Mellin ? Una brutta storia

Fonte: http://www.politicablog.info/

latte

Giocare con la salute altrui è sempre un pessimo vizio. Ma quando la salute è quella dei lattanti o degli anziani allora non è più vizio ma si avvicina pericolosamente al reato. Il blog Spotanatomy mette online e noi approfondiamo. Ecco i fatti così come li possiamo leggere da alcuni documenti della Commissione Consultiva presso il ministero della Salute. A giugno 2006 la Numico/Mellin mette sul mercato un nuovo latte di crescita e lo lancia sostenendo che:" aiuta a rinforzare le difese immunitarie del bambino". La campagna pubblicitaria enfatizza il claim. Ma non basta. La Mellin "invita" le mamme a smettere di allattare dopo un anno per passare al "suo" latte. Il Ministero della Salute ritiene il tutto non corretto e porta la documentazione alla Commissione Consultiva che, dopo regolare istruttoria, stoppa le iniziative pubblicitarie Mellin perchè "il claim non è in nessun modo sostenibile". Traducendo dal burocratese vuol dire : stai raccontando balle, non esiste alcun presupposto scientifico per quello che stai dicendo. Anzi, al contrario..... Mellin fa cessare la pubblicità ma il claim rimane su tutte le etichette del latte in vendita! E nessuno sembra farci caso. Ma non finisce quì. Su tutti i latti Mellin c'è la dicitura: formulati con latti di alta qualità. Ora questo tipo di latte esiste solo in Italia (solo l'Italia ha una legge di questo tipo) e se ne può fregiare solo il latte sottoposto a rigidi controlli delle ASL. E allora? Allora il latte, la Mellin lo importa dall'estero.

Insomma quì c'è gente che continua a giocare sulla sicurezza alimentare dei nostri figli e l'informazione lascia correre con molto disinteresse invece di avvertire e sollevare il caso. Cos'è cari colleghi, paura di perdere una fetta della torta?

Posta un commento