo che dei giudici, ignoranti in medicina, affermano che si debba considerare e applicare questi “trattamenti”, anche quando sono basati su diagnosi completamente sbagliate. Per ogni medico ragionevole la terapia o il trattamento risultano obbligatoriamente come conseguenza diretta di una diagnosi corretta. Ogni tribunale, per decidere, dovrebbe quindi considerare in primis la questione della corretta diagnosi fatta secondo precisi criteri delle scienze naturali. Questo non è possibile nella medicina ufficiale con le sue 5000 ipotesi. Per cui siamo tornati di nuovo all'inizio della discussione: determinare se la Nuova Medicina Germanica, che non ha una sola ipotesi, che può essere esaminata, secondo i criteri delle scienze naturali, sul principio della riproducibilità con un paziente scelto a caso e può essere determinata, senza dubbi, se è corretta.

Su queste basi chiedo la riabilitazione della mia di licenza in medicina.

Dr. med. Mag. theol. Ryke Geerd Hamer,

Specialista in medicina interna con divieto di esercitare la propria professione per non aver abiurato la NMG e per non essersi riconvertito alla medicina ufficiale.

Posta un commento