Gaza: il Parlamento Europeo vota a favore dell’invio di forze ONU e di una Conferenza Internazionale di Pace

Fonte: http://www.infopal.it

Luisa Morgantini, Presidente della Commissione Sviluppo al Parlamento Europeo dichiara: “La risoluzione votata oggi dal Parlamento Europeo su Gaza è di straordinaria importanza perché chiede l’invio di una forza internazionale a Gaza e la convocazione di una Conferenza Internazionale di Pace”. E continua: “Mi auguro che questo non resti soltanto sulla carta ma che diventi azione concreta”. La risoluzione approvata oggi a Strasburgo denuncia fortemente le operazioni dell'esercito israeliano a Beit Hanoun e, più in generale, la guerra di Israele contro Gaza e la Cisgiordania. Luisa Morgantini ha affermato che gli attacchi indiscriminati di Israele rappresentano una seria violazione dei principi della Convenzione di Ginevra, equivalenti a crimini di guerra, e chiede una forza internazionale ONU per proteggere i civili. "Abbiamo bisogno di una missione ONU di osservazione e protezione con truppe per il mantenimento della pace da mandare a Gaza. Le persone sotto attacco hanno bisogno di protezione e assistenza. La Comunità internazionale ha il dovere di proteggere i civili, di fermare l'occupazione israeliana dei territori palestinesi, di porre fine alla demolizione delle case e alla distruzione delle infrastrutture. Luisa Morgantini insiste che il mutuo riconoscimento israelo-palestinese è un punto essenziale in questa crisi. Ciò significa che "la Comunità Internazionale dovrebbe riconoscere il governo palestinese democraticamente eletto e sostenere gli sforzi fatti da tutte le forze politiche palestinese e dal presidente Mahmoud Abbas per formare un nuovo governo di unità nazionale che dovrebbe fare il possibile per fermare le milizie palestinesi che lanciano razzi contro le città e la gente di Israele". Riguardo al fatto che Israele trattenga le entrate dei dazi doganali palestinesi, Luisa Morgantini chiede che la UE e il Quartetto forzino Israele a cedere i fondi confiscati alla Palestina. "E' inaccettabile che Israele continui a trattenere tasse e introiti doganali e così facendo aggravi la crisi umanitaria palestinese", ha detto. "I fondi devono essere immediatamente trasferiti". La Morgantini ritiene estremamente importate la richiesta della odierna risoluzione del Parlamento europeo di convocare un incontro urgente sugli accordi di associazione EU-Israele e si è detta favorevole all'applicazione dell'articolo 2 , secondo il quale, nel caso si verifichino violazioni di diritti umani l'accordo deve essere sospeso. Per lei non c'era "nessun dubbio sulla violazione di diritti umani commessa dal governo israeliano". Luisa Morgantini ha concluso chiedendo la convocazione immediata di una conferenza internazionale per una pace giusta nel Medio Oriente. Ogni negoziazione su un accordo complessivo dovrebbe essere basata sulle risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell'ONU e sulla certezza di uno stato palestinese accanto ad uno stato israeliano con Gerusalemme capitale condivisa.

Luisa Morgantini

Posta un commento