Nuova carneficina a Beit Hanoun: 6 morti e oltre 50 feriti

Fonte: http://www.infopal.it/

Fonti sanitarie palestinesi hanno reso noto che 6 palestinesi almeno sono morti e una cinquantina sono rimasti feriti durante un attacco israeliano, questa mattina, contro il villaggio di Beit Hanoun, a nord della Striscia di Gaza.Unità speciali delle forze di occupazione hanno invaso la città di Beit Hanoun, sparando alla cieca contro un gruppo di cittadini e uccidendo Tareq Nasser, 22 anni, con proiettili che lo hanno raggiunto al cuore; Ahmed Sa'adat, 22, con colpi alla testa; Husam Abu Harbeed, 27, tutti delle Brigate Al-Qassam; e Mohammad Fayez Zwaydi, 27, degli apparati di sicurezza nazionali dell'Anp, crivellato di colpi. Husam Abu Harbeed era uno delle guardie del corpo del ministro degli Affari dei Prigionieri, Atef Odwan.Fonti della sicurezza hanno comunicato che un altro cittadino palestinese, appartenente alla famiglia Masri è stato ucciso da un missile lanciato da un aereo israeliano. Ahmed 'Edwan, 21 anni, è stato ucciso da schegge di un missile di artiglieria.

Cecchini israeliani hanno assediato gli ospedali di Shuhada Beit Hanoun e Kamal Naser, appostandosi sui tetti delle case vicine e aprendo il fuoco contro ambulanze e personale medico e impedendo di soccorrere i feriti.Fonti militari israeliane hanno affermato che un soldato è stato ucciso e altri sono rimasti feriti durante gli scontri con i resistenti palestinesi che hanno cercato di ostacolare l'incursione contro Beit Hanoun.

1 commenti:

Mi chiedo quanti altri morti palestinesi siano necessari affinché una forza di pace internazionale venga inviata a Gaza e nei territori martoriati. I numeri dei morti hanno ormai superato ogni limite e decenza. Invece di sollevare un coro di proteste contro Israele la comunità internazionale è impegnata nei ridicoli attacchi all'Iran e alla Corea del Nord. Non ci si rende conto che il popolo palestinese è alla crisi umanitaria e psicologica da anni, i bambini costretti a vivere nel terrore oppure ad essere trucidati dal fuoco israeliano. Per quanto tempo dovremmo assistere ancora al massacro? O forse bisogna portare qualche barile di petrolio in Palestina per accorgersi dei crimini che Israele perpetra ogni giorno?

Reply

Posta un commento