Realizzazione centrale Turbogas ad Aprilia

Fonte: http://italy.indymedia.org/

La liberalizzazione del mercato dell'energia voluta da Bersani nel primo governo Prodi, seguita dal decreto sblocca centrali dell'ex MALTinistro Marzano, ha portato al via libera per la costruzione di una centrale Turbogas ad Aprilia. Sono state diverse in questi mesi le manifestazioni dei cittadini, associazioni, comitati di quartiere, agricoltori, insegnanti contrari a questa centrale che significherebbe maggior inquinamento dell'aria, dell'acqua e del suolo con emissioni di monossido di carbonio, di ossido di azoto e l'innalzamento della temperatura di circa 1 o 2 gradi, l'abbassamento delle falde acquifere, milioni di metri cubi di gas di scarico al giorno, l'innalzamento del rumore (24 ore su 24) e l'aumento della malattie tumorali. Marrazzo in campagna elettorale aveva assicurato: "la turbogas non si farà". Un impegno che ora tradisce, perché ad oggi ha dato l'ok alla realizzazione dell'impianto ed ha deciso di tagliare fuori i cittadini da ogni legittima possibilità di partecipazione, di scelta e di pianificazione territoriale. Quali sono le offerte che non può rifiutare? Ci sono pesci più grandi di lui che lo costringono a nuotare con loro? Se oggi non lo manda più Raitre ma una Spa a tutto gas, lo dica, almeno uno cambia canale.

Prossime iniziative:
Giovedi 19 ottobre ore 9.00 in PIazza Roma ad Aprilia., in concomitanza con il Consiglio Regionale del Lazio.
Sabato 28 ottobre ore 15.30 in Piazza Enrico Berlinguer a Campoleone, pronti a bloccare il traffico viario e ferroviario verso il meridione

Posta un commento