Aiuto umanitario a un giornalista

Propongo di devolvere in beneficenza i risparmi di una vita per aiutare il firmatario di questo articolo a una seria cura psichiatrica. Potete leggere le parole di saggezza a questo link.

La cosa sconcertante è la semplicità nell'argomentare le illogiche tesi (anche se qui la parola giusta, scusate il tono è STRONZATE) che dice senza la comprensione dei fatti. Dopo solo un giorno dal presunto attentato sventato a Londra, quest'uomo si prende la briga di accusare tutto l'Islam del mondo come costruttore di robot della morte. Afferma che le moschee siano un luogo di creazione di menti malate terroristiche al solo scopo di distruggere la democrazia e la libertà occidentale. Io non so come possa essere oggi il vicedirettore del più grande giornale italiano, so per certo però, che accusare parte della popolazione mondiale come terrorista mi sembra alquanto azzardato. Se questo fosse vero dovremmo uccidere tutti i bambini, le donne e gli uomini palestinesi, libanesi, iraniani, siriani, di parte dell'Asia e dell'Africa e del resto del mondo, poichè persone con odio innato verso l'occidente democratico. Aspettate però, lo siamo già facendo... dimenticavo! Certamente un povero ragazzo palestinese, vittima di un bombardamento aereo, vittima dell'uccisione del padre, della madre e della sorella (ovviamente dopo essere stata malmenata o peggio immaginate cosa) dovrebbe convertirsi all'ebraismo e perdonare quei poveri soldati che hanno sterminato l'intera famiglia. Certamente nella mente di quel povero ragazzo si cela un pericoloso terrorista che odia l'occidente. Ma sinceramente, vedete molte altre soluzioni?

Grazie mille Magdi !!!
Questa foto è del Libano, forse ricorda l'11 settembre, peccato però che il Libano è uno stato terrorista, quindi può essere bombardato!